Gianni Rizzo

All'anagrafe Giovanni Rizzo (Brindisi, 5 aprile 1924 – Roma, 4 febbraio 1992), è stato un attore italiano.

La sua filmografia conta una settantina di titoli; è stato interprete anche in serie televisive e lavori di prosa per la RAI.

Biografia

Spesso impiegato in ruoli da caratterista in film storici (fra cui peplum), della commedia all'italiana, b-movie di genere poliziottesco, ecc., è stato attivo dal 1944, quando debuttò in Macario contro Zagomar, diretto da Giorgio Ferroni, fino al 1986, con l'ultima interpretazione nel ruolo dell'inviato papale ne Il nome della rosa, di Jean-Jacques Annaud.

Diplomatosi all'istituto magistrale della sua città natale, si trasferì poi a Roma per intraprendere la carriera di attore teatrale. Il debutto sul grande schermo come attore cinematografico avvenne negli anni quaranta, dapprima con piccole parti, poi con ruoli da caratterista di maggiore impegno.

È stato spesso interprete di personaggi cinici se non malvagi (nel film La città dolente, di Mario Bonnard, interpretava il ruolo di una spia vendicativa e priva di scrupoli). Queste caratteristiche gli sono rimaste impresse per quasi tutta la carriera e soltanto nella parte finale della carriera l'attore è riuscito a liberarsi dallo scomodo cliché, con la recitazione in film del cosiddetto cinema d'autore (per citare alcuni registi con cui ha lavorato, Roberto Rossellini, Alberto Bevilacqua, Pier Paolo Pasolini, Pietro Germi).


Galleria fotografica

Foto: lombardiabeniculturali.it


Filmografia

Macario contro Zagomar, regia di Giorgio Ferroni (1944)
La città dolente, regia di Mario Bonnard (1948)
Fifa e arena, regia di Mario Mattoli (1948)
Al diavolo la celebrità, regia di Mario Monicelli e Steno (1951)
Tre passi a nord (1951)
Totò le Mokò (1951)
Il bivio (1951)
La ragazza di Trieste (1952)
Serenata amara, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1952)
Il moschettiere fantasma (1952)
Una croce senza nome (1952)
Ho scelto l'amore (1952)
Una madre ritorna (1952)
Puccini, regia di Carmine Gallone (1953)
Tripoli, bel suol d'amore (1954)
Carmen proibita (1954)
Ripudiata (1954)
Orizzonte infuocato (1957)
La notte del grande assalto (1959)
La scimitarra del Saraceno (1959)
Storie d'amore proibite (Il cavaliere e la zarina) (1959) (non accreditato)
Avventura a Capri (1959)
Giuditta e Oloferne (1959)
Il corsaro della mezzaluna (1959)
Agosto, donne mie non vi conosco (1959)
Cavalcata selvaggia (1960)
La vendetta di Ursus (1961)
Gli scontenti (1961)
Una spada nell'ombra (1961)
I due della legione straniera (1962)
Zorro alla corte di Spagna (1962)
Lo smemorato di Collegno (1962)
Io, Semiramide (1962)
Zorro e i tre moschettieri (1963)
I dieci gladiatori (1963)
Il trionfo dei dieci gladiatori (1964)
Spartacus e gli invincibili dieci gladiatori (1964)
Gli invincibili tre (1964)
La sfida viene da Bangkok (1964)
I soldi (1965)
Agente Z 55 missione disperata (1965)
Le bambole (1965)
Requiem per un agente segreto (1966)
Vacanze sulla neve (1966)
Io, io, io... e gli altri (1966)
Faccia a faccia (1967)
Attentato ai tre grandi (1967)
...4..3..2..1...morte (1967)
Trappola per 4 (1967)
Jerry Land - Cacciatore di spie (1967)
Corri uomo corri (1968)
Se incontri Sartana prega per la tua morte (1968)
Ehi amico... c'è Sabata. Hai chiuso! (1969)
La Califfa (1970)
Indio Black, sai che ti dico: Sei un gran figlio di... (1970)
È tornato Sabata... hai chiuso un'altra volta! (1971)
Il Decameron (1971)
Per grazia ricevuta (1971)
Alfredo, Alfredo (1972)
Il lutto si addice ad Elettra (1972, Film TV)
Storie scellerate (1973)
La folie Almayer (1973, TV)
Anno uno (1974)
Questa volta ti faccio ricco! (1974)
Il commissario De Vincenzi (1974, serie televisiva, episodio Il candelabro a sette fiamme)
Antonio e Placido - Attenti ragazzi, chi rompe... paga! (1975)
Dov'è Anna? (1976, serie televisiva)
Casotto, regia di Sergio Citti (1977)
A chi tocca, tocca...! (1978)
Il prezzo del successo (1983)
Venti di guerra (1983, miniserie televisiva, episodio The Storm Breaks)
Tutti dentro, regia di Alberto Sordi (1984)
Il nome della rosa (1986)