Edy Vessel (Edoarda Vesselovsky)

Nome d'arte di Edoarda Vesselovsky (Trieste, 8 marzo 1940), è un'attrice italiana.

Biografia

Nasce a Trieste nel 1940, inizia la sua attività come indossatrice, contemporaneamente prende lezioni di ballo, sino ad essere scelta alla fine degli anni cinquanta da Wanda Osiris, come ballerina di fila per una sua rivista.

Viene notata dal regista Mario Mattoli che la fa debuttare nel cinema nel 1959 nella pellicola Guardatele ma non toccatele, con Ugo Tognazzi e Johnny Dorelli.

Partecipa ad una decina di film sino ad 8½ di Fellini nel 1963, per poi abbandonare definitivamente il cinema, e sposare l'uomo d'affari Camillo Crociani, dal quale ha avuto due figlie. Camillo Crociani nel 1975, quando era presidente di Finmeccanica fu coinvolto nello scandalo Lockheed e per evitare l'arresto fuggì con tutta la famiglia in Messico, dove morì nel 1980. Rimasta vedova Edy Vessel sposò in seconde nozze il conte Pierluigi Vitalini. La figlia Camilla ha sposato Carlo di Borbone-Due Sicilie, pretendente al trono borbonico.


Galleria fotografica

Foto: Getty Images, Diomedia


Filmografia

Guardatele ma non toccatele, regia di Mario Mattoli (1959)
Il raccomandato di ferro, regia di Marcello Baldi (1959)
Tipi da spiaggia, regia di Mario Mattoli (1959)
Un dollaro di fifa, regia di Giorgio Simonelli (1960)
Risate di gioia, regia di Mario Monicelli (1960)
Il ladro di Bagdad, regia di Arthur Lubin e Bruno Vailati (1961)
Psycosissimo, regia di Steno (1961)
Rosmunda e Alboino, regia di Carlo Campogalliani (1961)
La guerra di Troia, regia di Giorgio Ferroni (1961)
Il dominatore dei sette mari, regia di Primo Zeglio (1962)
Rocambole, regia di Bernard Borderie (1963)
8½, regia di Federico Fellini (1963)