Daniele Palmesi, Federico Clemente Gen 2017

La lettera e i due primi attori

La scena della lettera di Totò e Peppino è dominata dal grande Totò, il quale monopolizza la scena e attrae l’attenzione dello spettatore. Peppino svolge nella scena della lettera, in apparenza, il classico ruolo della spalla, sia pure di alto livello. Nella realtà l'importanza del ruolo di Peppino nella scena della lettera è paritaria a quello di Totò: è eccezionale la sua interpretazione del contadino poco avvezzo all'uso della penna e messo quindi in gravissima difficoltà dal dover scrivere anche poche righe. Peppino "regge la botta" perfettamente a Totò e alle sue improvvisazioni, inserendosi con qualche battuta di sua creazione; ricordiamo, ad esempio, l'equivoco della "insalata" (confonde "vi consoliate" con "con l'insalata"), il commento "troppa roba!" all'abbondanza di punteggiatura proposta da Totò, il "senza nulla a pretendere" finale.