Vira Silenti

Nome d'arte di Elvira Giovene (Napoli, 16 aprile 1931 – Roma, 1º novembre 2014[1]), è stata un'attrice italiana.

Biografia

Allieva a Roma dell'Accademia di danza diretta da Jia Ruskaja, viene scelta dopo un provino, per il film Una notte dopo l'opera, per la regia di Manzari, dove debutta a 10 anni dimostrando non comuni doti di recitazione. Dopo questo film, si dedica completamente al cinema accantonando la scuola di danza classica.

L'inizio della sua presenza negli sceneggiati televisivi della RAI, dei primi anni cinquanta, è merito del regista Anton Giulio Majano, che la sceglie per Piccole donne. Successivamente lavorerà con una certa frequenza per il piccolo schermo, sia nelle commedie che negli sceneggiati televisivi (ad esempio Orgoglio e pregiudizio, del 1957). Lavora, anche se saltuariamente, nell'attività di doppiaggio, presso la CDC di Roma.

La sua carriera, come attrice di cinema, termina alla fine degli anni sessanta, quando decide di lasciare i set cinematografici, anche se continua a recitare per lavori televisivi e radiofonici.

Per la televisione lavora con registi come Daniele D'Anza, Vittorio Cottafavi, Eros Macchi (ad esempio ne La bella addormentata, fiction televisiva del 1963) e Ferrero, sino all'ultimo lavoro dove è stata diretta da Mario Foglietti nella Scuola dei duri, del 1981.

Come doppiatrice, ha doppiato essenzialmente per la televisione. È stata la voce di Barbara Rush che interpretava Eudora Weldon in Flamingo Road; ha poi doppiato Constance Ford in Destini e Valerie Reynolds in Capitol; sempre in ambito di soap opera ha dato voce a personaggi di Quando si ama (Gwyneth Alden). Negli anni sessanta è stata anche interprete di fotoromanzi sul settimanale Grand Hotel.

È morta il 1º novembre 2014 all'età di 84 anni. La sera del 31 ottobre 2014 è stata investita da un'automobile in sorpasso mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali. Era in compagnia dell'amica attrice Sara Franchetti che ne ha poi comunicato la morte.[2]


Galleria fotografica

Foto: Archivio Istituto Luce


Filmografia

Una notte dopo l'opera, regia di Nicola Manzari (1942)
Dagli Appennini alle Ande, regia di Flavio Calzavara (1943)
In cerca di felicità, regia di Giacomo Gentilomo (1944)
Vietato ai minorenni, regia di Mario Massa (1944)
Montecassino, regia di Augusto Gemmiti (1946)
Tempesta d'anime, regia di Giacomo Gentilomo (1947)
Ultimo amore, regia di Luigi Chiarini (1947)
Preludio d'amore, regia di Giovanni Paolucci (1947)
Il fiacre n. 13, regia di Mario Mattoli (1948)
Totò cerca moglie, regia di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)
Tototarzan, regia di Mario Mattoli (1950)
Romanzo d'amore, regia di Duilio Coletti (1950)
Menzogna, regia di Ubaldo Maria Del Colle (1952)
Bellezze in motoscooter, regia di Carlo Campogalliani (1952)
La nemica, regia di Giorgio Bianchi (1952)
La storia del fornaretto di Venezia, regia di Giacinto Solito (1952)
Lasciateci in pace, regia di Marino Girolami (1953)
I vitelloni, regia di Federico Fellini (1953)
La Gioconda, regia di Giacinto Solito (1953)
François il contrabbandiere, regia di Giovanni Parolini (1953)
Canzone appassionata, regia di Giorgio Simonelli (1953)
Casa Ricordi di Carmine Gallone (1954)
Lo que nunca muere, regia di J Salvator (1954)
Domenica è sempre domenica, regia di Camillo Mastrocinque (1958)
Vacanze d'inverno, regia di Camillo Mastrocinque (1959)
Il figlio del corsaro rosso, regia di Primo Zeglio (1959)
Maciste nella Valle dei Re, regia di Carlo Campogalliani (1960)
Maciste nella terra dei Ciclopi, regia di Antonio Leonviola (1961)
Giuseppe venduto dai fratelli, regia di Irving Rapper (1961)
Maciste all'inferno, regia di Riccardo Freda (1962)
La bella addormentata, fiction tv, regia di Eros Macchi (1963)
Il ponte dei sospiri, regia di Piero Pierotti (1964)
Col cuore in gola, regia di Tinto Brass (1967)
Commando suicida, regia di Cesare Bazzoni (1968)

