Paul Müller

(Neuchâtel, 11 marzo 1923) è un attore svizzero. Trasferitosi in Francia, debuttò come attore teatrale a Parigi durante l'occupazione. Dopo essersi diplomato presso il Conservatoire national supérieur d'art dramatique, iniziò la carriera di attore cinematografico in Italia, debuttando alla fine degli anni quaranta in Fabiola di Alessandro Blasetti. A partire dagli anni cinquanta, divenne uno specialista dei ruoli da gangster, sadico, maniaco o malavitoso, a cui lo destinavano naturalmente i tratti scolpiti del viso, gli occhi distanti e il fisico alto e asciutto. Ha lavorato molto in Italia, diretto tra gli altri da Mario Monicelli, Riccardo Freda, Mario Camerini e, in anni più recenti, prendendo parte a numerosi film del ciclo di Fantozzi nei ruoli di Cobram e Francesco Maria Barambani. Tra il 1968 e il 1976 ha girato ben 17 film per la regia di Jesús Franco, che in Eugénie gli assegnò per una volta il ruolo di protagonista maschile.