Diana Dei (Agnese Mancinelli)

Nome d'arte di Agnese Mancinelli (Roma, 28 febbraio 1914 – Castiglione del Lago, 3 gennaio 1999), è stata un'attrice italiana di teatro e cinema.

Biografia

Dopo aver ottenuto il diploma di pianoforte all'Accademia di Santa Cecilia di Roma, svolge una discreta attività come pianista e concertista con lo pseudonimo Giana Galisa. Durante una tournée in Ungheria conobbe Gyorgy Feldes, che sposò in giovanissima età, nel 1936, a 22 anni. Questo matrimonio ebbe però brevissima durata: dopo la separazione, richiese l'annullamento del vincolo, che ottenne solo nel 1960.

La rivista

Verso la fine degli anni trenta mostrò interesse per il teatro di rivista e, tra il 1939 e il 1942 comparve, in minuscoli ruoli, in qualche film.

Nel 1947 avvenne l'incontro decisivo con Mario Riva, di cui diventò inseparabile compagna e dal quale ebbe un figlio nel 1951 (Antonello Riva, organizzatore e regista di programmi televisivi); insieme a lui e a Riccardo Billi intraprese la carriera teatrale in diversi spettacoli di successo organizzati da Remigio Paone, da Pietro Garinei e Sandro Giovannini, tra i quali ricordiamo Col naso lungo e le gambe corte di Nelli e Mangini (1947), Bada che ti mangio! di Michele Galdieri, con Totò e Isa Barzizza (1949), per poi cogliere un grandissimo successo radiofonico con La bisarca (1950).

Negli anni cinquanta seguono tre riviste scritte da Vittorio Metz e Marcello Marchesi: Alta Tensione (1950), I Fanatici (1951) e Caccia al Tesoro (1953), quindi Siamo tutti dottori di Age & Scarpelli e Dino Verde (1954) per approdare poi alla commedia musicale con i due grandiosi successi de La Granduchessa e i Camerieri insieme a Wanda Osiris (1955) e la satira di costume Gli italiani sono fatti così di Vittorio Metz, Marcello Marchesi e Dino Verde (1956).

Sul grande schermo è comparsa in una ventina di pellicole tra il 1947 e il 1959, molte interpretate insieme a Mario Riva, nelle quali si fece notare per la bella presenza e una spiccata simpatia. Dopo la tragica morte di Mario Riva decise di ritirarsi dalle scene, insegnando dizione e recitazione alla "Scuola Mario Riva" da lei fondata in memoria del compagno scomparso.

La prosa

Nei primi anni ottanta è tornata alla ribalta nel teatro di prosa con due spettacoli, Tre Civette sul Comò e soprattutto Lady Edoardo in cui interpretava una delle quattro regine insieme ai grossi nomi del palcoscenico del calibro di Paola Borboni, Tina Lattanzi e Zora Velcova.

È tornata anche al cinema, interpretando alcune scene con Alvaro Vitali nella serie dei film di Pierino diretta da Marino Girolami, dove ritrova anche Riccardo Billi, recitando anche con Franco Brusati e Maurizio Nichetti.

Negli ultimi anni di vita è apparsa spesso in televisione come ospite in svariati talk-show e programmi.

È morta a 84 anni nella sua casa di Castiglione del Lago mentre trascorreva le vacanze di fine anno insieme al figlio Antonello e ai suoi nipoti.


Galleria fotografica

Foto: Getty Images, Archivio Luce


Filmografia

Attrice cinematografica

Follie del secolo, regia di Amleto Palermi (1939)
Mamma, regia di Guido Brignone (1941)
Luna di miele, regia di Giacomo Gentilomo (1941)
È caduta una donna, regia di Alfredo Guarini (1941)
Rossini, regia di Mario Bonnard (1942)
Il vento m'ha cantato una canzone, regia di Camillo Mastrocinque (1947)
Il barone Carlo Mazza, regia di Guido Brignone (1948)
I cadetti di Guascogna, regia di Mario Mattoli (1950)
Totò terzo uomo, regia di Mario Mattoli (1951)
Arrivano i nostri, regia di Mario Mattoli (1951)
Il folle di Marechiaro, regia di Roberto Roberti (1952)
Il paese dei campanelli, regia di Jean Boyer (1954)
Scuola elementare, regia di Alberto Lattuada (1954)
Il medico dei pazzi, regia di Mario Mattoli (1954)
Madonna delle rose, regia di Enzo Di Gianni (1954)
Rosso e nero, regia di Domenico Paolella (1955)
Motivo in maschera, regia di Stefano Canzio (1955)
Bravissimo, regia di Luigi Filippo D'Amico (1955)
I giorni più belli, regia di Mario Mattoli (1956)
Arrivano i dollari!, regia di Mario Costa (1957)
Totò, Peppino e le fanatiche, regia di Mario Mattoli (1958)
Il terribile Teodoro, regia di Roberto Bianchi (1958)
Sergente d'ispezione, regia di Roberto Savarese (1958)
Mia nonna poliziotto, regia di Steno (1958)
Perfide... ma belle!, regia di Giorgio Simonelli (1959)
Pierino contro tutti, regia di Marino Girolami (1981)
Pierino colpisce ancora, regia di Marino Girolami (1982)
Giggi il bullo, regia di Marino Girolami (1982)
Gian Burrasca, regia di Pier Francesco Pingitore (1982)
Il buon soldato, regia di Franco Brusati (1982)
Il Bi e il Ba, regia di Maurizio Nichetti (1986)

La prosa televisiva Rai

I fiordalisi d'oro di Giovacchino Forzano, regia di Guglielmo Morandi, trasmessa il 2 maggio 1958.