Tina Lattanzi (Annunziata Concetta Costantini)

 

Annunziata Concetta Costantini, detta Tina, coniugata Lattanzi (Alatri, 5 dicembre 1897[1] – Milano, 25 ottobre 1997), è stata un'attrice e doppiatrice italiana, voce di icone di Hollywood come Greta Garbo, Marlene Dietrich e Rita Hayworth e doppiatrice "storica" di Joan Crawford.

Biografia

Figlia di Ercole Costantini e Geltrude Montori, nel 1919 si sposò con Giovanni Lattanzi, professore di liceo, dal quale prese il cognome ed ebbe due figli, Fiorella e Glauco. La figlia Fiorella (14 agosto 1921 - 26 maggio 2009) divenne una pianista e una scrittrice di medio successo. Insoddisfatta della vita matrimoniale, nel 1922 fu invitata da sua cognata ad assistere a una recita universitaria, e in quella occasione conobbe il giovane Vittorio De Sica che la presentò alla sua insegnante di recitazione, l'attrice e regista teatrale russa Tatiana Pavlova. Questa rimase entusiasta del suo aspetto: figura slanciata, contegno fiero ed elegante. La Lattanzi considerò così la possibilità di dedicarsi alla recitazione. Aveva all'attivo soltanto una piccola parte, nel ruolo di una schiava tebana, nella Fedra di Gabriele D'Annunzio, che comunque le fruttò un telegramma di complimenti dallo stesso D'Annunzio.

Nacque una profonda amicizia con la Pavlova, che la scritturò nella sua compagnia per ricoprire ruoli importanti. Il marito dimostrò comprensione per la scelta di seguire la sua vocazione artistica. Cominciò allora un'avventura fino a quel tempo impensabile, anche se la Lattanzi stessa avrebbe riconosciuto: «Non sono mai stata divorata dal sacro fuoco dell'arte».[2]

Carriera

Nel 1923 esordì nella compagnia di Tatiana Pavlova, lavorando, successivamente, per diverse compagnie, tra cui quella di Ruggero Ruggeri (con cui realizzò, nel 1929, una fortunata tournée in Sud America) e la Compagnia Teatrale Za-Bum di Mario Mattoli (il primo serio esperimento italiano teatrale di mescolare la comicità degli attori del varietà al genere drammatico degli attori di prosa), affermandosi soprattutto in ruoli di seconda donna.

Debuttò nel cinema nel 1930 con La straniera di Amleto Palermi e Gaston Ravel, a cui seguì Cinque a zero di Mario Bonnard (1932) e con Vittorio De Sica, suo grande amico. Poi, in seguito all'incontro con il regista Guido Brignone del quale si innamorò, tanto da separarsi dal marito (anche se avrebbe continuato a mantenerne il cognome), lasciò il teatro e si dedicò a tempo pieno al cinema e al doppiaggio.

Nel 1936 a teatro recitò in Carità mondana di Giannino Antona, a cui seguì Il dolce aloe di Jay Mallory e con la compagnia del Piccolo Teatro di Milano. Al cinema si specializzò perfettamente nei ruoli di aristocratica e fu diretta soprattutto da Guido Brignone, Mario Bonnard, Camillo Mastrocinque, Carmine Gallone, Raffaello Matarazzo, Mario Mattoli, Alberto Lattuada, Mario Camerini e Riccardo Freda.

Nel 1937 fu scelta per doppiare Francesca Braggiotti nel film Scipione l'africano, film di propaganda fascista. La Lattanzi rifiutò nonostante un'offerta in danaro della stessa Braggiotti, la quale voleva fortemente avere la voce di Greta Garbo. A causa di tale rifiuto, ritenuta antifascista, venne convocata da Dino Alfieri in persona, il quale la ammonì di resistenza a un progetto espressamente voluto dal duce e di rischiare in tal modo il confino. La Lattanzi replicò: «Se lei dovesse scegliere tra me e la Braggiotti, chi preferirebbe?»; «Lei»; «Ecco, io ho fatto la stessa cosa».

