Riccardo Garrone

(Roma, 1º novembre 1926 – Milano, 14 marzo 2016) è stato un attore, regista e doppiatore italiano.

Biografia

Nel 1949 frequenta l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica «Silvio D'Amico», e nello stesso anno esordisce al cinema con Adamo ed Eva di Mario Mattoli. È lui per primo che ne intuisce le qualità e lo sceglierà in seguito per diversi altri ruoli, il primo dei quali sarà l'ufficiale delle guardie in Due notti con Cleopatra, del 1953. Per la bella presenza e la recitazione misurata, verrà in genere destinato a ruoli di giovane elegante, simpatico e talvolta un po' disonesto.

La sua naturale ironia gli permetterà di interpretare una notevole quantità di personaggi comici, tra i quali ricordiamo il prete don Fulgenzio in Venezia, la luna e tu, il fusto in Belle ma povere, il guidatore della 1100 in Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo. Non sfigura però nei ruoli drammatici, come ne Il bidone e La dolce vita di Federico Fellini, La romana di Luigi Zampa e La ragazza con la valigia di Valerio Zurlini.

Nel 1950 aveva iniziato a lavorare anche in teatro, prima con la compagnia Gassman-Torrieri-Zareschi, poi anche con la compagnia Morelli-Stoppa diretta da Luchino Visconti; ma per tutti gli anni cinquanta, sessanta e settanta lavora intensivamente per il grande schermo, comparendo non solo in pellicole d'autore, ma anche in numerosissimi B-movie (comici, horror, spaghetti-western, commedie scollacciate). Nel 1974 si cimenta anche nella regia con due film a basso costo, La mafia mi fa un baffo (parodia de Il padrino) e la commedia sexy La commessa, entrambi usciti nelle sale l'anno successivo.

Attivo anche nel doppiaggio, Garrone presta la voce a numerosi personaggi di telefilm americani e compare anche in produzioni televisive (Scaramouche, Il triangolo rosso, Lui e lei, Un medico in famiglia).

Nel 1983 Garrone ha interpretato, nel film Fantozzi subisce ancora (il quarto dell'intera saga di Fantozzi), il personaggio del geometra Calboni, che precedentemente aveva avuto il volto di Giuseppe Anatrelli. Quest'ultimo era deceduto due anni prima dell'uscita del film. Dopo quel film il personaggio verrà cancellato dalla serie.

In teatro, dal 1987 al 1991 collabora con la compagnia di Antonella Steni. Nel 1990 lavora al Teatro Sistina interpretando la commedia musicale Aggiungi un posto a tavola nella parte della voce di Dio. Dopo quasi sessant'anni di attività, la sua popolarità è tornata a crescere con gli spot pubblicitari per Luigi Lavazza S.p.A. nel ruolo di san Pietro, interpretato dal 1995 al 2014, in compagnia dapprima di Tullio Solenghi (1995-1999), poi di Paolo Bonolis e Luca Laurenti (2000-2011) ed infine di Enrico Brignano (2012-2014); nel 2014 viene sostituito proprio da Tullio Solenghi nel ruolo di san Pietro. Nel 1998 interpreta il ruolo di Nicola Solari nella serie televisiva Un medico in famiglia; tornerà ad indossare i panni di Nicola Solari nel 2004, nella quarta stagione di Un medico in famiglia, ma prenderà parte solo a due episodi. Nel 2010 presta la voce all'orso giocattolo Lotso nel film Toy Story 3 - La grande fuga.

Ritiratosi dalle scene nel 2014, muore il 14 marzo 2016 all'Ospedale Niguarda di Milano a pochi mesi dal suo novantesimo compleanno.


