Totò, le donne e la gelosia

All'inizio della relazione con Franca, l'ultracinquantenne Antonio de Curtis guardava alla giovane con qualche diffidenza. Il carattere indipendente e l'esuberanza di Franca inquietavano il "vecchio" Totò. Da una parte accettava le sue esigenze, sostenendo che «chi si piega troppo mette il culo in mostra», dall'altra incaricò un investigatore privato di riferire in dettaglio ogni spostamento della Faldini. Questo fu l'ultimo atto della sua follia in relazione all'ossessiva gelosia di cui era posseduto. E' in controtendenza assoluta, rispetto al suo sentimento, quanto dichiarò a Oriana Fallaci nella famosa intervista del 1963: «Io le amo tanto le donne, che riesco persino a non essere geloso. Tanto, a che serve esser geloso? Se una donna ti vuole bene è fedele». Contraddizioni e debolezze di un uomo, un grande uomo.