Tutto pronto per il pranzo ai cinquecento bambini

Totò bambini

1951 12 25 Momento Sera Beneficenza L

Dalle ore 11 alle ore 13 domani mattina via Veneto vivrà ore di intensa festività. con commozione e di gioia vedremo una schiera di bambine e bambini sorridenti e gai, avviarsi all'hotel Excelsior ove nei più sfarzosi saloni è con il migliore personale sarà ad essi servito il tradizionale pranzo di Natale, alla presenza di autorità dello Stato e, di uno scelto stuolo di signore della società romana.

Per essi si accende un focolare di umanità per riscaldare con la fiamma delle bontà le ore della notte precedente vissute al freddo, come colui che con la sua nascita ha voluto portare la pace nel mondo. Il Natale vuole che tutti sorridono, che tutti siano lieti. Il cuore generoso del Barone Renato Cini amico carissimo dei piccoli diseredati, quello di Totò e di Corrado Zingone, da 5 anni tengono accesa questa fiamma, perché essi sanno che la più grande soddisfazione è di lenire i dolori e le sofferenze di questa piccola gioventù, onde domani questi gesti di umana solidarietà, ne trarranno esempio per gli altri.

Sarà di scena Papà Natale, che da piazza Barberini contornato dai bambini festanti, salirà via Veneto e con lui si porteranno in albergo per il pranzo, dopo il quale distribuirà loro magnifici pacchi, donati da Zincone alla Maddalena.

il commendator Ventrella anch'esso amico di questi bambini, anche quest'anno farà vivere loro attimi di ansia, facendo sorteggiare per una bambina per un bambino due magnifici oggetti d'oro. Bambole e tanti altri doni verranno ancora sorteggiati. Invitiamo tutti i bambini che hanno avuto la fortuna di ricevere da un ricco Babbo Natale tante cose penne di intervenire a questa manifestazione di fratellanza, per affiancarsi, per un solo attimo, a questi loro fratellini poveri, per sorridere insieme dividere con essi giocattoli e carezze. Per noi grandi questo sia di monito, e un esempio di fratellanza e di pace.

«Momento Sera», 25 dicembre 1951


Momento Sera «Momento Sera», 25 dicembre 1951