Eugenio Galadini

E' stato un attore italiano.

Biografia

È stato un attore caratterista o di secondo piano in moltissimi film a partire dalla seconda metà degli anni Quaranta. A teatro debutta con Segnale di sangue (1926) di Giuseppe Rossi, "emozionante svolgimento drammatico ferroviario del Grand Guignol", interpretato da Ferruccio Manzetti, Berlini Romano, Cesarina Galadini, Lino Sebastianelli, Paolo De Rigo.

Al cinema esordisce nel ruolo del brigante ne Il Passatore del 1946. Recita accanto a Totò in Totò cerca casa (1949); e nel film Figaro qua, Figaro là di Carlo Ludovico Bragaglia del 1950. Sempre al fianco del comico napoletano è tra gli interpreti nei film Totò e i re di Roma di Mario Monicelli e Steno del 1951 e Totò e Carolina di Mario Monicelli del 1955.

Fa parte del cast del film Mio figlio Nerone di Steno con Alberto Sordi, Vittorio De Sica e Gloria Swanson del 1956.

Negli anni Sessanta recita insieme a Raimondo Vianello e Walter Chiari nel film I gemelli del Texas sempre di Steno del 1964 nel ruolo di Domonique. A teatro fu il marchese Facconi nella prima edizione del Rugantino di Garinei e Giovannini, a Roma, al Teatro Sistina, dal 15 dicembre 1962.

È presente in alcuni film con protagonisti Franco e Ciccio e recita con lo pseudonimo di Graham Sooty in 12 film del genere spaghetti western.

Chiude la carriera cinematografica nel 1973.

Filmografia

Il Passatore, regia di Duilio Coletti (1946)
Come persi la guerra, regia di Carlo Borghesio (1947)
Totò cerca casa, regia di Steno e Monicelli (1949)
Figaro qua, Figaro là, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)
La famiglia Passaguai, regia di Aldo Fabrizi (1951)
Totò e i re di Roma, regia di Steno e Mario Monicelli (1951)
Una madre ritorna, regia di Roberto Bianchi Montero (1952)
Amarti è il mio peccato, regia di Sergio Grieco (1953)
Hanno rubato un tram, regia di Aldo Fabrizi (1954)
Non vogliamo morire, regia di Oreste Palella (1954)
Totò e Carolina, regia di Mario Monicelli (1955)
Bella non piangere, regia di David Carbonari (1955)
Accadde al penitenziario, regia di Mario Monicelli (1955)
Mio figlio Nerone, regia di Steno (1956)
Suor Letizia, regia di Mario Camerini (1956)
La nonna Sabella, regia di Dino Risi (1957)
Gente felice, regia di Mino Loy (1957)
I magnifici tre, regia di Giorgio Simonelli (1961)
I soliti rapinatori a Milano, regia di Giulio Petroni (1961)
I terribili 7, regia di Raffaello Matarazzo (1963)
L'amore primitivo, regia di Luigi Scattini (1964)
La vendetta di Spartacus, regia di Michele Lupo (1964)
I gemelli del Texas, regia di Steno (1964)
L'ultimo rififì, regia di Juan García Atienza (1964)
I magnifici Brutos del West, regia di Marino Girolami (1964)
All'ombra di una colt, regia di Giovanni Grimaldi (1965)
Arizona Colt, regia di Michele Lupo (1966)
Per il gusto di uccidere, regia di Tonino Valerii (1966)
Il bello, il brutto, il cretino, regia di Giovanni Grimaldi (1967)
Bang Bang Kid, regia di Luciano Lelli e Giorgio Gentili (1967)
Sharaz, regia di José María Elorrieta (1967)
Starblack, regia di Giovanni Grimaldi (1968)
Uno dopo l'altro, regia di Nick Nostro (1968)
...e venne il tempo di uccidere, regia di Vincenzo Dell'Aquila (1968)
La bambola di Satana, regia di Ferruccio Casapinta (1969)
Il pistolero dell'Ave Maria, regia di Ferdinando Baldi (1969)
Inginocchiati straniero... I cadaveri non fanno ombra!, regia di Demofilo Fidani (1970)
Riuscirà l'avvocato Franco Benenato a sconfiggere il suo acerrimo nemico il pretore Ciccio De Ingras?, regia di Mino Guerrini (1971)
Un apprezzato professionista di sicuro avvenire, regia di Giuseppe De Santis (1971)
La torta in cielo, regia di Lino Del Fra (1973)