Mignone Toto (Ottone Mignone)

Ottone Mignone detto Totò (Alessandria, 8 febbraio 1906 – Roma, 3 gennaio 1993) è stato un attore e ballerino italiano.

Biografia

Fratello minore di Milly e cognato del regista Mario Mattoli, esordisce negli anni venti formando un trio con le sorelle Milly e Miti, lavorando in teatro di rivista e avanspettacolo. È Sigismondo nella prima italiano di Al cavallino bianco con la sorella Milly al Teatro Lirico di Milano nel 1931 ed al Teatro Reinach di Parma nel 1932. Attivo nel cinema a partire dagli anni trenta, come caratterista a fianco di Totò e ad altri attori del periodo. In seguito intraprende l'attività di direttore di produzione per la televisione austriaca. Nel 1986 interpreta l'ultimo ruolo in Ginger e Fred di Federico Fellini. Superati già gli ottanta anni, interviene al Maurizio Costanzo Show, come ballerino di tip tap.

Figlio di ARTURO e di ?? e fratello di "MILLY" (Carolina Carla) e "MITY" (Gaetana). I 3 furono abbandonati dai genitori.
Alto 165 cm, Artista principalmente ballerino e FANTASISTA, occasionalmente caratterista e generico.
Toto/Ottone imparò francese, tedesco, spagnolo, portoghese, amicizia con Re di Svezia, coppia di ballo con sorella Mity; dal '58 era vedovo della cantante austriaca Gerda Stark.
Fra i primi film ove partecipa TEMPO MASSIMO, AMO TE SOLA, vari anni visse in Argentina; poi rientarto in Italia rirpende l'attività anche al cinema, per esempio nel '42 è ne LA BISBETICA DOMATA.
Presenze nei film con Totò, col quale pare aver litigato per via del nome d'arte "Totò" utilizzato da entrambi, fino al rassegnarsi ad usare "Tòto" (con accento sulla prima "o" anzichè sulla seconda) od al limite "Toto Mignone".


Rassegna stampa - Trio Mignone - Totò, Milly, Mity





Totò Mignone racconta Milly

Toto Mignone, fratello della grande Milly, fu un attore. Comincio a calcare le scene giovanissimo negli anni 20 insieme alla sorella maggiore. Negli anni 30 formò insieme alle sorelle Milly e Mitì il famoso trio "Totò, Milly e Mitì".


Del fantasista e ballerino Mignone, che fu anche segretario di edizione, segretario di produzione ed ispettore di produzione, oltre che generico/attore, importante mettere in evidenza un particolare: dato che egli, negli anni Venti e Trenta (del XX° secolo), usava come nome darte "Totò", e la figlia Millina mi ha riferito che litigò con Totò, questo può aver generato equivoci. Infatti, alcuni biografi, nella buona fede della loro disattenta preparazione, nell'entusiasmo del trovare, hanno scambiato il Mignone, che si esibiva per esempio nella Compagnia Spadaro-Milly, con Totò.

Simone Riberto


 Filmografia

Attore

Cinque a zero, regia di Mario Bonnard (1932)
I due orfanelli, regia di Mario Mattoli (1947) (as Cian Ku Ki, il cinese che vende articoli esplosivi)
Fifa e arena (1948) oltre ad averci lavorato come SEGRETARIO DI EDIZIONE (è scritto nei titoli) fece una genericata muta per tutto il film nel clan del torero Paquito: la sua barba gli fa da accendino!
Adamo ed Eva (1949-1950) nel pezzo western è as il barista dello "Star Saloon" (è un film con Macario, ma era previsto per l'interpretazione di Totò)
Totò al Giro d'Italia (1950)
 SEGRETARIO DI PRODUZIONE
I pompieri di Viggiù (1950) SEGRETARIO DI PRODUZIONE

Totò sceicco, regia di Mario Mattoli (1950) ISPETTORE DI PRODUZIONE (nel ruolo di uno dei legionari)
Tototarzan, regia di Mario Mattoli (1950) ISPETTORE DI PRODUZIONE (nel ruolo di 1 dei controllori FFSS sul rapido per Bari)
Totò terzo uomo, regia di Mario Mattoli (1951) as Umberto, lo scemo

Un turco napoletano di Mario Mattoli (1953) as il prof di lingua turca
Totò, Peppino e le fanatiche (1958) as il prof di lingua turca
Il più comico spettacolo del mondo, regia di Mario Mattoli (1953)
Signori si nasce (1960) ISPETTORE DI PRODUZIONE
Sua Eccellenza si fermò a mangiare, regia di Mario Mattoli (1961) as il fascista basso
Tototruffa 62 (1961) ISPETTORE DI PRODUZIONE (in lavorazione nel 1961 come TOTO' E LA FIGLIA IN COLLEGIO)

Lo chiamavano Bulldozer, regia di Michele Lupo (1978)
Ginger e Fred, regia di Federico Fellini (1986)

Ispettore di produzione

Peppino, le modelle e chella là di Mario Mattoli (1957)

Direttore di produzione

Akiko di Luigi Filippo D'Amico (1961)


MIGNONE MILLINA (volle cambiarle il proprio nome di battesimo in onore a zia Milly), nata Ingrid a Vienna il 29 giugno 1942, figlia di Toto e Gerda Stark, intervistata giovedì 10 aprile 2003 ed incontrata a Spoleto sabato 13 giugno 2009; parla 5 lingue: tedesco, italiano, francese, spagnolo ed inglese; è vedova di Rodolfo Deodato, fratello del regista Ruggero.
Mi informava che il cane bianco maltese in "Miseria e Nobiltà" (il cagnolino della torinese interpretata dalla Faldini) era "Whity". Millina, all'epoca all'anagrafe ancora Ingrid, fa la parte di una delle collegiali nel film LE DICIOTTENNI, '55 di Mattòli; in seguito preferisce lavorare dietro le quinte e si specializza nel reparto costumi: assistente costumista (nei titoli Lillina Mignone) per Il gobbo 1960, escusa nei titoli di testa affermava AIUTO COSTUMISTA per TOTOTRUFFA '62, in seguito COSTUMISTA.

Simone Riberto


Riferimenti e bibliografie:

Simone Riberto alias Il tenente Colombo