Daniele Palmesi, Federico Clemente Dic 2015

Giancarlo Zarfati

Accreditato anche come Giancarlo Zarfatti; Roma, 26 agosto 1946, è un ex attore italiano, bambino prodigio attivo nel corso degli anni cinquanta e sessanta.

Scoperto da Aldo Fabrizi, che lo sentì fare una poderosa pernacchia con la bocca, attività in cui Zarfati eccelleva, fu immediatamente scritturato per l'indimenticabile personaggio di "Gnappetta" nel film La famiglia Passaguai (1951), di Aldo Fabrizi, e nei suoi seguiti.

Tuttavia le pellicole per cui è tutt'oggi maggiormente ricordato sono Bravissimo (1955), di Luigi Filippo D'Amico, e Totò, Peppino e...la dolce vita (1961), di Sergio Corbucci.

Raggiunta la maggiore età, terminò gli studi e abbandonò completamente l'attività cinematografica. Oggi in pensione.