Dori Dorika (Dorotea Massa)

Nome d'arte di Dorotea Massa, spesso indicata anche come Dory Dorika (Odessa, 1º ottobre 1913 – Lariano, 1º gennaio 1996), è stata un'attrice russa cresciuta in Italia. Fu una bambina prodigio delle scene teatrali, per poi apparire anche in varie pellicole.

Biografia

Figlia di padre italiano e madre russa, si trasferì dalla natia Odessa a Milano quando aveva solo un anno. A nove cominciò ad apparire in teatro, creando già a quell'età un impareggiabile repertorio di macchiette. Dal 1920 fu considerata come una delle più note caratteriste in scena nel teatro italiano, sino a che, all'inizio degli anni cinquanta, spinta da problemi finanziari, decise di passare al cinema.

Il suo esordio sul grande schermo avvenne nella pellicola Come te movi, te fulmino!, (1958), di Mario Mattoli. In seguito Dori Dorika apparve in Signori si nasce (1960), sempre di Mario Mattoli ma soprattutto in Paolo il caldo (1973), di Marco Vicario, che le regalò uno dei ruoli più celebri della sua carriera. Le parti sostenute da Dori Dorika nella sua avventura cinematografica furono sostanzialmente piuttosto stereotipate, anche se l'attrice russa riuscì sempre a dar vita a indimenticabili figure di donne mature e grasse sull'orlo di una crisi di nervi.

Si ritirò in una villa sulla via Appia, a Roma, agli inizi degli anni ottanta, abbandonando le scene.

Dori Dorika

Filmografia

Come te movi, te fulmino!, regia di Mario Mattoli (1958)
Ballerina e Buon Dio, regia di Antonio Leonviola (1958)
Uomini e nobiluomini, regia di Giorgio Bianchi (1959)
Juke box - Urli d'amore, regia di Mauro Morassi (1959)
Signori si nasce, regia di Mario Mattoli (1960)
Risate di gioia, regia di Mario Monicelli (1960)
Il mio amico Jekyll, regia di Marino Girolami (1960)
Apocalisse sul fiume giallo, regia di Renzo Merusi (1960)
Anonima cocottes, regia di Camillo Mastrocinque (1960)
Fontana di Trevi, regia di Carlo Campogalliani (1960)
I soliti rapinatori a Milano, regia di Giulio Petroni (1961)
Scandali al mare, regia di Marino Girolami (1961)
Ferragosto in bikini, regia di Marino Girolami (1961)
Bellezze sulla spiaggia, regia di Romolo Girolami (1961)
Totò di notte n. 1, regia di Mario Amendola (1962)
Il medico delle donne, regia di Marino Girolami (1962)
La donna degli altri è sempre più bella, regia di Marino Girolami (1963)
Non son degno di te, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1965)
Bianco, rosso e..., regia di Alberto Lattuada (1972)
Paolo il caldo, regia di Marco Vicario (1973)
Il cav. Costante Nicosia demoniaco ovvero: Dracula in Brianza, regia di Lucio Fulci (1975)
Gli amici di Nick Hezard, regia di Fernando Di Leo (1976)

Prosa televisiva RAI

Bene mio e core mio di Eduardo De Filippo.
Ricordati di Cesare, regia di Alessandro Brissoni, trasmessa il 9 settembre 1962.
Un ultimo sacrificio, regia di Alessandro Brissoni, trasmessa il 21 giugno 1963.
Il boia di Siviglia, regia di Eros Macchi, trasmessa il 15 luglio 1963.
Chi non prova non ci crede, regia di Carlo Di Stefano, trasmessa il 9 giugno 1968.

La commedia musicale

Un paio d'ali, di Garinei e Giovannini, con Renato Rascel, Giovanna Ralli, Mario Carotenuto, Dory Dorika, Xenia Valderi, Cesare Bettarini, Renata Mauro, Dino Curcio, musiche di Gorni Kramer, prima al Teatro Sistina, inverno 1957.

Bibliografia

Le attrici, Gremese editore Roma 2003
Le teche Rai, la prosa televisiva dal 1954 al 2008