Nel 1942 recitò in teatro la commedia di George Bernard Shaw L'imperatore d'America, in cui si esibì con dei costumi particolari in modo da sembrare nuda. I dirigenti fascisti, complice anche lo scalpore sollevato dalla stampa, bloccarono lo spettacolo. Fu Mussolini in persona, che per poterla vedere tre giorni dopo in sala al Quirino, rilasciò alla compagnia teatrale un permesso speciale di esibizione.[3]

Il doppiaggio

Dotata di una voce raffinata, dal timbro profondo e suadente, contraddistinta dal vezzo recitativo del birignao, nel 1934 iniziò la sua carriera di doppiatrice e fu da quel periodo fino alla metà degli anni cinquanta assieme alla collega Lydia Simoneschi, la primadonna del doppiaggio italiano, prestando la sua voce alle più grandi dive del cinema hollywoodiano, lavorando nella mitica società di doppiaggio CDC.

Tra le grandi dive da lei doppiate, si possono citare Joan Crawford, Greer Garson, Myrna Loy, Rosalind Russell, Rita Hayworth, Marlene Dietrich e soprattutto Greta Garbo.

Grazie alla sua duttilità vocale, poté doppiare negli stessi periodi attrici molto più giovani di lei come Ruth Hussey, Signe Hasso, Mary Anderson, Alexis Smith, Lizabeth Scott, Rhonda Fleming, Tamara Lees, Katy Jurado, Vera Bergman, Elaine Stritch, Yvonne Sanson, Patricia Neal, Silvana Pampanini, Franca Marzi, Gianna Maria Canale, Anne Bancroft, Anita Ekberg, e più anziane come Lucile Watson, Spring Byington, Ethel Barrymore, Gladys Cooper, Marjorie Rambeau e Mary Boland.

Nel 1950 ad esempio dà la voce a Lucile Watson di 67 anni ne I racconti dello zio Tom (1946), mentre appena due anni dopo, nel 1952, presta la voce alla ventunenne Anne Bancroft nel film La tua bocca brucia (1952).

È inoltre la voce narrante nell'edizione italiana del film Lettera a tre mogli (1949), regia di Joseph L. Mankiewicz (nell'edizione originale la voce è dell'attrice Celeste Holm).

Prestò la propria voce anche ad attrici italiane: è il caso di Luisa Ferida in Nozze di sangue, Clara Calamai in Capitan Fracassa, Paola Borboni in Non canto più e addirittura Anna Magnani in Quartetto pazzo e Finalmente soli.

La stessa Tina Lattanzi fu doppiata più volte nei suoi film: in Anna del 1951 recita con la voce di Giovanna Scotto (nello stesso film la Lattanzi doppia Gaby Morlay), ne I delfini del 1960, in Orgasmo del 1969 è doppiata da Renata Marini e in Bisturi - La mafia bianca del 1973.

Fu inoltre molto attiva anche nel cinema d'animazione Disney, interpretando soprattutto personaggi cattivi, come la Regina Grimilde in Biancaneve e i sette nani (1938), la matrigna Lady Tremaine in Cenerentola (1950), la Regina di Cuori in Alice nel Paese delle Meraviglie (1951) e la strega Malefica in La bella addormentata nel bosco (1959), ma interpretò anche la cagnetta pechinese in Lilli e il vagabondo (doppiaggio del 1955 che, seppur sostituito da una nuova versione nel 1997, è stato ripristinato nel DVD del 2006), chiamata Gilda per ricordare il suo celebre doppiaggio di Rita Hayworth nell'omonimo film di Charles Vidor del 1946.

Tra gli anni cinquanta e sessanta continuò a recitare per il cinema, in film di Luigi Zampa, Francesco Maselli, Jean Delannoy, Umberto Lenzi e Luchino Visconti, che nel 1963, con il suo Gattopardo, la investì ancora una volta di quel lato nobile che il suo timbro le conferiva.

Nello stesso periodo è titolare del corso di recitazione presso il Centro Sperimentale di Cinematografia a Roma, suoi colleghi di insegnamento saranno gli attori Dina Perbellini e Carlo Tamberlani. Tra i suoi allievi vi è Claudia Cardinale, alla quale darà anche lezioni di dizione.

