Bonanni Luciano

(Roma, 21 maggio 1927 – Roma, 11 agosto 1997) è stato un attore italiano caratterista.

Biografia

Bonanni è stato uno dei più noti generici cinematografici: vanta una filmografia sterminata, composta da oltre trecento film distribuiti lungo un arco temporale di oltre quarant'anni di attività.

Nativo di Roma, dopo un lungo apprendistato in teatro negli anni del fascismo, inizia a prendere parte come comparsa a molti film girati nella capitale a partire dai primi anni cinquanta. Appare in seguito in grandi pellicole come Il federale (1961) di Luciano Salce e Totò contro i quattro (1963) di Steno. Come molti suoi colleghi dell'epoca, utilizza frequentemente degli pseudonimi dal sapore americaneggiante, quali Larry Bona. Rimane parallelamente attivo anche in teatro. Nel 1962 fa parte del cast della prima edizione del Rugantino di Garinei e Giovannini, nella quale interpreta il burinello; l'opera debutta al Teatro Sistina di Roma, il 15 dicembre.

Ma è negli anni settanta che la sua carriera sul grande schermo si sviluppa e prosegue senza soste: arriva a prendere parte anche a trenta film all'anno, spesso commedie, tra i quali Fantozzi (1975) di Luciano Salce o Febbre da cavallo (1976) di Steno. Ritiratosi nella seconda metà degli anni ottanta per problemi di salute, Bonanni viene chiamato ad interpretare se stesso nel suo ultimo film: Grandi magazzini (1986) di Castellano e Pipolo.

Dopo parecchi anni di inattività, è morto, sempre a Roma, nel 1997, all'età di 70 anni, colpito da infarto.

Filmografia

Totò e le donne, regia di Steno e Mario Monicelli (1951)
Guardie e ladri, regia di Steno e Mario Monicelli (1951)
Totò e Carolina, regia di Mario Monicelli (1953)
I tre ladri, regia di Lionello De Felice (1954)
L'arte di arrangiarsi, regia di Luigi Zampa (1954)
Le notti di Cabiria, regia di Federico Fellini (1957)
Totò, Peppino e le fanatiche, regia di Mario Mattoli (1958)
Il nemico di mia moglie, regia di Gianni Puccini e Gabriele Palmieri (1959)
La cento chilometri, regia di Giulio Petroni (1959)
Nel blu dipinto di blu, regia di Piero Tellini (1959)
Il mondo dei miracoli, regia di Luigi Capuano (1959)
I tartassati, regia di Steno (1959)
Audace colpo dei soliti ignoti, regia di Nanni Loy (1959)
I Teddy boys della canzone, regia di Domenico Paolella (1960)
L'impiegato, regia di Gianni Puccini (1960)
Letto a tre piazze, regia di Steno (1960)
Giorno per giorno, disperatamente, regia di Alfredo Giannetti (1961)
Che gioia vivere, regia di René Clément (1961)
Il carabiniere a cavallo, regia di Carlo Lizzani (1961)
Il federale, regia di Luciano Salce (1961)
La cuccagna, regia di Luciano Salce (1962)
8½, regia di Federico Fellini (1963)
Totò contro i quattro, regia di Steno (1963)
I due colonnelli, regia di Steno (1963)
Zorro e i tre moschettieri, regia di Luigi Capuano (1963)
Panic Button, (1964)
Amore facile, regia di Gianni Puccini (1964)
Sedotti e bidonati, (1964)
Thrilling, (1965)
Oggi, domani, dopodomani, (1965)
I due parà, (1965)
Come svaligiammo la Banca d'Italia, (1966)
Soldati e capelloni, (1967)
La più grande rapina del West, (1967)
I due vigili, (1967)
Bang Bang Kid, (1967)
Il medico della mutua, regia di Luigi Zampa (1968)
Sapevano solo uccidere, (1968)
Joko invoca Dio... e muori, regia di Antonio Margheriti (1968)
Niente rose per OSS 117, (1968)
...e per tetto un cielo di stelle, regia di Giulio Petroni (1968)
A qualsiasi prezzo, regia di Emilio Miraglia (1968)
Dramma della gelosia - Tutti i particolari in cronaca, regia di Ettore Scola (1970)
Satiricosissimo, (1970)
Il sindacalista, (1972)
Joe Valachi - I segreti di Cosa Nostra, regia di Terence Young (1972)
La polizia ringrazia, regia di Steno (1972)
Si può fare... amigo, (1972)
Il figlioccio del padrino, (1973)
La bambola, (1973)
Ultimo tango a Zagarol, regia di Nando Cicero (1973)
...e continuavano a mettere lo diavolo ne lo inferno, regia di Bitto Albertini (1973)
Io e lui, (1973)
No il caso è felicemente risolto di Vittorio Salerno (1973)
Il delitto Matteotti, regia di Florestano Vancini (1973)
Paolo il freddo, (1974)
Per amare Ofelia, regia di Flavio Mogherini (1974)
Zanna Bianca alla riscossa, regia di Tonino Ricci (1974)
Il venditore di palloncini, regia di Mario Gariazzo (1974)
Macrò, regia di Stelvio Massi (1974)
C'eravamo tanto amati, regia di Ettore Scola (1974)
Fantozzi, regia di Luciano Salce (1975)
Febbre da cavallo, regia di Steno (1976)
La portiera nuda, (1976)
Tutti possono arricchire tranne i poveri, (1976)
Il ginecologo della mutua, regia di Joe D'Amato (1977)
I nuovi mostri, (1977)
Kakkientruppen, regia di Marino Girolami (1977)
Geppo il folle, regia di Adriano Celentano (1978)
Dove vai in vacanza?, (1978)
Lo chiamavano Bulldozer, regia di Michele Lupo (1978)
Aragosta a colazione, (1979)
Un sacco bello, regia di Carlo Verdone (1980)
Il lupo e l'agnello, (1980)
Un paio di scarpe per tanti chilometri, (1981)
Pierino medico della SAUB, (1981)
Camera d'albergo, (1981)
La sai l'ultima sui matti?, regia di Mariano Laurenti (1982)
W la foca, regia di Nando Cicero (1982)
Il tassinaro, regia di Alberto Sordi (1983)
Paulo Roberto Cotechiño centravanti di sfondamento, regia di Nando Cicero (1983)
"FF.SS." - Cioè: "...che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene?", regia di Renzo Arbore (1983)
I soliti ignoti vent'anni dopo, regia di Amanzio Todini (1985)
Troppo forte, regia di Carlo Verdone (1986)
Grandi magazzini, regia di Castellano e Pipolo (1986)
I ragazzi della 3ª C serie televisiva, episodi: "Tele 3ª C" e "La sfilata" (1989)