Angeli Alfredo

Alfredo Angeli

(Livorno, 7 agosto 1927 – Roma, 25 novembre 2005), soggettista e regista.

Vide Totò in qualche sua tappa teatrale a Livorno.


A Livorno vidi GUARDIE E LADRI, film che mi colpì tanto che scrissi il soggetto UN MESTIERE COME UN ALTRO, soggetto che prevedeva protagonista Totò nel duplice ruolo di sagrestano e becchino del Paese. Giunto a Roma lo proposi a Mario Castellani che commentò: "Dobbiamo convincerlo a farlo". E invece...


Dal 1952 in poi ha lavorato per diverse pellicole come Assistente ed Aiuto alla regia.

(Nei titoli) Aiuto regista per Totò lascia o raddoppia? (marzo 1956)

Alfredo Angeli Lascia o raddoppia


Nel febbraio 1956, alle 8 di mattina mi chiamò Camillo Mastrocinque perchè era rimasto senza aiuto-regista. Accettai.


In seguito Autore e Regista dapprima per Caroselli, poi per lungometraggi cinematografici, quindi per una infinità di spot pubblicitari. Nell'ottobre 2006 è uscita la sua autobiografia.

Alfredo Angeli Rosso Malpelo

L'autobiografia di Alfredo Angeli, regista e sceneggiatore la cui vita è stata animata da una passione instancabile verso tutte le incarnazioni della settima arte. Una passione condivisa con colleghi e amici come Sergio Leone, Pier Paolo Pasolini, Suso Cecchi D'Amico, Sergio Amidei, Alberto Sordi e Marcello Mastroianni: incontri, curiosità e aneddoti personali riguardanti questi e altri personaggi del cinema italiano costellano tutto il libro. Alfredo Angeli ha debuttato nel cinema nel 1952. Nel 1957 è stato tra i "pionieri" di Carosello e da allora ha diretto più di tremila spot pubblicitari, ricevendo numerosi riconoscimenti. Per il grande schermo ha girato quattro lungometraggi. (mondadoristore.it)


Riferimenti e bibliografie:

  • Simone Riberto, alias Tenente Colombo
  • Contattato telefonicamente. Immagine del profilo, dalle pagine 40 e 41 del periodico cattolico "ORIZZONTI" N° 4 per 25 gennaio 1959.

Collegamenti esterni