Mara Berni

Nome d'arte di Mara Bernasconi (Brunate, 12 giugno 1932), è un'attrice italiana.

Biografia

Assecondando i desideri dei genitori, esordì da bambina nella "Compagnia dei piccoli" di Wanda Petrini, seguendo contemporaneamente le lezioni dell'anziana attrice Teresa Franchini. Terminati gli studi, studiò danza e pianoforte, ed esordì come conduttrice televisiva ed annunciatrice.

Bionda, formosa, dotata di una bellezza fresca e sensuale, Mara Berni partecipò a circa quaranta pellicole realizzate fra gli anni cinquanta e sessanta, soprattutto di genere brillante, al fianco di grandi nomi come Alberto Sordi (Buonanotte... avvocato!, 1955, Il moralista, 1959, entrambi di Giorgio Bianchi; Il vigile, 1960, di Luigi Zampa) e Totò (Totò, Peppino e... la dolce vita, 1961, di Sergio Corbucci).

Attrice dotata di grazia e disinvoltura, fu troppo spesso relegata nel ruolo di "donna fatale", anche in chiave comica, e si può dire a ragione che ella non sia stata sfruttata al meglio delle sue capacità. A partire dalla metà degli anni sessanta ella abbandonò lo schermo, ma lavorò talvolta per la televisione, sia recitando in romanzi sceneggiati, dove ricordiamo la breve ma intensa e commovente parte della madre di Cecilia ne "I promessi sposi" di Sandro Bolchi (1967), ed anche partecipando a trasmissioni di varietà (fu reso un giusto tributo alla sua bellezza quando venne scelta per interpretare la parte della dea Venere nel brillante spettacolo musicale Biblioteca di Studio Uno di Antonello Falqui, con il Quartetto Cetra, nella puntata dedicata all'Odissea) sino alla fine degli anni ottanta.

Sposatasi in seconde nozze nell'ottobre del 1989 con il ricchissimo industriale pakistano Tarik Mamoud Rana (da cui ha avuto, nel 1990, una figlia, all'età di 58 anni), attualmente vive fra Los Angeles e l'Italia.


Galleria fotografica

Foto: Getty Images - Lombardia Beni Culturali - Diomedia


Filmografia

La tratta delle bianche, regia di Luigi Comencini (1953)
Fermi tutti... arrivo io!, regia di Sergio Grieco (1953)
Il maestro di Don Giovanni, regia di Milton Krims (1953)
L'amore in città, regia di Alberto Lattuada (1953)
La spiaggia, regia di Alberto Lattuada (1953)
Anni facili, regia di Luigi Zampa (1953)
Il seduttore, regia di Franco Rossi (1954)
Accadde al commissariato, regia di Giorgio Simonelli(1954)
Accadde al penitenziario, regia di Giorgio Bianchi (1955)
Buonanotte... avvocato!, regia di Giorgio Bianchi (1955)
Il mondo sarà nostro, regia di Rovida-Beleda (1956)
Non scherzare con le donne, regia di Giuseppe Bennati (1956)
La donna che amo, regia di Mario Costa (1957)
Il segreto delle rose, regia di Andrea Principe (1958) - doppiata da Dhia Cristiani
La grande ombra, regia di Claudio Gora (1958)
Le donne ci tengono assai, regia di Toni Amendola (1959)
Il moralista, regia di Giorgio Bianchi (1959) - doppiata da Rosetta Calavetta
Questione di pelle, regia di Bernard-Aubert (1959) - doppiata da Maria Pia Di Meo
Juke box - Urli d'amore, regia di Mauro Morassi (1959)
Il vigile, regia di Luigi Zampa (1960)
I baccanali di Tiberio, regia di Giorgio Simonelli (1960)
Spade senza bandiera, regia di Carlos Velo (1961)
Totò, Peppino e... la dolce vita, regia di Sergio Corbucci (1961)
Il terribile Teodoro, regia di Roberto Bianchi Montero (1961)
Gli scontenti, regia di Giuseppe Lipartiti (1961)
Sansone, regia di Gianfranco Parolini (1961)
La furia di Ercole, regia di Gianfranco Parolini (1962)
Maciste contro lo sceicco, regia di Domenico Paolella (1962)
I tre nemici, regia di Giorgio Simonelli (1962)
Maurizio, Peppino e le indossatrici, regia di Filippo Walter Ratti (1962)
Armi contro la legge, regia di Riccardo Blasco Laguna (1963)
Le ore dell'amore, regia di Luciano Salce (1963)
I Promessi Sposi, regia di Sandro Bolchi (1967)
Assassino senza volto, regia di Angelo Dorigo (1968)
Giorni di sangue, regia di Lorenzo Gicca Palli (1968)

Prosa televisiva RAI

I Giacobini (1962) diretto da Edmo Fenoglio.
Demetrio Pianelli (1963) diretto da Sandro Bolchi.
Un figlio per Dorotea, regia di Eros Macchi, trasmessa il 27 gennaio 1964.
La figlia del capitano, sceneggiatura di Fulvio Palmieri e Leonardo Cortese, regia di Leonardo Cortese, sceneggiato di 6 puntate dal 16 maggio 1965 al 23 giugno 1965.
Bello di papà, regia di Mario Ferrero, trasmessa il 21 ottobre 1965.
Edoardo e Carolina, di Félicien Marceau, regia di Vito Molinari, trasmessa il 9 marzo 1966.