Antonio Clerment

L'imitatore Antonio Clerment (assonanza francesizzata di Clemente) divenne ben presto Totò, avvicinandosi al suo vero nome, abbandonando definitivamente il cognome materno. Questo avvenne tra il 1915 e il 1916, Quattro anni dopo la rivista napoletana "Cafè-Chantant" pubblicava una fotografia di Totò, incorniciata con un fregio geometrico, con la didascalia TOTO' IL COMICISSIMO. Comincia la grande avventura...