Con l'avvicinarsi ai sessant'anni però, dalla seconda metà degli anni cinquanta la sua lunga e fortunata carriera di doppiatrice iniziò a declinare poiché perse tutte le grandi dive che abitualmente doppiava e venne declassata a doppiatrice di sole attrici caratteriste secondarie e nonostante la sua ormai affermata bravura non le vennero neppure offerte possibilità di diventare direttrice di doppiaggio come veniva fatto in genere a tutti i doppiatori non più tanto giovani e come lei stessa avrebbe desiderato. Offesa da questo scorretto trattamento, tra la fine del 1959 e l'inizio del 1960, dopo oltre venticinque anni, decise di lasciare la CDC e di approdare in SAS poiché le venne offerto un posto come direttrice di doppiaggio. Nonostante ciò la sua carriera di doppiatrice non riprese mai più il decollo. Dopo pochi anni decise infatti di mettere da parte il doppiaggio e di ritornare sulle scene teatrali dopo molti anni di assenza. Nel 1969 sarebbe tornata un'ultima volta a doppiare sempre in SAS un ruolo secondario nel film La via lattea di Buñuel. Come lavori teatrali fu scritturata da Garinei e Giovannini per partecipare alla commedia musicale Ciao Rudy, del 1966, con Marcello Mastroianni, poi ripresa nel 1972, con Alberto Lionello. Più volte diretta da Aldo Trionfo, interpretò spettacoli come Nerone è morto? di Miklós Hubay (1974) e Becket e il suo re di Jean Anouilh (1981), quest'ultimo accanto all'amica Paola Borboni.

A partire dalla seconda metà degli anni ottanta tornò alla ribalta come effervescente e sagace ospite ricorrente del salotto televisivo del Maurizio Costanzo Show. Nel 1988 prese parte al suo ultimo film, Il cuore di mamma, accanto a Ingrid Thulin, Massimo Girotti e Lea Padovani.

La passione per il gioco d'azzardo la portò a vivere i suoi ultimi anni in ristrettezze economiche, sicché nel 1992 ottenne un vitalizio in virtù della legge Bacchelli e, a causa di una malattia agli occhi, negli ultimi anni di vita perse anche la vista.

Morì a Milano il 25 ottobre 1997, pochi mesi prima di compiere cento anni[4].


Galleria fotografica

Foto: lombardiabeniculturali.it, Archivio Istituto Luce


Filmografia

Cinema

La straniera, regia di Amleto Palermi e Gaston Ravel (1930)
Rubacuori, regia di Guido Brignone (1931)
Pergolesi, regia di Guido Brignone (1932)
Cinque a zero, regia di Mario Bonnard (1932)
Teresa Confalonieri, regia di Guido Brignone (1934)
Ginevra degli Almieri, regia di Guido Brignone (1935)
Passaporto rosso, regia di Guido Brignone (1935)
Arma bianca, regia di Ferdinando Maria Poggioli (1936)
L'ambasciatore, regia di Baldassarre Negroni (1936)
Il conte di Bréchard, regia di Mario Bonnard (1937)
Scarpe grosse, regia di Dino Falconi (1940)
Incanto di mezzanotte, regia di Mario Baffico (1940)
Una lampada alla finestra, regia di Gino Talamo (1940)
La figlia del Corsaro Verde, regia di Enrico Guazzoni (1941)
I mariti (Tempesta d'anime), regia di Camillo Mastrocinque (1941)
Beatrice Cenci, regia di Guido Brignone (1941)
La Gorgona, regia di Guido Brignone (1942)
Le due orfanelle, regia di Carmine Gallone (1942)
Giorno di nozze, regia di Raffaello Matarazzo (1942)
Documento Z 3, regia di Alfredo Guarini (1942)
Turbamento, regia di Guido Brignone (1942)
La morte civile, regia di Ferdinando Maria Poggioli (1942)
Il romanzo di un giovane povero, regia di Guido Brignone (1942)
Stasera niente di nuovo, regia di Mario Mattoli (1942)
Maria Malibran, regia di Guido Brignone (1943)
Giacomo l'idealista, regia di Alberto Lattuada (1943)
La danza del fuoco, regia di Giorgio Simonelli (1943)
T'amerò sempre, regia di Mario Camerini (1943)
La storia di una capinera, regia di Gennaro Righelli (1943)
Principessina, regia di Tullio Gramantieri (1943)
Resurrezione, regia di Flavio Calzavara (1944)
La Certosa di Parma, regia di Christian-Jaque (1947)
Monaca santa, regia di Guido Brignone (1948)
La sepolta viva, regia di Guido Brignone (1949)
47 morto che parla, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)
Guarany, regia di Riccardo Freda (1950)
Tormento, regia di Raffaello Matarazzo (1950)
Il conte di Sant'Elmo, regia di Guido Brignone (1950)
Anna, regia di Alberto Lattuada (1951)
Core 'ngrato, regia di Guido Brignone (1951)
Ho scelto l'amore, regia di Mario Zampi (1952)
Quattro rose rosse, regia di Nunzio Malasomma (1952)
Processo contro ignoti, regia di Guido Brignone (1952)
Inganno, regia di Guido Brignone (1952)
Le infedeli, regia Steno e Mario Monicelli (1953)
Piccola santa, regia di Roberto Bianchi Montero (1954)
Vergine moderna, regia di Marcello Pagliero (1954)
I pinguini ci guardano, regia di Guido Leoni (1955)
Presentimento, regia di Armando Fizzarotti (1956)
La ragazza del Palio, regia di Luigi Zampa (1957)
La trovatella di Pompei, regia di Giacomo Gentilomo (1957)
I delfini, regia di Francesco Maselli (1960)
Il cavaliere dai cento volti, regia di Pino Mercanti (1960)
Il Gattopardo, regia di Luchino Visconti (1963)
Caterina di Russia, regia di Umberto Lenzi (1963)
Orgasmo, regia di Umberto Lenzi (1969)
Il presidente del Borgorosso Football Club, regia di Luigi Filippo D'Amico (1970)
Bisturi - La mafia bianca, regia di Luigi Zampa (1973)
La donna della domenica, regia di Luigi Comencini (1975)

