Alberto Talegalli

(Spoleto, 2 ottobre 1913 – Fossato di Vico, 10 luglio 1961) è stato un attore, sceneggiatore e conduttore radiofonico italiano.

Biografia

Figlio di artigiani, iniziò presto a lavorare, prima nella sua città Spoleto, poi, con il treno, ogni giorno a Terni, ma la sua vera passione era il teatro, smise presto gli abiti del pendolare per indossare quelli del Sor Clemente.

Umorista e poeta, si impose al grande pubblico negli anni cinquanta, grazie a una serie di sketch comici trasmessi alla radio, nel programma Rosso e nero di Corrado, nei quali interpretava il suo personaggio, il Sor Clemente, un campagnolo che, arricchitosi grazie a un'eredità, va a vivere nell'elegante quartiere romano dei Parioli, a contatto con l'alta società. Tiranneggiato da una moglie, Gerza, gelosa e autoritaria, il Sor Clemente trova complicità nello Zio Angelino, o meglio ziu 'Ngilinu, (interpretato al cinema dall'attore romano Virgilio Riento) con il quale architetta stratagemmi per divertirsi di nascosto delle rispettive mogli, che però non vanno mai a buon fine.

La sua bonaria ma efficacissima comicità era basata su un'irresistibile accento spoletino e su trovate sempre geniali e genuine; con il suo umorismo, mai grottesco e impegnato, ma umano, sottile e spontaneo, esaltava le caratteristiche semplici e "ruspanti" della gente spoletina.

« Alberto Talegalli non è stato un "comico dialettale" come superficialmente qualche distratto può aver sostenuto. Non è stato una maschera, ma un umorista vero e cioè un uomo intelligente e sensibile che, in più degli altri sensibili e intelligenti, ha avuto il dono dell'ironia. »
(Enrico Vaime, prefazione a: Le avventure del Sor Clemente)

1982 - Ricordo di Alberto Talegalli (filmato Rai Storia) - Regia di Pino tolla con Enrico Vaime e Federico Sanguigni

Cinema

Nel biennio 1953-54 portò al cinema il suo fortunato personaggio in due film diretti da Camillo Mastrocinque, dei quali scrisse anche la sceneggiatura: Café chantant e Le vacanze del Sor Clemente.

Il successo ottenuto lo portò a interpretare nell'arco degli anni cinquanta una trentina di film, spaziando dal cinema al teatro, alla radio e alla nascente televisione.

Negli anni 1958-59 ottenne la conduzione di un programma radiofonico serale, tutto suo, l'Alberto Talegalli show.

Nel 1961 un incidente automobilistico nei pressi di Fossato di Vico pose fine prematuramente alla sua carriera in continua ascesa.

Il Giornalista Umberto Marini lo ricorda così: «Ho conosciuto personalmente Alberto Talegalli a Terni nel 1954 in una occasione ludica di carattere sociale, successivamente a Roma, alla Rai, per invitarlo quale ospite d’onore ad un veglione della stampa e quindi al teatro Morlacchi in un “Rosso e Nero” che, da trasmissione radiofonica di grandissimo successo che il giovedì sera teneva incollati alla radio milioni di ascoltatori, si era trasformata in rivista teatrale in cui Alberto aveva un ruolo da protagonista accanto a Corrado Mantoni, che ne era il conduttore.
In quelle occasioni, ebbi precisa percezione di trovarmi al cospetto di uno straordinario umorista, e non di un comico dialettale . Nelle sue spassosissime “avventure”, che recitava con ironia tutta spoletina, c’era difatti la descrizione di vicende giornaliere che esaltava ed esasperava fino al ridicolo, nelle quali era presente l’oggettività delle insofferenze che si vivevano nella quotidianità. In quelle “realtà” che erano sostanzialmente comuni nella maggior parte degli italiani di quei tempi, ci si riconoscevano tutti, tanto che era capito e stimato anche da colore che poco o nulla sapevano dell’Umbria che per la verità in quel periodo era emarginata e colpevolmente tenuta in scarsa considerazione dai “potenti” di allora. Quando quel 10 luglio 1961 la sua “voce” si interruppe per sempre, le più, e forse le migliori, doveva ancora raccontarcele. L ’Umbria perse il suo straordinario cantore.»


Galleria fotografica


Filmografia

5 poveri in automobile, regia di Mario Mattoli (1952)
Ci troviamo in galleria, regia di Mauro Bolognini (1953)
Una di quelle, regia di Aldo Fabrizi (1953)
Siamo tutti inquilini, regia di Mario Mattoli (1953)
La domenica della buona gente, regia di Anton Giulio Majano (1953)
Café chantant, regia di Camillo Mastrocinque (1953) - anche sceneggiatore
Donne proibite, regia di Giuseppe Amato (1953)
Canzone d'amore, regia di Giorgio Simonelli (1953)
Due notti con Cleopatra, regia di Mario Mattoli (1953)
Le vacanze del Sor Clemente, regia di Camillo Mastrocinque (1954) - anche sceneggiatore
Cento serenate, regia di Anton Giulio Majano (1954)
Ridere! Ridere! Ridere!, regia di Edoardo Anton (1954)
Mai ti scorderò, regia di Giuseppe Guarino (1954)
Il paese dei campanelli, regia di Jean Boyer (1954)
Due sosia in allegria, regia di Ignazio Ferronetti (1956)
È arrivata la parigina, regia di Camillo Mastrocinque (1957)
Mia nonna poliziotto, regia di Steno (1958)
Fantasmi e ladri , regia di Giorgio Simonelli (1958)
Sorrisi e canzoni, regia di Luigi Capuano (1958)
3 straniere a Roma, regia di Claudio Gora (1958)
L'amico del giaguaro di Giuseppe Bennati (1958)
Uomini e nobiluomini, regia di Giorgio Bianchi (1959)
Spavaldi e innamorati, regia di Giuseppe Vari (1959)
La cento chilometri, regia di Giulio Petroni (1959)
Destinazione Sanremo, regia di Domenico Paolella (1959)
Arriva la banda, regia di Tanio Boccia (1959)
Genitori in blue-jeans, regia di Camillo Mastrocinque (1960)
Appuntamento a Ischia, regia di Mario Mattoli (1960)
Chi si ferma è perduto, regia di Sergio Corbucci (1960)
Ferragosto in bikini, regia di Marino Girolami (1960)
Bellezze sulla spiaggia, regia di Romolo Guerrieri (1961)
A porte chiuse, regia di Dino Risi (1961)
Cacciatori di dote, regia di Mario Amendola (1961)
Che femmina!! e... che dollari!, regia di Giorgio Simonelli (1961)
Rocco e le sorelle, regia di Giorgio Simonelli (1961)

Programmi radio RAI

Rosso e nero 1951 1956
Era di mircurdì 17, Rivistina calibro 9 di Dino Verde, con Alberto Talegalli e la Compagnia di riviste di Roma, regia di Riccardo Mantoni, trasmessa nell'estate 1957.
A.A.A. Affaronissimo rivista di Dino Verde interpretata da Alberto Talegalli regia Giulio Scarnicci i sabato sera 1957 1958
Alberto Talegalli Show 1958 1959

1961 07 11 Talegalli a