Lidia Martora (Lidia Maresca)

Pseudonimo di Lidia Maresca (Rocca di Cave, 13 gennaio 1917 – Roma, 23 aprile 1971), è stata un'attrice italiana.

Biografia

Nata da una famiglia di famosi artisti di varietà, la madre è una soubrette, il padre Achille un impresario, lo zio Luigi un cantante di operette; sorella di Marisa Maresca, è stata un'attrice del teatro di rivista dalla fine degli anni '30, per poi diventare una caratterista nel cinema italiano degli anni cinquanta e sessanta ed un'attrice radiofonica a televisiva.

Nel 1938, al Teatro Piccinni di Bari, durante lo spettacolo A Coperchia è caduta una stella, conosce Peppino De Filippo[1], che diventa il suo compagno di vita per molti anni (e causando il litigio con il fratello Eduardo De Filippo[2], che già nel 1940, dopo l'ingresso della Martora nella compagnia[3] non l'aveva confermata nel suo ruolo[4]) e che sposerà solamente il 23 aprile del 1971 in punto di morte di lei, nella clinica Villa Flaminia di Roma in cui era ricoverata da una settimana[5].

L'esordio sul grande schermo è nel film Biancaneve e i sette ladri di Giacomo Gentilomo del 1949, con Peppino De Filippo e Silvana Pampanini, in un ruolo minore.

Nel 1953 interpreta Carmela nel film Lo scocciatore (Via Padova 46) di Giorgio Bianchi, sempre con Peppino De Filippo e con Giulietta Masina.

Continua peraltro in questi anni l'attività teatrale, e la sua recitazione è apprezzata dalla critica (ad esempio per Buon appetito, signor commissario da Paolo Ricci su L'Unità del 20 aprile 1958[6]).

Nel 1959 Mario Soldati la dirige nel film Policarpo, ufficiale di scrittura nel ruolo di Amelia Pancarano con Renato Rascel.

Nel film con Totò Signori si nasce di Mario Mattoli interpreta Maria Luisa, la moglie di Peppino De Filippo. Riposa nella tomba di famiglia dei De filippo al Verano di Roma.


Galleria fotografica

Foto: Getty Images


Filmografia

Biancaneve e i sette ladri, regia di Giacomo Gentilomo (1949)
Non è vero... ma ci credo, regia di Sergio Grieco (1952)
Lo scocciatore (Via Padova 46), regia di Giorgio Bianchi (1953)
Policarpo, ufficiale di scrittura, regia di Mario Soldati (1959)
Signori si nasce, regia di Mario Mattoli (1960)
Genitori in blue-jeans, regia di Camillo Mastrocinque (1960)
I 4 monaci, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1962)

Prosa televisiva RAI

Un ragazzo di campagna, con Gabriella Placci, Miriam Pisacci, Corrado Olmi, Cesare Bettarini, Aldo Alori, Peppino De Filippo, Marcello Tusco, Alba Cardilli, Lidia Martora, Luigi De Filippo, Pino Ferrara, regia di Peppino De Filippo, trasmessa il 16 agosto 1959.
Aria paesana, Olimpio Gargano, Lidia Martora, Emilio Marchesini, Gigi Reder, Luigi De Filippo, Peppino De Filippo, regia di Peppino De Filippo, trasmessa il 4 settembre 1960.
...Ma c'è papà!, commedia con Peppino De Filippo, Luigi De Filippo, Aldo Giuffré, Gigi Reder, Lidia Martora, Angela Luce, Daniela Calvino, Emilio Marchesini, regia di Marcella Curti Gialdino e Peppino De Filippo, trasmessa il 11 settembre 1960.
L'ospite gradito. Commedia in tre atti di Peppino De Filippo con Peppino de Filippo, Lidia Martora, Dolores Palumbo, Luigi de Filippo, Grazia Maria Spina, Pino Ferrara, Edoardo Toniolo, Gianni Agus. Regia di Romolo Siena. Secondo Canale; 1963.
I migliori sono sempre così, commedia con Miriam Pisani, Giulio Girola, Augusto Mastrantoni, Peppino De Filippo, Enzo Petito, Dante Maggio, Enrico Luzi, Pino Ferrara, Luigi De Filippo, Helene Remy, Lidia Martora, Evar Maran, regia di Peppino De Filippo, trasmessa il 19 settembre 1964
Quaranta...ma non li dimostra, regia di Romolo Siena, testo di Peppino e Titina De Filippo, con Lidia Martora, Peppino De Filippo, Gianni Agus, Paola Quattrini, Grazia Maria Spina, Gigi Reder (1963).

Prosa radiofonica RAI

Ventiquattr'ore di un uomo qualunque, di Ernesto Grassi con Peppino De Filippo, Mario Siletti, Luigi De Filippo, Lidia Martora, Gina Amendola, regia di Peppino De Filippo, secondo programma, lunedì 3 ottobre 1955 ore 21

Note