Tamara Lees

Nata nel 1924 a Vienna per motivi di lavoro dei genitori ma cresciuta e residente per tutta la sua vita in Gran Bretagna, fu regina di numerosi concorsi di bellezza, ragazza copertina e protagonista di numerosissime pubblicità.

Biografia

Esordì al cinema sul finire degli anni quaranta, con piccoli ruoli in b-movie come Vigilia di nozze (1948) di Gordon Parry o Il duca e la ballerina (1949) di Brian Desmond Hurst.
Conobbe la celebrità grazie a due pellicole, Totò sceicco (1950) di Mario Mattoli, dove interpretò la regina Antinea, e Filumena Marturano (1951) di Eduardo De Filippo, in cui ebbe il ruolo di Diana, la rivale della protagonista.
La sua carriera si perse in seguito in film di poco conto, anche se la sua celebrità nel paese natio rimase stabile fino alla seconda metà degli anni sessanta.
Ritiratasi a vita privata in una sontuosa dimora della campagna inglese, morì nel 1999, poco dopo aver compiuto settantacinque anni, nella discrezione e nel silenzio dopo decenni di isolamento volontario. In questo periodo si era dedicata con passione alla scrittura ed alla pittura.
Fu la prima moglie dell'attore Bonar Colleano (1924-1958), tragicamente morto in un incidente d'auto; in seguito sposò il segretario di produzione Fulvio Vergari.

Filmografia

Tamara Lees e Virgilio Riento in Bellezze a Capri (1951)
While the Sun Shines, regia di Anthony Asquith (1947)
Vigilia di nozze (Bond Street), regia di Gordon Parry (1948) - non accreditata
A Piece of Cake, regia di John Irwin (1948)
Stop Press Girl, regia di Michael Barry (1949) - non accreditata
Marry Me, regia di Terence Fisher (1949) - non accreditata
Il duca e la ballerina (Trottie True), regia di Brian Desmond Hurst (1949) - non accreditata
Il falco rosso, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1949)
Romanticismo, regia di Clemente Fracassi (1950)
Vita da cani, regia di Mario Monicelli e Steno (1950)
Quel bandito sono io (Her Favorite Husband), regia di Mario Soldati (1950)
Totò sceicco, regia di Mario Mattoli (1950)
Bellezze a Capri, regia di Adelchi Bianchi (1951)
Filumena Marturano, regia di Eduardo De Filippo (1951)
Il lupo della frontiera, regia di Edoardo Anton (1951)
Tizio, Caio, Sempronio, regia di Marcello Marchesi, Vittorio Metz e Alberto Pozzetti (1951)
Canzone di primavera, regia di Mario Costa (1951)
La città si difende, regia di Pietro Germi (1951)
Verginità, regia di Leonardo De Mitri (1952)
Il moschettiere fantasma, regia di Max Calandri e William French (1952)
È arrivato l'accordatore, regia di Duilio Coletti (1952)
Il tallone di Achille, regia di Mario Amendola e Ruggero Maccari (1952)
Le meravigliose avventure di Guerrin Meschino, regia di Pietro Francisci (1952)
La tratta delle bianche, regia di Luigi Comencini (1952)
Anna perdonami, regia di Tanio Boccia (1953)
Balocchi e profumi, regia di F.M. De Bernardi e Natale Montillo (1953)
Perdonami!, regia di Mario Costa (1953)
Noi peccatori, regia di Guido Brignone (1953)
Frine, cortigiana d'Oriente, regia di Mario Bonnard (1953)
Ti ho sempre amato!, regia di Mario Costa (1953)
Il segreto delle tre punte, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1954)
Terra straniera, regia di Sergio Corbucci (1954)
La contessa di Castiglione, regia di Georges Combret (1954)
La cortigiana di Babilonia, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1954)
I cavalieri della regina, regia di Mauro Bolognini (1954)
Canzoni di tutta Italia, regia di Domenico Paolella (1955)
Torna piccina mia, regia di Carlo Campogalliani (1955)
Addio Napoli!, regia di Roberto Bianchi Montero (1955)
La donna più bella del mondo, regia di Robert Z. Leonard (1955)
Serenata al vento, regia di Luigi Latini de Marchi (1956)
Incatenata dal destino, regia di Enzo Di Gianni (1956)
Lo spadaccino misterioso, regia di Sergio Grieco (1956)
Ho amato una diva, regia di Luigi Latini de Marchi (1957)
Orizzonte infuocato, regia di Roberto Bianchi Montero (1957)
Il tiranno del Garda, regia di Ignazio Ferronetti (1957)
Le imprese di una spada leggendaria, regia di Nathan Juran e Frank McDonald (1958)
3 straniere a Roma, regia di Claudio Gora (1958)
Agosto, donne mie non vi conosco, regia di Guido Malatesta (1959)
Mantelli e spade insanguinate, regia di Nathan Juran e Frank McDonald (1959)
Una spada nell'ombra, regia di Luigi Capuano (1961)

Doppiatrici italiane

Tina Lattanzi in La tratta delle bianche, Totò sceicco, Noi peccatori, È arrivato l'accordatore, Il segreto delle tre punte, Il tallone di Achille, Le meravigliose avventure di Guerrin Meschino, La cortigiana di Babilonia
Dhia Cristiani in Verginità, La contessa di Castiglione, Addio, Napoli!, Tre straniere a Roma
Andreina Pagnani in Il falco rosso, Perdonami!, Ti ho sempre amato!
Clelia Bernacchi in La città si difende
Lydia Simoneschi in La donna più bella del mondo
Anna Proclemer in Vita da cani

Nel film Filumena Marturano recita in italiano


Galleria fotografica