Ugo Sasso (Domenico Pasquale Giuseppe Sasso)

Domenico Pasquale Giuseppe Sasso, talvolta indicato come Ugo Sasso o Ugo Harden (Torino, 23 marzo 1910 – ...), è stato un attore italiano.

Biografia

Trasferitosi negli anni Trenta a Roma, inizia a frequentare il Centro Sperimentale di Cinematografia. Nel 1934 esordisce nel film di Alessandro Blasetti Vecchia guardia. Da quel momento prende parte, fino al 1945, ad una lunga serie di film, come Tre fratelli in gamba e L'ospite di una notte.

Partecipa inoltre alla pellicola di E.B. Clucher Lo chiamavano Trinità..., dove interpreta lo sceriffo zoppo, e Il delitto Matteotti di Florestano Vancini.

Si è ritirato dalle scene nel 1973.

Era il padre di Leonardo Sasso, cantante del gruppo progressive rock La Locanda Delle Fate[senza fonte].

Filmografia

Vecchia guardia, regia di Alessandro Blasetti (1934)
Joe il rosso, regia di Raffaello Matarazzo (1936)
Lo smemorato, regia di Alessandro Blasetti (1936)
Scipione l'Africano, regia di Carmine Gallone (1937)
Stasera alle undici, regia di Oreste Biancoli (1937)
Ettore Fieramosca, regia di Alessandro Blasetti (1938)
Tre fratelli in gamba, regia di Alberto Salvi (1939)
L'ospite di una notte, regia di Giuseppe Guarino (1939)
Il segreto inviolabile, regia di Julio Flechner de Gomar (1939)
L'assedio dell'Alcazar, regia di Augusto Genina (1940)
La forza bruta, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1941)
Bengasi, regia di Augusto Genina (1942)
Rita da Cascia, regia di Antonio Leonviola (1943)
Piazza San Sepolcro, regia di Giovacchino Forzano (1943)
La fornarina, regia di Enrico Guazzoni (1944)
Fabiola, regia di Alessandro Blasetti (1949)
Buffalo Bill a Roma, regia di Giuseppe Accatino (1949)
Cavalcata d'eroi, regia di Mario Costa (1949)
Il figlio di d'Artagnan, regia di Riccardo Freda (1949)
Il leone di Amalfi, regia di Pietro Francisci (1950)
Figaro quà, figaro là, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)
O.K. Nerone, regia di Mario Soldati (1951)
La regina di Saba, regia di Pietro Francisci (1952)
A fil di spada, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1952)
Ripudiata, regia di Giorgio Walter Chili (1954)
Il terrore dei barbari, regia di Carlo Campogalliani (1959)
La scimitarra del Saraceno, regia di Piero Pierotti (1959)
La cambiale, regia di Camillo Mastrocinque (1959)
David e Golia, regia di Ferdinando Baldi e Richard Pottier (1960)
Il gigante di Metropolis, regia di Umberto Scarpelli (1961)
Drakut il vendicatore, regia di Luigi Capuano (1961)
Zorro alla corte di Spagna, regia di Luigi Capuano (1962)
Zorro e i tre moschettieri, regia di Luigi Capuano (1963)
Il segno di Zorro, regia di Mario Caiano (1963)
D'Artagnan contro i 3 moschettieri, regia di Fulvio Tului (1963)
I tre sergenti del Bengala, regia di Umberto Lenzi (1964)
Il trionfo dei dieci gladiatori, regia di Nick Nostro (1964)
Agente 3S3 - Passaporto per l'inferno, regia di Sergio Sollima (1965)
Zan, re della giungla (Tarzán en la gruta del oro), regia di Manuel Caño (1969)
La vendetta è il mio perdono, regia di Roberto Mauri (1969)
Lo chiamavano Trinità, regia di E.B. Clucher (1970)
Il delitto Matteotti, regia di Florestano Vancini (1973)