Doppiatrici

Giovanna Scotto in Maria Malibran, Anna
Lydia Simoneschi in Resurrezione
Renata Marini in Orgasmo
È inoltre doppiata anche nei film I delfini, Bisturi - La mafia bianca e La donna della domenica.
Nei primi due film più sopra citati, è doppiata da Giovanna Scotto poiché la stessa Tina Lattanzi doppia altre attrici presenti nel medesimo film: Silvia De Bettini in Maria Malibran, Gaby Morlay in Anna.

Televisione

Il cadetto di Winslow, regia di Franco Enriquez (1954) - Prosa televisiva RAI
Ottocento, regia di Anton Giulio Majano (1959) - Sceneggiato TV
Graziella, regia di Mario Ferrero (1961) - Sceneggiato TV
Quel signore che venne a pranzo, regia di Alessandro Brissoni (1961) - Prosa televisiva Rai
Gli addii, regia di Guglielmo Morandi (1961) - Prosa televisiva Rai
Zio Vania, regia di Claudio Fino (1962) - Prosa televisiva Rai
Lo stilita, regia di Claudio Fino (1962) - Prosa televisiva Rai
L'incrinatura, regia di Alessandro Brissoni (1962) - Prosa televisiva Rai
Delitto a Corfù, regia di Giacomo Colli (1963) - Prosa televisiva Rai
Papà Grandet, regia di Alessandro Brissoni (1963) - Sceneggiato TV
...E Giove ride, regia di Enrico Colosimo (1963) - Prosa televisiva Rai
Le gioie della famiglia, regia di Giampaolo Callegari (1963) - Prosa televisiva Rai
Il collegio degli scandali, regia di Flaminio Bollini e Carla Ragionieri (1964) - Sceneggiato TV
Lo scapolo, regia di Flaminio Bollini (1964) - Sceneggiato TV
Il tenente Fritz, regia di Enrico Colosimo (1965)
Al calar del sipario, regia di Noel Coward (1965) - Prosa televisiva Rai
Il conte di Montecristo, regia di Edmo Fenoglio (1966) Sceneggiato TV
Tavole separate episodio La tavola numero sette, regia di Enrico Colosimo (1967) - Prosa televisiva Rai
Il Circolo Pickwick, regia di Ugo Gregoretti (1967) - Sceneggiato TV
Abramo Lincoln - Cronaca di un delitto, regia di Daniele D'Anza (1967) - Film TV
Serata con Somerset Maugham, regia di Daniele D'Anza (1967)
Eleonora, regia di Silverio Blasi (1967)
La tavola accanto alla finestra regia di Enrico Colosimo (1967)
Ho cominciato Così, (1968) - Sceneggiato TV
La commedia degli errori regia di Ruggero Jacobbi e Maria Maddalena Yon (1968) - Prosa televisiva Rai
Roma, regia di Aldo Palazzeschi (1974)- Prosa televisiva Rai
Ho incontrato un'ombra, regia di Daniele D'Anza (1974) - Sceneggiato TV
Di sopra, una notte, regia di Davide Montemurri (1975)
Rosso veneziano, regia di Marco Leto (1976) - Sceneggiato TV
Che fare?, regia di Gianni Serra (1979) - Sceneggiato TV
Tre storie AVIS, regia di Tiziano Vuillermoz (1987) - Documentario, Davide Lattanzi
Il cuore di mamma, regia di Gioia Benelli (1988) - Film TV

