Furlai Vincenzo (Enzo, Furlanetto)

Furlanetto, nome d'arte di Vincenzo (Enzo) Furlai (Milano, 19 settembre 1895 – Milano, 6 aprile 1969), è stato un attore italiano.

Nell'ottobre '23 è nella Compagnia di operette "Ausonia" diretta dal papà Pietro Furlai. A giugno 1928 Artista comico nella Compagnia "Artisti Associati".
Dal 4 febbraio 1947, per elezione, Segretario della Federazione di MILANO dei Lavoratori dello Spettacolo e come tale dall'anno 1°, N° 1 x 8 novembre '47 Direttore Responsabile del quindicinale milanese "LA VOCE DELLO SPETTACOLO".

Filmografia

Nei titoli di testa come "ENZO FURLAI-FURLANETTO", Vita da cani, regia di Mario Monicelli e Steno (1950) è il ricco industriale Renato Borselli
(Escluso dai titoli di testa) Miracolo a Milano, regia di Vittorio De Sica (1951) Brambi (che vende i terreni a Mobbi)
Mio figlio Nerone, regia di Steno (1956) Segimero, generale germanico (doppiato)
E' nei titoli di testa come "ENZO FURLAI",  Totò, Peppino e i fuorilegge, regia di Camillo Mastrocinque (1956) ma, a meno che non sia un cameo tagliato, nella versione da 98' è assente, o forse confuso con Armando Furlai
Nei titoli di testa come "FURLANETTO", Gambe d'oro, regia di Turi Vasile (1958) è il Commendator Renzòli (riferimento ad Angelo Rizzoli)


Riferimenti e bibliografie:

Simone Riberto, alias Tenente Colombo