Aldo Bufi Landi

(Napoli, 7 aprile 1923 – Napoli, 2 febbraio 2016) è stato un attore italiano di teatro, cinema e televisione.

Biografia

Figlio del giornalista Amedeo Bufi, rimasto orfano di padre a 7 anni, parte da Napoli con la madre prima del secondo conflitto per rientrare dopo l'8 settembre 1943 nel capoluogo campano.

Entra ventenne nella Compagnia del Teatro Umoristico "I De Filippo" dove recita in Cupido scherza e spazza esordendo al Teatro Kursaal. A seguito della separazione tra Peppino e Eduardo, rimane con quest'ultimo e, dal 1945 al 1950, lavora in Napoli milionaria, Filumena Marturano, Questi fantasmi e Le voci di dentro.

Accetta una proposta di lavoro di Peppino e rimane dal 1951 al 1953 con l'altro De Filippo. Ormai la sua fama è consolidata e la sua bravura apprezzata, affianca tutti i più grandi attori della scena partenopea portando sul palcoscenico, fra i tanti, testi di Raffaele Viviani ed Eduardo Scarpetta (Il medico dei pazzi, 1996) ma misurandosi con altri autori fra i quali Giovanni Verga, Luigi Pirandello, Federico García Lorca, Eugene O'Neill (Il lutto si addice ad Elettra, 1988), William Shakespeare (La bisbetica domata, 1989), Carlo Goldoni (La vedova scaltra, 1991).

Di bell'aspetto, inizia anche una interessante carriera cinematografica esordendo sul set nel 1947 con il film Malaspina, diretto dal regista Armando Fizzarotti. Dopo aver fatto l'attore protagonista in svariati film diffusi prevalentemente nei circuiti cinematografici del sud, accetta di lavorare anche in grandi produzioni nazionali accettando spesso parti minori. Lavora quindi con Totò in 47 morto che parla di Carlo Ludovico Bragaglia del 1950, con Amedeo Nazzari ne Il brigante di Tacca del Lupo di Pietro Germi del 1952, con Vittorio Gassman ne Il mattatore e con Alberto Sordi in I magliari (dove interpreta il personaggio di Rodolfo Valentino) entrambi del 1959. Prende anche parte nel 1971 a 4 mosche di velluto grigio di Dario Argento.

Interpreta infine numerosi sceneggiati Rai fra i quali Luisa Sanfelice di Leonardo Cortese del 1966 e Storie della camorra, diretto da Paolo Gazzara del 1978.

Muore il 2 febbraio 2016 a quasi 93 anni.[1]

Era sposato con l'attrice Clara Bindi.


Galleria fotografica


Filmografia

Malaspina, regia di Armando Fizzarotti (1947)
Assunta Spina, regia di Mario Mattoli (1948)
Il bacio di una morta, regia di Guido Brignone (1949)
Signorinella, regia di Mario Mattoli (1949)
La figlia della Madonna , regia di Roberto Bianchi Montero (1949)
47 morto che parla, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)
Le sei mogli di Barbablù, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)