Doppiaggio

Film cinema

Attrici straniere

Joan Crawford in Ossessione del passato, Viale Flamingo, Quando le signore si incontrano, Il romanzo di Mildred, Perdutamente, Perdono, Peccatrici folli, Anime in delirio, La maschera e il cuore, Al di sopra di ogni sospetto, I dannati non piangono, La danza di Venere, Sola col suo rimorso, Sogno di Bohème, Delitto sulla spiaggia, Donne, Ho baciato una stella e nei doppiaggi originari di L'isola del diavolo e Tutti baciarono la sposa.

Altre attrici

Rita Hayworth in L'inarrivabile felicità, La signora di Shangai, Trinidad, Sangue e arena, Non sei mai stata così bella, Follie di New York, Pioggia, Bionda fragola, Gli amori di Carmen, Salomè, Angeli del peccato e nei doppiaggi originari di Gilda, Fascino e Seduzione
Marlene Dietrich in L'angelo azzurro (ridoppiaggio 1950), Marocco, Disonorata, Shanghai Express, Venere bionda (ridoppiaggio 1951), Il cantico dei cantici, L'imperatrice Caterina, Capriccio spagnolo, Desiderio, La taverna dei sette peccati, La signora acconsente, I cacciatori dell'oro, La febbre dell'oro nero, La nave della morte, Kismet, Turbine d'amore, Paura in palcoscenico, Rancho Notorious
Greta Garbo in Il velo dipinto, Mata Hari (ridoppiaggio 1952), La regina Cristina, Maria Walewska, Margherita Gauthier, Anna Karenina
Myrna Loy in L'amico pubblico n° 1, La casa dei nostri sogni, Ragazze alla finestra, L'intraprendente signor Dick, Ingratitudine, La grande pioggia e nel doppiaggio originario di Dodici lo chiamano papà
Rosalind Russell in Che donna!, Ciò che si chiama amore, La ragazza di Las Vegas, Lo scandalo della sua vita, Il lutto si addice ad Elettra, La cittadella, La signora del venerdì, La colpa di Janet Ames, T'amerò follemente
Greer Garson in La signora Miniver, L'orfana senza sorriso, Giulio Cesare, La signora Parkington, Fiori nella polvere, La straniera, La saga dei Forsyte, Tra due amori, La valle del destino, Una donna dimenticata, Desiderami, L'avventuriera, Avventura, Addio, Mr. Chips!, Addio, signora Miniver! e nel doppiaggio originario di Orgoglio e pregiudizio
Judith Anderson ne I dieci comandamenti, Rebecca - La prima moglie, Le furie
Barbara Stanwyck in Titanic, Orchidea bianca, La figlia perduta, Arriva John Doe
Mildred Natwick ne La congiura degli innocenti, Il giullare del re, Un uomo tranquillo, Il bacio del bandito
Agnes Moorehead in Femmina ribelle, Da quando te ne andasti, Il cigno, Storia di tre amori, Se non ci fossimo noi donne, Terrore sul Mar Nero
Ethel Barrymore ne La moglie celebre, Pinky, la negra bianca, Il sogno dei miei vent'anni
Gale Sondergaard in Avorio nero, La carovana dei ribelli, La voce magica, Se ci sei batti due colpi
Miriam Hopkins ne Gli occhi che non sorrisero, La madre dello sposo
Thelma Ritter ne La dominatrice del destino, Papà gambalunga, Mariti su misura
Spring Byington ne La corsa della morte, L'eterna illusione, Figlia del vento
Carmen Miranda in In montagna sarò tua, Morti di paura, Copacabana
Signe Hasso in Oppio, La rivolta
Joan Bennett in Si può entrare?, Quella che avrei dovuto sposare
Ruth Hussey in Assedio d'amore, Amo Luisa disperatamente, Quel fenomeno di mio figlio
Lynn Bari ne Il capitalista, La collina della felicità
Irene Dunne in Ancora insieme, Ho sognato un angelo (doppiaggio originale)
Mary Astor in Giovani senza domani, La signora di mezzanotte (doppiaggio originale)
Anne Bancroft ne La tua bocca brucia
Bette Davis in In questa nostra vita
Claudette Colbert in Questo mondo è meraviglioso
Ann Doran in C'è sempre un domani, Non siate tristi per me
Anita Ekberg in Artisti e modelle
Janis Carter in Segretaria tutto fare
Patricia Neal in Corriere diplomatico
Glenda Farrell in Sorvegliato speciale
Jeanette Nolan in Macbeth, Il grande caldo
Claire Trevor in Ombre rosse, Lucy Gallant
Gladys Cooper in I figli dei moschettieri, Tavole separate
Virginia Field in Vedovo cerca moglie, I veli di Bagdad, Un matrimonio ideale
