Margaret Rose Keil

E' un'attrice tedesca. 

Biografia

Ha avuto un periodo di notorietà in Italia a partire dagli anni sessanta soprattutto come interprete di fotoromanzi della Lancio e come testimonial dell'aperitivo Punt e Mes (prodotto dalla Carpano), che pubblicizzò nella rubrica televisiva Carosello, girando a partire dal 1964 diverse serie di short-film (rimasti celebri sia per il raffinato plot, di intonazione romantica, di cui fu autore - e regista - Luciano Emmer, sia per l'indovinatissimo jingle, cantato da Nicola Arigliano[1]). La sua carriera si è protratta fino ai primi anni ottanta.

Accreditata talvolta come Margaret Keil, Margareth Rose Keil e Margaret Rose. La sua filmografia consta di una trentina di titoli, prevalentemente da collegarsi a b-movie di genere horror, peplum, fantascientifico, poliziottesco, spaghetti western, musicarello, sexploitation e della commedia erotica all'italiana. Nelle distribuzioni italiane è stata doppiata, fra l'altro, dalle doppiatrici Laura Gianoli e Annarosa Garatti.


Galleria fotografica

Foto: Getty Images


Fotoromanzi

Keil ha interpretato sedici fotoromanzi Lancio nel periodo che va dal 1968 al 1970, con un'appendice nel 1977. In sette di essi è apparsa come protagonista:

La vita appesa a un filo
Ombre sotto la luna (testata: Jacques Douglas)
La vita appesa a un filo (Jacques Douglas)
Si muore solo tre volte (testata: Lucky Martin)
Brindisi per un assassinio (Lucky Martin)
Quando si muore per amore
Triangolo d'amore
L'amore è ombra l'amore è luce

Filmografia

I magnifici tre (1961)
La ragazza di mille mesi (1961)
Totò di notte n. 1 (1962)
Le prigioniere dell'isola del diavolo (1962)
That Kind of Girl (1963)
Gli imbroglioni (1963, episodio Siciliani)
...e la donna creò l'uomo (1964)
Panic Button... Operazione Fisco! (Panic Button) (1964)
I marziani hanno 12 mani (1964)
Agente Jo Walker operazione Estremo Oriente (Kommissar X - In den Klauen des goldenen Drachen) (1966)
Addio mamma (1967)
La più bella coppia del mondo (1968)
Il ritorno del gladiatore più forte del mondo (1971)
Roma bene (1971)
I due pezzi da 90 (1971, accreditata come Margareth Rose Keil)
...e lo chiamarono Spirito Santo (1971, accreditata come Margaret Rose)
Decameroticus (1972)
Il Decamerone proibito (1972)
Io monaca... per tre carogne e sette peccatrici (1972, accreditata come Margaret [Rose] Keil)
Le mille e una notte... e un'altra ancora!, regia di Enrico Bomba (1972)
Metti... che ti rompo il muso (1973)
Elena sì... ma di Troia (1973)
Quando i califfi avevano le corna (1973)
Novelle licenziose di vergini vogliose (1973)
Fra' Tazio da Velletri (1973)
Metti lo diavolo tuo ne lo mio inferno (1973)
Zelda (1974)
La polizia brancola nel buio (1975)
Scusi eminenza... posso sposarmi? (1975)
La missione del mandrillo (1975)
Corte marziale (1977)
Febbre a 40! (1980)
Ein echter Hausfrauenfreund (1980)
Giochi erotici nella terza galassia (1981, accreditata come Margaret Rose)