Daniele Palmesi, Federico Clemente Nov 2015

Guglielmo Barnabò

(Ancona, 11 maggio 1888 – Ancona, 31 maggio 1954) è stato un attore italiano. Dopo aver recitato sin da giovane in alcune filodrammatiche, debutta con Annibale Ninchi, al Teatro Greco di Siracusa, nell'estate del 1921, partecipando nella stagione teatrale alle tipiche rappresentazioni tragiche, negli anni successivi è in varie Compagnie tra cui quelle di Luigi Almirante, Alda Borelli, Sergio Tofano, Maria Melato, dove si afferma come caratterista brillante.
Negli anni '30 recita con Gino Cervi, Andreina Pagnani, Paolo Stoppa, Laura Adani e di frequente con la moglie l'attrice Vittorina Benvenuti.
Nel 1935 l'EIAR lo scrittura per una serie di lavori nella prosa radiofonica, principalmente presso la sede di Radio Roma, questa attività radiofonica lo vedrà occupato anche nel dopoguerra anche se in maniera saltuaria, sino ai primi anni '50. Svolse anche una limitata attività di doppiatore.
Il debutto nel cinema avviene durante il periodo muto, ma saranno gli anni '30 che gli daranno la possibilità di affermarsi come uno degli attori caratteristi più richiesti da registi e produttori, tanto che, in circa 20 anni, sarà presente in oltre 110 pellicole, sino al film Carosello napoletano di Ettore Giannini, sua ultima interpretazione prima della morte, avvenuta nello stesso anno, il 1954, ad Ancona. Avrà anche la possibilità di apparire in alcune commedie della neonata televisione italiana RAI.