Print Friendly, PDF & Email

Schiaffi a Totò

Con la compagnia di rivista Totò-D’Albert dell’impresario Remigio Paone, Totò aveva intrapreso, nel gennaio 1945, una tournée in Toscana. Era in scena una seconda versione teatrale di «Imputati, alziamoci», scritta dal commediografo Michele Galdieri, con interpreti la celebre e brava soubrette moscovita Lucy D’Albert e gli attori Alberto Bonucci, Vittorio Caprioli e Mario Castellani. Il primo spettacolo venne, il lunedì 22, rappresentato con grande successo a Siena. La compagnia si trasferì, pochi giorni dopo, a Firenze, dove Totò fu coinvolto, lui malgrado, in un increscioso incidente con uno spettatore.

Narra Castellani, fedele spalla dell’artista napoletano, che sul palcoscenico «...lui si permise una battuta che rischiò di costargli la pelle. Successe questo: Totò faceva la macchietta di Napoleone, e a un certo punto un attore gli domandava: “Compagno?”. “No, camarade”, rispondeva Totò, storpiando la parola francese che suonasse quasi come l’italiano e fascista “camerata”. L ’altro stupito, chiedeva: "Camarade?" E Totò: “Va bè,fa come vuoi. Camarade o compagno è lo stesso”. Non l’avesse mai detto! L'Italia era ancora divisa dalla linea gotica e Firenze era piena di partigiani. Uno di questi, al termine dello spettacolo si presentò davanti al camerino di Totò con la scusa di volere un autografo. Totò, affabile, venne sulla soglia a firmare. Con la voce sorda, il partigiano gli domandò: “Veramente per lei camerata e compagno è la stessa cosa?”. Preso alla sprovvista, Totò rispose: “Mah, non so... ”. Il partigiano non lo lasciò finire: con una mossa fulminea lo colpì con un pugno in faccia, spaccandogli le labbra. Per fortuna, c’era parecchia gente che s’intromise, impedendo così all’energumeno di continuare il massacro».

Dopo essere ricorso alle cure mediche presso il pronto soccorso dell’ospedale cittadino, Totò interruppe immediatamente le recite e rientrò «spaventatissimo» a Roma presso la sua abitazione di viale Parioli, accudito con grande affetto dalla moglie Diana.

1945 03 11

L'articolo dell'11 marzo 1945, pubblicato su "La Nazione del Popolo" di Firenze.


Riferimenti e bibliografie:

"Totò massone" (Ruggiero di Castiglione) - Ed. Atanòr, 2017
Articolo di giornale di proprietà di Simone Riberto, autore della biografia di Dino Valdi "L'altro volto di Totò - Il Principe secondo Dino Valdi"