Nanni Loy

 Nanni Loy

All'anagrafe Giovanni Battista Loy (Cagliari, 23 ottobre 1925 – Fiumicino, 21 agosto 1995), è stato un regista, sceneggiatore e attore italiano.

Biografia

Dopo essersi diplomato presso il Centro sperimentale di cinematografia di Roma nel 1948, esordì alla regia con Parola di ladro (1957), umoristico e fine giallo in costume, diretto assieme a Gianni Puccini, con il quale girò l'anno successivo Il marito. Dopo aver consolidato la sua vena umoristica con L'audace colpo dei soliti ignoti (1959), si affermò con due film sulla Resistenza, Un giorno da leoni (1961) e Le quattro giornate di Napoli (1962), affresco popolare e vigoroso, per poi dedicarsi alla spiritosa trasmissione televisiva Specchio segreto (1965), prima apparizione italiana del genere della candid camera.
Accentuò quindi la propria verve polemica in Detenuto in attesa di giudizio (1971) e specialmente in Sistemo l'America e torno (1973). Dopo Viaggio in seconda classe (1977), per la televisione, realizzò Café Express (1980), Testa o croce (1982), Mi manda Picone (1984), Amici miei - Atto IIIº (1985), Scugnizzi (1989) e Pacco, doppio pacco e contropaccotto (1993). Da ricordare, tra le sue ultime opere, la miniserie televisiva A che punto è la notte (1994) e la regia teatrale di Scacco pazzo.
Sposato con Bianca Marchesano, Nanni Loy ha avuto quattro figli: Caterina, Francesco (musicista rock del gruppo Loy e Altomare), Tommaso e Guglielmo. Morì all'età di 69 anni per un attacco cardiaco, e riposa al cimitero del Verano di Roma.

Filmografia

Regista e sceneggiatore

Parola di ladro, co-regia di Gianni Puccini (1957)
Il marito, co-regia di Gianni Puccini (1958)
Audace colpo dei soliti ignoti (1959)
Un giorno da leoni (1961)
Le quattro giornate di Napoli (1962)
Made in Italy (1965)
Il padre di famiglia (1967)
Rosolino Paternò, soldato... (1970)
Detenuto in attesa di giudizio (1971)
Sistemo l'America e torno (1974)
Signore e signori, buonanotte (1976)
Basta che non si sappia in giro (1976), episodio Macchina d'amore
Quelle strane occasioni (1976), episodio Italian Superman
Café Express (1980)
Testa o croce (1982)
Mi manda Picone (1983)
Amici miei - Atto III (1985)
Gioco di società (1989), film TV
Scugnizzi (1989)
Pacco, doppio pacco e contropaccotto (1993)
A che punto è la notte (1994), miniserie TV

Attore

I complessi (1965), episodio Guglielmo il dentone
Lettera aperta a un giornale della sera, regía di Francesco Maselli (1970)
Marcovaldo, regía di Giuseppe Bennati (1970), sceneggiato televisivo
Incensurato provata disonestà carriera assicurata cercasi, regia di Marcello Baldi (1972)
Tre tigri contro tre tigri, regía di Sergio Corbucci e Steno (1977)
Racconti di fantascienza, regía di Alessandro Blasetti (1979), miniserie televisiva
La vera vita di Antonio H., regía di Enzo Monteleone (1994)

Aiuto regista

Amo un assassino di Baccio Bandini (1951)

Premi

Nastro d'argento nel 1963 per la regia di Le quattro giornate di Napoli
Premio Oscar
nomination all'Oscar alla migliore sceneggiatura originale per Le quattro giornate di Napoli nel 1964

Bibliografia

Antioco Floris e Paola Ugo (a cura di), Nanni Loy un regista fattapposta, Cagliari, Cuec, 1996
Stefano Porru e Carmen Giordano, "Nanni Loy, regista per caso", film documento, Directory Media, 2005.


Galleria fotografica


Riferimenti e bibliografie:

Videoclip estratti dalle serie televisive prodotte dalla RAI "Il Pianeta Totò", ideata e condotta da Giancarlo Governi, trasmessa in tre edizioni diverse - riviste e corrette - a partire dal 1988 e "Totò un altro pianeta" speciale in 15 puntate trasmesso nel 1993 su Rai Uno e curato da Giancarlo Governi.