Galleria fotografica

Foto: Getty images


Filmografia

Attore

Cinema

Adamo ed Eva, regia di Mario Mattoli (1949)
Tormento del passato, regia di Mario Bonnard (1952)
Fratelli d'Italia, regia di Fausto Saraceni (1952)
Due notti con Cleopatra, regia di Mario Mattoli (1953)
I sette dell'Orsa Maggiore, regia di Duilio Coletti (1953)
La romana, regia di Luigi Zampa (1954)
Ulisse, regia di Mario Camerini (1954)
Il prezzo della gloria, regia di Antonio Musu (1955)
Addio sogni di gloria, regia di Giuseppe Vari (1955)
Una sera di maggio, regia di Giorgio Pastina (1955)
Il bidone, regia di Federico Fellini (1955)
La rossa, regia di Luigi Capuano (1955)
Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo, regia di Mauro Bolognini (1956)
Il ferroviere, regia di Pietro Germi (1956)
Una voce, una chitarra, un po' di luna, regia di Giacomo Gentilomo (1956)
Lazzarella, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1957)
L'ultima violenza, regia di Raffaello Matarazzo (1957)
Il medico e lo stregone, regia di Mario Monicelli (1957)
Padri e figli, regia di Mario Monicelli (1957)
Il momento più bello, regia di Luciano Emmer (1957)
Belle ma povere, regia di Dino Risi (1957)
Caporale di giornata, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1958)
Amore e chiacchiere, regia di Alessandro Blasetti (1958)
Le dritte, regia di Mario Amendola (1958)
Venezia, la luna e tu, regia di Dino Risi (1958)
L'amico del giaguaro, regia di Giuseppe Bennati (1958)
Il nemico di mia moglie, regia di Gianni Puccini e Gabriele Palmieri (1959)
Nel blu dipinto di blu, regia di Piero Tellini (1959)
Ciao, ciao bambina! (Piove), regia di Sergio Grieco (1959)
La cento chilometri, regia di Giulio Petroni (1959)
Madri pericolose, regia di Domenico Paolella (1960)
Il vigile, regia di Luigi Zampa (1960)
La dolce vita, regia di Federico Fellini (1960)
Salambò, regia di Sergio Grieco (1960)
Audace colpo dei soliti ignoti, regia di Nanni Loy (1960)
Saffo, venere di Lesbo, regia di Pietro Francisci (1960)
Signori si nasce, regia di Mario Mattoli (1960)
Cacciatori di dote, regia di Mario Amendola (1961)
Fra' Manisco cerca guai, regia di Armando W. Tamburella (1961)
La ragazza con la valigia, regia di Valerio Zurlini (1961)
Capitan Fracassa, regia di Pierre Gaspard-Huit (1961)
Laura nuda, regia di Nicolò Ferrari (1961)
Giorno per giorno disperatamente, regia di Alfredo Giannetti (1961)
Cronache del '22, registi vari (1961)
Caccia all'uomo, regia di Riccardo Freda (1961)
Ponzio Pilato, regia di Gian Paolo Callegari e Irving Rapper (1961)
Peccati d'estate, regia di Giorgio Bianchi (1962)
Eva, regia di Joseph Losey (1962)
Marcia o crepa, regia di Frank Wisbar (1962)
La congiura dei dieci, regia di Baccio Bandini (1962)
I Don Giovanni della Costa Azzurra, regia di Vittorio Sala (1962)
I terribili 7, regia di Raffaello Matarazzo (1963)
La pupa, regia di Giuseppe Orlandini (1963)
La rimpatriata, regia di Damiano Damiani (1963)
Il successo, regia di Mauro Morassi e Dino Risi (1963)
Due mattacchioni al Moulin Rouge, regia di Carlo Infascelli (1964)
Il treno del sabato, regia di Vittorio Sala (1964)
Se permettete parliamo di donne, regia di Ettore Scola (1964)
Amore facile, regia di Gianni Puccini (1964)
Una Rolls-Royce gialla, regia di Anthony Asquith (1964)
I due pericoli pubblici, regia di Lucio Fulci (1964)
5 tombe per un medium, regia di Massimo Pupillo (1965)
I due sergenti del generale Custer, regia di Giorgio Simonelli (1965)
Una giornata decisiva, episodio di I complessi, regia di Dino Risi (1965)
Idoli controluce, regia di Enzo Battaglia (1965)
I soldi, regia di Gianni Puccini e Giorgio Cavedon (1965)
Spiaggia libera, regia di Marino Girolami (1966)
Degueyo, regia di Giuseppe Vari (1966)
Destinazione marciapiede, regia di Denys de La Patellière (1966)
Maigret a Pigalle, regia di Mario Landi (1966)
I ragazzi di Bandiera Gialla, regia di Mariano Laurenti (1967)
Un colpo da re, regia di Angelo Dorigo (1967)
Il fischio al naso, regia di Ugo Tognazzi (1967)
Tre morsi nella mela, regia Alvin Ganzer (1967)
Arriva Dorellik, regia di Steno (1967)
Bang Bang Kid, regia di Giorgio Gentili e Luciano Lelli (1967)
