Gianni Appelius

E' stato un attore italiano. È stato un attore caratterista; l'esordio sullo schermo avviene nel 1946 nel film Il bandito di Alberto Lattuada con Anna Magnani, Amedeo Nazzari e Mino Doro nella parte di Signorina.
La seconda pellicola in cui appare è al fianco di Totò nel film L'imperatore di Capri di Luigi Comencini del 1950 nel ruolo di Bubi di Primaporta.
Il terzo e ultimo ruolo è del 1960 sempre diretto da Lattuada nel film Lettere di una novizia con Pascale Petit, Jean-Paul Belmondo e Massimo Girotti nella parte di Don Scarpa; dopo quest'ultimo ruolo, l'attore fa perdere le tracce di sé.