Enzo Maggio

All'anagrafe Vincenzo Maggio (Napoli, 10 ottobre 1902 – Napoli, 13 luglio 1978), è stato un attore e comico italiano.

Appartenente a una famiglia di attori, tutti napoletani, è il primogenito ma, stranamente, è il meno conosciuto dei fratelli Maggio (Pupella, Rosalia, Dante, Beniamino). Ce n'è un'altra di sorella Maggio, Margherita, che ha preferito la vita tranquilla della casalinga piuttosto che le tavole impolverate dei palcoscenici o gli snervanti set cinematografici.
Dopo una lunga gavetta nei teatrini di avanspettacolo prima e durante la Seconda guerra mondiale, anche Enzo decide di dedicarsi al cinema seguendo le orme dei fratelli Dante e Beniamino che, finito il conflitto, debuttano sullo schermo, anche se utilizzati come caratteristi. E anche Enzo che, ai primi contatti col cinema, ottiene ruoli abbastanza consistenti, viene considerato da registi e produttori, un buon caratterista, un po' sotto tono rispetto ai due fratelli che si stanno costruendo una carriera di tutto rispetto anche se legata alla napoletanità. Come del resto stanno facendo le due talentose sorelle, Giustina (alias Pupella) e Rosalia.

Enzo Maggio interpreta comunque una notevole quantità di pellicole senza purtroppo accedere alla notorietà degli altri membri della famiglia.

Pur frequentando il set cinematografico, ogni tanto ritorna in teatro, talvolta con i suoi fratelli (c'è anche Rosalia), come nella stagione 1955-56 con Napoletani a Napoli di Murolo e, nella stagione 1956-57, La Venere coi baffi di Amendola e Maccari e Girandola di successi di Vi-erre in cui si esibiscono in un numero esilarante e applauditissimo, I Tre Curiazi, riproponendo i successi del passato. Un altro dei tanti spettacoli cui prende parte e nel quale riceve ovazioni è Topo maggio nell'harem.

C'è da fare una precisazione riguardo a questo simpatico caratterista: in tutte le filmografie (poche, in verità) che lo riguardano, gli viene attribuito un ruolo, assai importante, quello di uno dei quattro furfantelli alla deriva, ne La città si difende di Pietro Germi (1951). Nulla di più errato: si tratta invece del giovanissimo Enzo Maggio jr., figlio di Dante.

Viene spesso confuso con l'omonimo Vincenzo Maggio, attore presente in diversi film di Bud Spencer e Terence Hill.