Se vuoi vivere... spara!, regia di Sergio Garrone (1968)
Un killer per Sua Maestà, regia di Federico Chentrens e Maurice Cloche (1968)
Un dollaro per 7 vigliacchi, regia di Giorgio Gentili (1968)
La vuole lui... lo vuole lei, regia di Mario Amendola (1968)
Pensando a te, regia di Aldo Grimaldi (1969)
E continuavano a chiamarlo figlio di... (El Zorro justiciero), regia di Rafael Romero Marchent (1969)
Il ragazzo che sorride, regia di Aldo Grimaldi (1969)
Una lunga fila di croci, regia di Sergio Garrone (1969)
Toh, è morta la nonna!, regia di Mario Monicelli (1969)
La morte bussa due volte (Blonde Köder für den Mörder), regia di Harald Philipp (1969)
Il divorzio, regia di Romolo Guerrieri (1970)
La ragazza di nome Giulio, regia di Tonino Valerii (1970)
Sledge (A Man Called Sledge), regia di Vic Morrow e Giorgio Gentili (1970)
Basta guardarla, regia di Luciano Salce (1970)
Mazzabubù... Quante corna stanno quaggiù?, regia di Mariano Laurenti (1971)
Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata, regia di Luigi Zampa (1971)
Grazie zio, ci provo anch'io, regia di Nick Nostro (1971)
Trastevere, regia di Fausto Tozzi (1971)
Siamo tutti in libertà provvisoria, regia di Manlio Scarpelli (1971)
Decameroticus, regia di Giuliano Biagetti (1972)
Decameron proibitissimo (Boccaccio mio statte zitto), regia di Marino Girolami (1972)
La bella Antonia, prima monica e poi dimonia, regia di Mariano Laurenti (1972)
Il West ti va stretto, amico... è arrivato Alleluja, regia di Giuliano Carnimeo (1972)
La colomba non deve volare, regia di Sergio Garrone (1972)
Che c'entriamo noi con la rivoluzione?, regia di Sergio Corbucci (1972)
Rugantino, regia di Pasquale Festa Campanile (1973)
Maria Rosa la guardona, regia di Marino Girolami (1973)
Il figlioccio del padrino, regia di Mariano Laurenti (1973)
Giovannona Coscialunga disonorata con onore, regia di Sergio Martino (1973)
Tedeum, regia di Enzo G. Castellari (1973)
Il bacio di una morta, regia di Carlo Infascelli (1974)
Il baco da seta, regia di Mario Sequi (1974)
Di Tresette ce n'è uno, tutti gli altri son nessuno, regia di Giuliano Carnimeo (1974)
La mafia mi fa un baffo, regia di Riccardo Garrone (1974)
4 marmittoni alle grandi manovre, regia di Marino Girolami (1974)
Scusi si potrebbe evitare il servizio militare?... No!, regia di Luigi Petrini (1974)
L'eredità dello zio Buonanima, regia di Alfonso Brescia (1974)
La poliziotta fa carriera, regia di Michele Massimo Tarantini (1975)
Il fidanzamento, regia di Giovanni Grimaldi (1975)
Il medaglione insanguinato, regia di Massimo Dallamano (1975)
La sposina, regia di Sergio Bergonzelli (1976)
La campagnola bella, regia di Mario Siciliano (1976)
Peccatori di provincia, regia di Tiziano Longo (1976)
Le avventure e gli amori di Scaramouche, regia di Enzo G. Castellari (1976)
La vergine, il toro e il capricorno, regia di Luciano Martino (1977)
Il cinico, l'infame, il violento, regia di Umberto Lenzi (1977)
Tre simpatiche carogne, regia di Francis Girod (1977)
Il furto della Gioconda, regia di Renato Castellani (1978)
La cicala, regia di Alberto Lattuada (1980)
Ciao nemico, regia di Enzo Barboni (1982)
Ricchi, ricchissimi... praticamente in mutande, regia di Sergio Martino (1982)
Fantozzi subisce ancora, regia di Neri Parenti (1983)
Vacanze di Natale, regia di Carlo Vanzina (1983)
Windsurf - Il vento nelle mani, regia di Claudio Risi (1984)
Amarsi un po', regia di Carlo Vanzina (1984)
I miei primi 40 anni, regia di Carlo Vanzina (1987)
Paprika, regia di Tinto Brass (1991)
Un inverno freddo freddo, regia di Roberto Cimpanelli (1996)
Simpatici & antipatici, regia di Christian De Sica (1998)
La cena, regia di Ettore Scola (1998)
Arresti domiciliari, regia di Stefano Calvagna (2000)
Al momento giusto, regia di Giorgio Panariello e Gaia Gorrini (2000)
Ti voglio bene Eugenio, regia di Francisco Josè Fernandez (2002)
Amore 14, regia di Federico Moccia (2009)
La città invisibile, regia di Giuseppe Tandoi (2010)
Stripes, regia di Marco Adabbo (2013)
La legge è uguale per tutti... forse, regia di Ciro Ceruti e Ciro Villano (2014)


