Irene Aloisi

(Milano, 20 maggio 1925 – Roma, 1º gennaio 1980) è stata un'attrice italiana di cinema, televisione e teatro.

Biografia



Debutta nella rivista con il cognome d'arte Alian (compagnia Macario, Totò, Dapporto), approda poi al teatro di prosa con la compagnia di Ruggero Ruggeri e, a seguire con le ditte Ricci-Magni, Pagnani-Cervi (anni cinquanta-sessanta) fino alle più recenti Masiero-Giuffrè, Dorelli-Spak, Aldini-Del Prete (anni settanta-ottanta). Lavora principalmente dividendosi fra teatro, televisione e radio (molti radiodrammi con la regia di Massimo Scaglione). In televisione partecipa a teleromanzi quali La cittadella, Orgoglio e pregiudizio, I giovedì della signora Giulia, ad alcuni episodi della serie Le inchieste del commissario Maigret (Non si uccidono i poveri diavoli) fino a Rosso veneziano per la regia di Marco Leto negli anni settanta. Nel cinema, dove lavorò saltuariamente, tra i ruoli di maggior rilievo Le ore dell'amore, Totò, Peppino e... la dolce vita e Roulotte e roulette.



Filmografia

Peppino e la vecchia signora, regia di Piero Ballerini (1954)
Le signorine dello 04, regia di Gianni Franciolini (1954)
La ragazza di Via Veneto, regia di Marino Girolami (1955)
Le bellissime gambe di Sabrina, regia di Camillo Mastrocinque (1958)
Roulotte e roulette, regia di Turi Vasile (1959)
La giornata balorda, regia di Mauro Bolognini (1960)
Il sicario, regia di Damiano Damiani (1960)
Gli attendenti, regia di Giorgio Bianchi (1961)
Totò, Peppino e... la dolce vita, regia di Sergio Corbucci (1961)
Le ore dell'amore, regia di Luciano Salce (1963)
Amore mio, regia di Raffaello Matarazzo (1964)
Puro siccome un Angelo papà mi fece monaco... di Monza, regia di Giovanni Grimaldi (1969)
Cerca di capirmi, regia di Mariano Laurenti (1970)
Le tue mani sul mio corpo, regia di Brunello Rondi (1971)
La lunga ombra del lupo, regia di Gianni Manera (1971)
Bruciati da cocente passione, regia di Giorgio Capitani (1976)

Prosa televisiva

Orgoglio e pregiudizio, sceneggiato diretto da Daniele D'Anza, 1957.
Eva e la mela, di Gabriel Arout da Anton Cecov sceneggiato televisivo diretto da Daniele D'Anza, trasmesso il 3 agosto 1973, Secondo Programma.
Souper Souper, regia di Vito Molinari, trasmessa il 23 agosto 1960.
La Granduchessa e il cameriere, regia di Flaminio Bollini, trasmessa il 16 giugno 1963.
Le inchieste del commissario Maigret, regia di Mario Landi, episodio Non si uccidono i poveri diavoli, 1966.
Non te li puoi portare appresso di George S. Kaufmann e Moss Hart, regia di Mario Landi, trasmessa il 7 settembre 1969, Programma Nazionale.
Ricordo la mamma di John van druten, regia di Giorgo Morandi, trasmessa il 23 dicembre 1969, Programma Nazionale.
L'onore di Hermann Sudermann, regia di Riccardo Guicciardini, trasmessa il 17 gennaio 1975, Secondo Programma.