Print Friendly, PDF & Email

Luigi De Filippo

(Napoli, 10 agosto 1930) è un attore, commediografo e regista italiano di teatro, figlio di Peppino De Filippo e Adele Carloni.

Biografia

Nel 1951, a 21 anni, debutta nella compagnia paterna. Negli anni sessanta appare in qualche film della commedia all'italiana, ma il teatro è il suo grande amore.

Nel 1960 sposa a Roma l'attrice inglese Ann Patricia Fairhurst dalla quale poi si separa dopo qualche tempo, poi nel 1970 sposa l'attrice francese Nicole Tessier dalla quale ha nel 1972 la figlia Carolina, che lo ha reso nonno nel 2005. Rimasto vedovo, sposa nel 1997 a Roma Laura Tibaldi.

Nel 1978 lascia la compagnia paterna per fondarne una propria; oltre a recitare le commedie di famiglia e le sue recita anche Gogol', Molière, Pirandello, per citarne alcuni.

Nel 1987 interpreta ne La piovra 3 il ruolo del giudice Venturi.

Ha fatto svariate tournée in Francia, Germania e Svizzera.

Nel 2000 incide l'album La Commedia del Re Buffone e del Buffone Re (Polosud Records - PS031) le cui tracce sono tratte dalle canzoni dello spettacolo omonimo.

Nel 2001 riceve per i suoi 50 anni di attività il Premio Personalità Europea in Campidoglio.[1]

In televisione è stato interprete in Storie della camorra, sceneggiato televisivo trasmesso da Rai 1 nel 1978, diretto da Paolo Gazzara.

Il 28 giugno 2011 succede a Maurizio Costanzo nella direzione artistica del "Teatro Parioli" di Roma che diventa "Teatro Parioli-Peppino De Filippo"[2].


Galleria fotografica

Foto: Archivio Istituto Luce


Filmografia

Filumena Marturano, regia di Eduardo De Filippo (1951)
La leggenda del Piave, regia di Riccardo Freda (1952)
I morti non pagano le tasse, regia di Sergio Grieco (1952)
Non è vero... ma ci credo, regia di Sergio Grieco (1952)
Peppino e la vecchia signora di Emma Gramatica e Piero Ballerini (1954)
Da qui all'eredità, regia di Antonio Pietrangeli (1955)
Cortile, regia di Antonio Pietrangeli (1955)
Parola di marinaio, regia di Turi Vasile (1958)
Anna di Brooklyn, regia di Vittorio De Sica e Carlo Lastricati (1958)
Lazzarella, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1958)
Roulette e roulotte, regia di Turi Vasile (1959)
Arrangiatevi!, regia di Mauro Bolognini (1959)
Policarpo, ufficiale di scrittura , regia di Mario Soldati (1959)
Cerasella, regia di Raffaello Matarazzo (1959)
Chi si ferma è perduto, regia di Sergio Corbucci (1960)
Il mio amico Jekyll, regia di Marino Girolami (1960)
Gli incensurati, regia di Francesco Giaculli (1961)
Le quattro giornate di Napoli, regia di Nanni Loy (1962)
Il mio amico Benito, regia di Giorgio Bianchi (1962)
Viaggio di nozze all'italiana, regia di Mario Amendola (1966)
Siamo tutti beati, regia di Ettore Fizzarotti (1967)
Amore all'italiana, regia di Steno (1966)
Soldati e capelloni, regia di Ettore Maria Fizzarotti (1967)
Ninì Tirabusciò la donna che inventò la mossa, regia di Marcello Fondato (1970)
Venga a fare il soldato da noi (1972)
Giovanni Senzapensieri, regia di Marco Colli (1985)
La piovra 3, regia di Luigi Perelli (1987)
Quelli del casco, regia di Luciano Salce (1987)
Il ricatto 2, regia di Vittorio De Sisti (1990)
In nome del popolo sovrano, regia di Luigi Magni (1990)
Il prezzo del denaro, regia di Maurizio Lucidi (1995)
Un posto al sole, (1999) registi vari (televisione)
Pupetta - Il coraggio e la passione, (2013) Luciano Odorisio (televisione)

Onorificenze

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 26 novembre 2010[3]
Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 26 maggio 2004[4]
Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 2 giugno 1997[3]

Note

  1. ^ Luigi De Filippo - Ultime notizie su Luigi De Filippo - Argomenti del Sole 24 Ore, su Argomenti Argomenti del Sole 24 Ore. URL consultato l'08 marzo 2016.
  2. ^ Il Parioli a Luigi De Filippo: a ottanta anni ricominciò - Il Messaggero
  3. a b Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
  4. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.