Il padrone del vapore, regia di Mario Mattoli (1951)
Luna rossa, regia di Armando Fizzarotti (1951)
Il brigante di Tacca del Lupo, regia di Pietro Germi (1952)
Perdonami!, regia di Mario Costa (1953)
Ti ho sempre amato!, regia di Mario Costa (1953)
La grande avventura, regia di Mario Pisu (1954)
Divisione Folgore, regia di Duilio Coletti (1954)
La rivale, regia di Anton Giulio Majano (1955)
Malafemmena, regia di Armando Fizzarotti 1957
La sposa, regia di Natale Montillo (1958)
I magliari, regia di Francesco Rosi (1959)
Il terribile Teodoro, regia di Roberto Bianchi Montero (1959)
Il mattatore, regia di Dino Risi (1960)
Caccia all'uomo, regia di Riccardo Freda (1961)
Maciste nella terra dei ciclopi, regia di Antonio Leonviola (1961)
Gli incensurati, regia di Francesco Giaculli (1961)
Il dominatore dei sette mari, regia di Rudolph Maté e Primo Zeglio (1962)
Senilità, regia di Mauro Bolognini (1962)
Il commissario, regia di Luigi Comencini (1962)
Marte, dio della guerra, regia di Marcello Baldi (1962)
Divorzio alla siciliana, regia di Enzo Di Gianni (1963)
L'invincibile cavaliere mascherato, regia di Umberto Lenzi (1963)
Sansone contro i pirati, regia di Tanio Boccia (1963)
Zorro contro Maciste, regia di Umberto Lenzi (1963)
Coriolano eroe senza patria, regia di Giorgio Ferroni (1964)
Sandokan contro il leopardo di Sarawak, regia di Luigi Capuano (1964)
Erik il vikingo, regia di Mario Caiano (1965)
La donnaccia, regia di Silvio Siano (1965)
Agente segreto 777 - Operazione Mistero, regia di Enrico Bomba (1965)
I misteri della giungla nera, regia di Luigi Capuano (1965)
L'avventuriero della Tortuga, regia di Luigi Capuano (1965)
Made in Italy, regia di Nanni Loy (1965)
Giorno caldo al Paradiso Show, regia di Enzo Di Gianni (1966)
Mondo pazzo... gente matta!, regia di Renato Polselli (1966)
L'Invincibile Superman, regia di Paolo Bianchini (1967)
Ballata da un miliardo, regia di Gianni Puccini (1967)
Caccia ai violenti, regia di Nino Scolaro (1968)
Un corpo caldo per l'inferno, regia di Franco Montemurro (1968)
Colpo grosso alla napoletana (The Biggest Bundle of Them All), regia di Ken Annakin (1968)
Zorro il dominatore, regia di Josè Luis Merino (1969)
Il processo Cuocolo, regia di Gianni Serra (1969)
Quintana, regia di Vincenzo Musolino (1969)
Un caso di coscienza, regia di Giovanni Grimaldi (1969)
Puro siccome un Angelo papà mi fece monaco... di Monza, regia di Giovanni Grimaldi (1969)
Il colpo era perfetto, ma... (Midas Run), regia di Alf Kjellin (1969)
I sette di Marsa Matruh , regia di Mario Siciliano (1970)
4 mosche di velluto grigio, regia di Dario Argento (1971)
Byleth (Il demone dell'incesto), regia di Leopoldo Savona (1971)
Decameroticus, regia di Pier Giorgio Ferretti (1972)
Si può fare molto con 7 donne, regia di Fabio Piccioni (1972)
Novelle galeotte d'amore, regia di Antonio Margheriti (1972)
Sgarro alla camorra, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1973)
Quando i califfi avevano le corna, regia di Amasi Damiani (1973)
Superuomini, superdonne, superbotte, regia di Al Bradley (1974)
Commissariato di notturna, regia di Guido Leoni (1974)
Il balordo, regia di Pino Passalacqua (1978)
Napoli storia d'amore e di vendetta, regia di Mario Bianchi (1979)
Giro di lune tra terra e mare, regia di Giuseppe M. Gaudino (1997)
La volpe a tre zampe, regia di Sandro Dionisio (2002)
Per le gambe di Lalla (cortometraggio), regia di Giacomo Mondadori (2003)
Il principe abusivo, regia di Alessandro Siani (2013)

Doppiatori

Giuseppe Rinaldi in Perdonami, La figlia della Madonna, L'ultimo dei vichinghi, I sette di Marsa Matruh
Renato Turi in Giuseppe Verdi, Malafemmena, Il trionfo di Maciste
Emilio Cigoli in Luna rossa, Bella non piangere
Pino Locchi in Maciste nella terra dei ciclopi, L'invincibile cavaliere mascherato
Sergio Tedesco in Coriolano eroe senza patria, Sandokan contro il leopardo di Sarawak, L'avventuriero della Tortuga
Giulio Panicali in Il bacio di una morta
Cesare Barbetti in I misteri della giungla nera
Stefano Sibaldi in Il nostro campione
Renzo Palmer in Il corazziere
Aldo Giuffré in Il mattatore
Riccardo Cucciolla in Odio mortale
Paolo Ferrari in Erik il vichingo
Ferruccio Amendola in Un corpo caldo per l'inferno
Mimmo Palmara in Zorro il dominatore
Riccardo Mantoni in Zorro contro Maciste

Prosa televisiva RAI

'O presidente, regia di Nino Taranto, trasmessa il 20 aprile 1956.
Il serpente a sonagli, regia di Anton Giulio Majano, trasmessa il 19 ottobre 1956.
Luisa Sanfelice, regia di Leonardo Cortese, sceneggiato di sette puntate trasmesso dal 15 maggio al 26 giugno 1969.
L'eredità della priora, regia di Anton Giulio Majano, sceneggiato di sette puntate trasmesso dal 2 marzo al 13 aprile 1980.

Prosa teatrale

Il medico dei pazzi di Eduardo Scarpetta, regia di Aldo Giuffré, dal 1996 al 1998.

Note

^ Morto l'attore Aldo Bufi Landi, una vita tra Eduardo e Shakespeare, Il Mattino, 3 febbraio 2016.