Martita Hunt in Anastasia, Robin Hood e i compagni della foresta, Il ventaglio, La prima notte, Buongiorno tristezza, Tre uomini in barca, All'ombra della ghigliottina
Alexis Smith in ...e un'altra notte ancora, Assalto al treno postale, La castellana bianca, È arrivato lo sposo, Furore sulla città
Eve Arden in Matrimoni a sorpresa, Scheherazade
Edith Atwater ne La iena - L'uomo di mezzanotte
Lénore Aubert ne Il cervello di Frankenstein, Gianni e Pinotto e l'assassino misterioso
Binnie Barnes in Nel mar dei Caraibi, Un'ora prima dell'alba, La strada buia
Tala Birell in Bernadette
Mary Boland in Se avessi un milione
Alice Brady in Alba di gloria
Nana Bryant in Anche i boia muoiono
Hillary Brooke ne L'uomo che sapeva troppo, Monsieur Beaucaire
Esma Cannon in Norman astuto poliziotto
Ayleen Carlyle in Notorious - L'amante perduta
Kathleen Byron in Narciso nero
Joyce Carey in Breve incontro
Olive Carey in La tortura della freccia
Ilka Chase ne I cari parenti, Bolide rosso, La ragazza del secolo
Patricia Collinge ne Le tre donne di Casanova
Georgina Cookson in La verità...quasi nuda
Rosalie Crutchley ne La spada e la rosa
Chana Coubert ne La ragazza che sapeva troppo
Brenda De Banzie in L'uomo che vide il suo cadavere
Faith Domergue in Duello al Rio d'argento
Gabrielle Dorziat in I parenti terribili, Resurrezione
Ann Dvorak in La disperata notte
Mildred Dunnock ne La storia di una monaca
Isobel Elsom ne I segreti di Filadelfia
Hope Emerson ne Il balio asciutto, Il forte delle amazzoni
Nina Foch in I morti non parlano
Irene Hervey in Ultimatum a Chicago
Celeste Holm in Se mia moglie lo sapesse
Maria Montez in Re in esilio
Edith Evans ne L'importanza di chiamarsi Ernesto
Judith Evelyn ne Il gigante
Gloria Swanson in Mio figlio Nerone
Julia Faye in Sansone e Dalila
Rhonda Fleming ne Gli amori di Cleopatra
Kay Francis in Non puoi impedirmi d'amare, La vendetta dei Dalton
Ketti Gallian in Voglio danzare con te
Gladys George in Ho amato un fuorilegge
Kathryn Givney in Un posto al sole, Bulli e pupe
Hermione Gingold in Una strega in paradiso, Il giro del mondo in ottanta giorni
Inga Gort in Signorinella
Mitzi Green in Gianni e Pinotto al Polo Nord
Virginia Gregg ne Il capitano dei mari del sud
Anne Grey in Allegri eroi (ridoppiaggio)
Rose Hobart in Nebbie
Valerie Hobson in Intrighi in oriente, Sangue blu
Gloria Holden ne La tentazione del signor Smith
Marjorie Hoshelle in Traversata pericolosa, La gioia della vita
Esther Howard in I dimenticati
Joan Ingrams in Un re a New York
Rosalind Ivan in La sfinge del male
Ursula Jeans in Patrizia e il dittatore
Adele Jergens in Gianni e Pinotto contro l'uomo invisibile
Lydia Johnson in Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo
Katy Jurado in Massacro ai grandi pozzi
Lily Kann in Spionaggio internazionale
Andrea King in Il mondo nelle mie braccia, Il marchio del rinnegato
Patricia Knight in Fiori nel fango
Lucie Lancaster ne Il re vagabondo
Doris Lloyd in Sogno di prigioniero
Margaret Lockwood ne La bella avventuriera, L'uomo in grigio
Ilona Massey in Vacanze al Messico
Lois Maxwell in All'alba non sarete più vivi
Ida Moore in A ciascuno il suo destino
Alla Nazimova in Il ponte di San Luis Rey
Cathleen Nesbitt in Tre soldi nella fontana
Cornelia Otis Skinner ne L'altalena di velluto rosso
Lee Patrick in Prima colpa
Elizabeth Patterson ne La via del tabacco
Yvonne Peattie ne I cinque penny
Mary Philips in Abbasso mio marito
Mala Powers in La città che non dorme
Suzy Prim in Verso la vita
Martha Raye in Monsieur Verdoux
Margaret Rawlings in Vacanze romane
Anne Revere in Sono tua, L'amica
Elisabeth Risdon in Io e l'uovo
Riza Royce ne La maschera di cera
Jessie Royce Landis in Caccia al ladro
Lizabeth Scott ne La città nera
Jan Sterling ne Il cerchio di fuoco
Elaine Stritch ne I violenti, In licenza a Parigi
Sylvie in Ecco la felicità
Verree Teasdale ne La ragazza della quinta strada
Olga Valéry in Arianna, Eliana e gli uomini
Norma Varden in Annibale e la vestale
Nella Walker in Tua per sempre
Lilo Weibel in Totò cerca casa
