PECCATI... E POI VIRTUDI

(1928)

Titolo originale Peccati... e poi virtudi

  • Testo: Masera (Marchesotti, Segurini e Rapetti), rivista in 3 atti e 32 quadri
  • Interpreti: Angela Ippaviz, Totò, Elsa Ferri, Nella Ferri, Cesare Barbetti, Romigioli, Minnie Lises, Alfredo Orsini, Galliano, Giulio Marchetti, Cappelli, Mario Panchetti, Fioretti, Virgilio Riento
  • Compagnia: Compagnia di Isa Bluette
  • Musica: M.o Armando Fragna
  • Costumi: Luciano Ramo
  • Scenografia: Guido Galli

Sketch, quadri e notizie

Nello stesso periodo, la compagnia Maresca presenta all'Eldorado di Napoli anche numerose operette, come Santarellina di Hervé, Margery di Ivan Darclée ("operetta trepidante-sinfonica-jazz"), Clo-Clo di Franz Lehar. Di Santarellina il Corriere di Napoli ricorda, il 17 agosto 1928, il "comicissimo Totò, un Celestino irresistibile"; mentre di Margery sottolinea, il 1° settembre dello stesso anno, i "felici e leggiadri brani musicali che piacquero al pubblico anche per la suggestiva esecuzione dell'incantevole Ippaviz, di Totò, del Barbetti e di Elsa Ferri".

La Bajadera, quadro umoristico dedicato alla Società delle Nazioni, quadro satirico dedicato alla potenza del dollaro

Angela Ippaviz

Angela Ippaviz


Così la stampa dell'epoca


La 'prima' si ebbe a Napoli, Teatro Eldorado, 21 agosto 1928. Dopo il debutto napoletano la rivista viene ripresa a Roma al Teatro Adriano, dal mese successivo.

I giornali ci raccontano che la sua macchietta più esilarante è quella della Baiadera.

«[...] La rivista , scritta da tre nostri brillanti colleghi romani , che si dissimulano sotto lo pseudomino di "Masera", nel suo spunto lieve e brioso, se non peregrino, nelle sue tipiche macchiette caricaturali e nel continuo succedersi di danze pittoresche, coreografie policrome, raggruppamenti di massa a grande effetto, conseguì uno schietto, unanime successo d'ilarità e d'allegria. La Ippaviz, mirabile come sempre di vivacità e di malizia nelle varie personificazioni dell'azione, il brillantissimo Barbetti, Totò, la Ferri, il Romigioli, la Lises, e tutti gli altri pregevoli elementi della compagnia Maresca insieme al corpo di ballo contribuirono largamente al successo [...] Sontuosa e pittoresca la messa in scena, e assai suggestivi i costumi [...]»

Corriere di Napoli, Napoli, 22 agosto 1928



Ricostruzione delle rappresentazioni della rivista nelle varie città italiane


TITOLO DELL'OPERAALTRE TAPPE

Peccati... e poi virtudi

Rivista in 3 atti e 32 quadri di Masera (Marchesotti, Segurini e Rapetti)

Maresca n.1 (Isa Bluette)

Milano, Teatro Lirico, 22-30 ottobre 1927

Genova, Politeama Genovese, 7-16 novembre 1927

Torino, Teatro Balbo, 6-12 febbraio 1928

Roma, Teatro Adriano, 26-30 settembre 1928


Riferimenti e bibliografie:

Rassegna stampa dai quotidiani:

  • Il Messaggero
  • L'Impero d'Italia
  • Il Brillante