Sceneggiati televisivi RAI

Piccole donne, dal romanzo di Louise May Alcott, con Lea Padovani, Vira Silenti, Emma Danieli, Maresa Gallo, Zoe Incrocci, Arnoldo Foà, Alberto Lupo, regia di Anton Giulio Majano, sceneggiato in 4 puntate dal 12 novembre 1955 al 10 dicembre 1955.
Orgoglio e pregiudizio, dal romanzo di Jane Austen, con Franco Volpi, Virna Lisi, Enrico Maria Salerno, Vira Silenti, Sergio Tofano, regia di Daniele D'Anza, sceneggiato in 5 puntate del 21 settembre 1957 al 19 ottobre 1957.
Umiliati e offesi, dal romanzo di Fjodor Dostojevskij, con Enrico Maria Salerno, Anna Maria Guarnieri, Romolo Costa, Vira Silenti, Evi Maltagliati, Ivo Garrani, Warner Bentivegna, Mario Feliciani, regia di Vittorio Cottafavi, sceneggiato in 4 puntate dal 27 settembre 1958 al 18 ottobre 1958.
I Giacobini, di Federico Zardi, con Serge Reggiani, Giancarlo Cobelli, Davide Montemurri, Alberto Lupo, Warner Bentivegna, Vira Silenti, Tino Bianchi, Sylva Koscina, Lia Zoppelli, sceneggiato in 6 puntate dall'11 marzo 1962 al 15 aprile 1962.
Bambole, scene di un delitto perfetto, di Fabio Pittorru, con Adalberto Maria Merli, Elisabetta Pozzi, Paolo Poiret, Marilù Prati, Glauco Onorato, Vira Silenti, Clelia Matania, Diana Torrieri, Bianca Toccafondi, regia di Alberto Negrin, sceneggiato televisivo, di 3 puntate trasmesso dal 9 novembre 1980 al 23 novembre 1980.

Prosa televisiva RAI

Romeo e Giulietta, di William Shakespeare, con Paolo Butti, Marcello Bertini, Marcello Giorda, Esperia Sperani, Vira Silenti, Antonio Barpi, Leonardo Cortese, Egisto Olivieri, Lola Braccini, Alberto Carloni, Giorgio Albertazzi, Gualtiero Rizzi, regia di Franco Enriquez, trasmessa il 29 gennaio 1954.
Il delitto di Lord Saville, con Franco Coop, Gastone Ciapini, Guglielmo Barnabò, Anna Maria Guarnieri, Cesarina Gheraldi, Norma Nova, Leonardo Cortese, Giuseppe Caldani, Vira Silenti, regia di Claudio Fino, trasmessa il 5 marzo 1954.
Martina, commedia di Jean Jacques Bernard, con Silvio Spaccesi, Valentina Fortunato, Antonio Pierfederici, Vira Silenti, Mercedes Brignone, regia di Mario Ferrero, trasmessa il 16 luglio 1954.
Il tempo e la famiglia Conway, con Enrico Maria Salerno, Vira Silenti, Riccardo Cucciolla, Paolo Carlini, Olga Villi, Maria Grazia Francia, Edda Albertini, Margherita Bagni, Bianca Toccafondi, Achille Millo, regia di Mario Landi, trasmessa il 10 dicembre 1954.
Le zitelle di via Hydar, di Enzo Duse, con Achille Millo, Franco Coop, Enrico Glori, Clara Calamai, Margherita Bagni, Itala Martini, Vira Silenti, Osvaldo Genazzani, Mario Carotenuto, Natale Peretti, regia di Silverio Blasi, trasmessa il 31 dicembre 1954.
L'eroe, di George Bernard Shaw, con Germana Paolieri, Aroldo Tieri, Carlo Romano, Franca Tamantini, Antonio Battistella, Vira Silenti, Enrico Maria Salerno, regia di Ferruccio Cerio, trasmessa il 17 giugno 1955.
Se tu non m'ami, commedia con Aroldo Tieri, Vira Silenti, Edoardo Toniolo, Antonio Battistella, Jone Morino, regia di Guglielmo Morandi, trasmessa il 22 dicembre 1956.
Il gallo canta a mezzanotte, con Tino Bianchi, Vira Silenti, Franco Pastorino, Diego Michelotti, Jolanda Verdirosi, Ferruccio Amendola, Maria Zanoli, regia di Luigi Di Gianni, trasmessa il 27 maggio 1958.
Ricordo la mamma, con Cinzia Bruno, Rossella Gigli, Lia Zoppelli, Micaela Esdra, Andreina Pagnani, Franco Scandurra, Franco Volpi, Giulio Girola, Irene Aloisi, Vira Silenti, Elsa Merlini, Francesco Mulè, regia di Guglielmo Morandi, trasmessa il 23 dicembre 1969.

Note

  1. ^ R.it | Necrologie
  2. ^ IN MORTE DI VIRA SILENTI