Katharine Warren ne L'ammutinamento del Caine, Tutti gli uomini del re, La meticcia di Sacramento
Lucile Watson in Preferisco mio marito, I racconti dello zio Tom (doppiaggio originale)
Mary Wickes in Bianco Natale
Marie Windsor in L'irresistibile Mr. John
Agnes Windeck in Tempo di vivere
Naima Wifstrand ne Il posto delle fragole, Sorrisi di una notte d'estate
Peggy Wood ne L'uomo che vorrei
Tamara Lees ne La tratta delle bianche, Totò sceicco, Il tallone di Achille, È arrivato l'accordatore, Il segreto delle tre punte, Noi peccatori, Le meravigliose avventure di Guerrin Meschino
Arletty in Alba tragica
Marcelle Arnold in Occupati d'Amelia...!
Mila Parély ne La bella e la bestia
Yvonne Sanson ne Il cavaliere misterioso, Il prigioniero della montagna, La diga sul Pacifico
Gaby Morlay in Anna
Alanova ne La freccia nel fianco
Lída Baarová ne Gli innocenti pagano, Pietà per chi cade
Colette Darfeuil ne L'amore si fa così
Nyta Dover in Mai ti scorderò
Constance Dowling in La città dolente
Ludmilla Dudarova in Prima comunione, Il caimano del Piave, Il tenente Giorgio
Gina Falckenberg in Anime in tumulto
Greta Gonda in 11 uomini e un pallone, Voglio bene soltanto a te
Françoise Rosay ne I figli di nessuno, Sul ponte dei sospiri, La principessa di Mendoza
Dorothea Wieck in Inviati speciali
Carola Höhn in Mamma
Camilla Horn in Vertigine
Kirsten Heilberg in Casa lontana
Anneliese Uhlig in Don Cesare di Bazan, Mater dolorosa
Jacqueline Plessis in Sperduti nel buio
Isabel Jeans in Souvenir d'Italie
Suzet Maïs in Era di venerdì 17
Marianne Leibl in Totò e Marcellino
Agnès Capri ne La via lattea
Grethe Weiser in Casinò de Paris
Nora Samsò in Marinai, donne e guai
Sue Ellen Blake in Graziella
Marianne Hoppe in Arrivederci Francesca
Vera Bergman in La bocca sulla strada
Esther Brown in I dieci comandamenti
Attrici italiane
Anna Magnani in Finalmente soli, Quartetto pazzo
Marisa Merlini in Lo zappatore, Gli amori di Manon Lescaut
Clara Calamai in Capitan Fracassa, Il fornaretto di Venezia
Carla Calò ne Il conte Ugolino, Il falco rosso
Anita Durante ne Le due sorelle, Il tradimento
Doris Duranti in Sotto la croce del sud, A fil di spada, L'ora della verità
Pina Renzi in Un marito per il mese di aprile, Il peccato di Rogelia Sanchez
Luisa Ferida in Nozze di sangue
Maria Pia Arcangeli in Tutta la città canta
Nada Fiorelli in Marechiaro
Paola Borboni in Non canto più
Diana Borghese in Gioventù perduta
Vittorina Benvenuti ne I sette peccati
Marina Berti ne La regina di Saba
Lilla Brignone ne La risaia
Nelly Corradi ne Il conte di Sant'Elmo
Silvana Pampanini ne Il barone Carlo Mazza
Gianna Maria Canale ne Il bacio di una morta
Fanny Marchiò ne Lo sceicco bianco, Gli uomini non guardano il cielo
Franca Marzi in Fifa e arena, Napoli eterna canzone, Amor non ho... però... però, La vendetta di Aquila Nera, Verginità, Bellezze in bicicletta, La paura fa 90, Tragico ritorno, Figaro qua, Figaro là, Canto per te
Gina Mascetti in 3 straniere a Roma
Liana Del Balzo ne Il moralista
Mary Clare in Mambo
Vera Carmi in O sole mio
Carla Candiani in Rocambole
Rubi Dalma in Un colpo di pistola, Sant'Elena, piccola isola
Silvia De Bettini in Maria Malibran
Livia De Stefano in Terza liceo
Bianca Doria in Cortocircuito
Giovanna Galletti in Signorinette
Flora Marino in La gondola del diavolo
Elli Parvo in Santo disonore
Isa Pola in Margherita da Cortona
Gina Sammarco in Canto, ma sottovoce...
Jole Silvani ne La famiglia Passaguai
Olga Solbelli in Ogni giorno è domenica, Fiori d'arancio
Evelina Paoli ne Il vagabondo
Germana Paolieri ne I due compari
Milena Penovich ne La fanciulla dell'altra riva
Elena Sangro in Enrico Caruso, leggenda di una voce
Nora Sangro in Domenica d'agosto
Lola Braccini in Carmela, Arrangiatevi!
Lina Volonghi in Io piaccio
Film d'animazione
Lady Tremaine in Cenerentola (ed. 1950)
Regina di Cuori in Alice nel Paese delle Meraviglie
Malefica in La bella addormentata nel bosco
Gilda in Lilli e il vagabondo (ed. 1955)
La Regina Grimilde in Biancaneve e i sette nani (ed. 1938)