Televisione

Prosa RAI

Una notte piovosa, regia di Carlo Di Stefano, Secondo programma, 9 giugno 1968
Hanno ucciso il miliardario (Achille Saitta), regia di Alda Grimaldi, Programma nazionale, 13 agosto 1968
Caligola (Albert Camus), regia di Luigi Squarzina, Raidue, 18 gennaio 1982
Il re pescatore (Julien Gracq), regia di Krzysztof Zanussi e Marcello Aliprandi, Raidue, 31 agosto 1996
Teatro Excelsior (Vincenzo Cerami), regia di Maurizio Scaparro e Antonio Moretti, Raidue, 12 aprile 1997


Sceneggiati e serie

Umiliati e offesi (Fjodor M. Dostoevskij) regia di Vittorio Cottafavi, 4 punt., Programma nazionale, Sceneggiato, 27 settembre - 18 ottobre 1958
Il romanzo di un maestro (Edmondo De Amicis), regia di Mario Landi, con Armando Francioli, Cosetta Greco, Lucilla Morlacchi, Programma nazionale (1959)
Scaramouche, regia di Daniele D'Anza, Sceneggiato (1965)
Il triangolo rosso, regia di Piero Nelli e Mario Maffei, 6 punt., Secondo programma, 21 luglio - 25 agosto 1967
"Le inchieste del Commissario Maigret" regia di Mario Landi sceneggiato Rai 1967 - 1970, interpretazione: Ispettore Lapoint
Sul filo della memoria, regia di Leandro Castellani, 3 punt., Programma nazionale, giallo, 23 maggio - 6 giugno 1972
Il furto della Gioconda, regia di Renato Castellani, 3 punt., Raidue, Sceneggiato, 1º febbraio - 15 febbraio 1978
Lulù, regia di Sandro Bolchi, 4 punt., Raiuno, Sceneggiato, 2 febbraio - 23 febbraio 1986
Il vigile urbano, regia di Castellano e Pipolo, 13 punt., Raiuno, commedia, 9 novembre 1989 - 18 gennaio 1990
Per amore o per amicizia, regia di Paolo Poeti, film tv, 1993
Due per tre - sit-com TV (1997), episodio "Lo zio d'America"
Amico mio, regia di Paolo Poeti, 8 punt., prima stagione, Raiuno, 30 novembre 1993 - 25 gennaio 1994 (poi seconda stagione, 1998)
Lui e lei, regia di Luciano Manuzzi, serie TV (1998-1999)
Un medico in famiglia, regia di Anna Di Francisca, Riccardo Donna, Tiziana Aristarco, 52 punt., serie TV, prima stagione, Raiuno, 6 dicembre 1998 - 30 maggio 1999
Un prete tra noi, regia di Giorgio Capitani e Lodovico Gasparini, serie TV, Raidue (1997-1999)
La tassista, regia di José María Sánchez, serie TV, Raiuno (2004)
E poi c'è Filippo, regia di Maurizio Ponzi, miniserie TV, Canale 5 (2006)
Anna e i cinque, regia di Monica Vullo (st. 1) e Franco Amurri (st. 2), serie TV, Canale 5 (2008-2011)
Se devi dire una bugia dilla grossa regia di Eros Macchi 1986

Varietà

Orsa maggiore, regia di Eros Macchi, Secondo programma, 7 punt. (17/1-28/2/1965)
Mezze luci, regia di Gianni Serra, Secondo programma (1966)
L'amico della notte, regia di Enzo Trapani, Raiuno (1977)


Doppiatore

Lucifero in Il gatto con gli stivali
Decurione Rompistincus in Asterix e la sorpresa di Cesare
Fido in Lilli e il vagabondo (ridoppiaggio), Lilli e il vagabondo II - Il cucciolo ribelle
Terrore in Casper - Un fantasmagorico inizio
Lotso in Toy Story 3 - La grande fuga
Theo Gattler in Baldios - Il guerriero dello spazio
Takosaku in Muteking
Generale Dunkel in Combattler V
Dottor Watson in Il fiuto di Sherlock Holmes
Regista[modifica | modifica wikitesto]
La mafia mi fa un baffo (1974)
La commessa (1975)


Produttore esecutivo

Impatto mortale, regia di Fabrizio De Angelis (1984)

Pubblicità

Caffè Lavazza nel ruolo di San Pietro (1995-2014)

Doppiatori italiani

Renato Turi in Il ferroviere
Carlo Romano in Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo
Gianrico Tedeschi in Audace colpo dei soliti ignoti
Emilio Cigoli in Fra' Manisco cerca guai
Roberto Villa in La rimpatriata
Arturo Dominici in Il West ti va stretto, amico... è arrivato Alleluja
Glauco Onorato in Ponzio Pilato
Sergio Rossi in Degueyo
Antonio Guidi in Il successo