Daniele Palmesi, Ennio Bìspuri Nov 2016

Novantasette film



«[...]Anche se cieco, la sua tempra di attore gli permise di superare la gravissima, improvvisa menomazione senza abbandonare la scena e successivamente, dopo un periodo di isolamento in casa, di tornare a recitare davanti alla macchina da presa. A partire da "Totò, Peppino e le fanatiche, del 1958, che è il primo film girato dopo la cecità, Totò recitò fino al 1967 in altri quarantotto film, ossia la metà esatta dell'intero corpus dei suoi noventasette film.» (esclusa la serie televisiva "Tuttototò" n.d.r.)

 

Fonte: Totò in 100 parole - Ennio Bìspuri