Voce narrante

Eva Ross in Lettera a tre mogli (A letter to three wives) di Joseph L. Mankiewicz vincitore di due premi oscar nel 1950
Programmi radiofonici RAI
Broadway andata e ritorno, gli anni ruggenti riciclati da Leo Chiosso, Sergio D'Ottavi, con Tina Lattanzi, Pino Locchi e Ingrid Schoeller (1977)

Curiosità

Nell'edizione italiana del film Il ruggito del topo Tina Lattanzi doppia l'attore Peter Sellers solo quando quest'ultimo interpreta il personaggio della Gran Duchessa Gloriana, alternandosi con i colleghi Enrico Maria Salerno (il personaggio di Tullio Bascombe) ed Emilio Cigoli (il personaggio del Primo Ministro).

Teatrografia

L'armata del silenzio di Italo Sulliotti (1931)
My Fair Lady (1964)
Festa grande di aprile (1965)
Adriano VII di Giorgio Albertazzi (1971)
Bel Ami e il suo doppio di Luciano Codignola (1972)
Nerone è morto? di Aldo Trionfo (1974)
Bel-Ami di Aldo Trionfo (1976)
Lady Edoardo, regia di Aldo Trionfo (1978)
Lina Cavalieri Story (1978)
L'albergo del Libero Scambio di Georges Feydeau (1980)

Note

  1. ^ [1]
  2. ^ Tina Lattanzi - Il Mondo dei Doppiatori | L'enciclopedia del doppiaggio
  3. ^ I ricordi dell'attrice, novantasei anni, che ha dato la voce a Greta Garbo. L'Unità del 04/09/1994
  4. ^ Addio Tina Lattanzi, divina voce della Garbo, (Corriere della Sera)