Daniele Palmesi, Federico Clemente Dic 2015

Gino Ravazzini

Esordisce nel film di Carlo Borghesio, Processo delle zitelle del 1945. Da questo film in poi, inizia per Ravazzini una carriera come attore caratterista, anche se spesso in piccoli ruoli.

Tra i film in cui compare si possono citare I cadetti di Guascogna di Mario Mattoli del 1950, Sua altezza ha detto no! di Maria Basaglia del 1953, Giove in doppiopetto di Daniele D'Anza del 1954 e in Totò, Peppino e la... malafemmina di Camillo Mastrocinque del 1956.

Nel 1966 fa da spalla a Totò per il ciclo di caroselli, il Cassiere, diretti da Luciano Emmer, in cui interpreta un maldestro rapinatore che s'imbatte nel Cassiere Totò[1]; l'ultimo film dove compare è Lacrime d'amore di Mario Amendola del 1970.