Ferraù Alessandro

Alessandro Ferrau

Messina 1° aprile 1913 - Roma (?) 2 marzo 1994, giornalista specializzato nel settore Spettacolo.

Il 21 settembre 1939 sposa Tetella Onorati. Perlomeno nel 1939 con-direttore del periodico romano "Il Corriere Cinematografico".

Dapprima redattore del periodico romano "Il Giornale dello Spettacolo" (ex "L'Argante" sorto nel lontanissimo 1902 e tutto da esplorare) e del quale, dal N° 15 dell'annata 1939 (numero uscito a ferragosto) ne divenne il nuovo Redattore Capo Responsabile; il periodico interrotto causa guerra, riprende le pubblicazioni nel 1948: dal N° 3 del '48 perlomeno ai primi mesi del '50 assieme ad Ernesto Ferraù, sono i 2 condirettori di questo che è ora mensile.

Nel n° 7 x 15 aprile 1937 del periodico "Giornale dello Spettacolo" firma un articolo in difesa del Varietà.

Dalla fondazione (Anno 1°, N° 1 x 6 dicembre 1947 e perlomeno fino ad agosto '48) Direttore Responsabile del settimanale romano "CINESTAR/cinema, teatro, varietà".

Per moltissimi anni è stato direttore responsabile del periodico "Cinespettacolo".

Idea con Gino Caserta l'Annuario del cinema italiano assieme al quale lo cura dalla prima edizione 1950-1951.

Idea con Gino Caserta l'annuale premio "Medaglia d'oro, la vita per il cinema" che ebbe la prima edizione nel 1954.

In seguito ad un graditissimo articolo conquista la stima di Totò De Curtis.



Assieme all'attore caratterista Eduardo Passarelli, accetta di curare la autobiografia romanzata di Antonio de Curtis "Siamo uomini o caporali?" pubblicata nel 1952; di tale libro, Ferraù e Passarelli restano i proprietari, tanto è vero che in un documento conservato presso la Associazione Antonio De Curtis, in data 30 aprile '54 cedono i diritti d'autore esclusivi al Marchese Antonio Altoviti (vedi voce relativa), amministratore unico della "Rosa Film S.p.a." per trarne un soggetto e con facoltà di cessione a terzi.

Nel gennaio 1967 accettò di accompagnare Antonio De Curtis a Firenze al galà dei nastri d'argento, come il medesimo scrisse nella sua prefazione alla riedizione 1993 del libro "Siamo uomini o caporali?"


Documenti di proprietà di Simone Riberto


Riferimenti e bibliografie:

Simone Riberto, alias Tenente Colombo