Franco Fulvia

Fulvia Franco (Trieste, 21 maggio 1931 – Roma, 15 maggio 1988) è stata un'attrice italiana.

Biografia

Nel 1948 la conquista del titolo di Miss Italia nella finale di Stresa la portò a una breve apparizione, nei panni di sé stessa, nel film Totò al Giro d'Italia, di Mario Mattoli.

Triestina, la sua elezione rappresentò un simbolo patriottico, in quanto la città di Trieste all'epoca era parte del Territorio Libero di Trieste.

La carriera cinematografica di Fulvia, imperniata sulla sua avvenenza fisica, proseguì principalmente in film in cui interpretava ruoli di femme fatale, in commedie ambientate nel mondo dello spettacolo e in pellicole del filone mitologico.

Vita privata

Nel 1950 sposò il pugile e attore Tiberio Mitri, anche lui triestino e tra gli sportivi simbolo dell'Italia di quegli anni. Il matrimonio, messo subito a dura prova dalla trasferta in America, dove Mitri doveva sostenere alcuni incontri, e dalle mire hollywoodiane di Fulvia, finì nel 1954. I due, che nel 1951 ebbero un figlio, Alessandro, si separarono.

Fulvia non si risposò, a differenza del pugile che anni dopo contrasse matrimonio con una donna americana, dalla quale ebbe una figlia, Tiberia.

Alessandro, il primogenito, morì il 15 luglio 1981 per droga, (non essendo un consumatore abituale, si pensa ad una partita di eroina tagliata male).


Galleria fotografica e stampa dell'epoca


Tiberio Mitri & Fulvia Franco, raccolta di articoli di stampa



Filmografia

Cinema

Totò al giro d'Italia, regia di Mario Mattoli (1948)
Romanticismo, regia di Clemente Fracassi (1950)
Primo premio: Mariarosa, regia di Lionello De Felice (1952)
Il romanzo della mia vita (1952)
Bellezze in motoscooter (1952)
Totò a colori (1952)
Agenzia matrimoniale (1952)
Finalmente libero (1953)
Tripoli, bel suol d'amore (1954)
Totò all'inferno, regia di Camillo Mastrocinque (1954)
Carovana di canzoni (1954)
Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno (1954)
Scapricciatiello, regia di Luigi Capuano (1955)
La Rossa (1955)
La catena dell'odio (1955)
La moglie è uguale per tutti (1955)
Le avventure di Giacomo Casanova (1955)
Donne, amore e matrimoni, regia di Roberto Bianchi Montero (1956)
Il cavaliere dalla spada nera (1956)
Onore e sangue (1957)
Peppino, le modelle e chella là (1957)
A sud niente di nuovo (1957)
Buongiorno primo amore!, regia di Marino Girolami e Antonio Momplet (1957)
Totò, Vittorio e la dottoressa (1957)
Le belle dell'aria (1958)
La tempesta (1958)
Ercole e la regina di Lidia (1959)
L'arciere nero (1959)
A noi piace freddo...! (1960)
Ercole sfida Sansone (1963)
Obiettivo ragazze (1963)
L'amore difficile (1963)
Queste pazze, pazze donne (1964)
Alta infedeltà (1964)
Alla conquista dell'Arkansas (1964)
Letti sbagliati (1965)
Una bara per lo sceriffo (1965)
Una rete piena di sabbia (1966)
L'armata Brancaleone (1966)
I due figli di Ringo (1967)
Il magnifico texano, regia di Luigi Capuano (1967)
Brutti di notte (1968)
Don Chisciotte e Sancio Panza, regia di Giovanni Grimaldi (1969)
Mercanti di vergini (1969)
Tara Pokì, regia di Amasi Damiani (1971)

Televisione

Le spie (I Spy), serie televisiva, episodio Sophia (1966)


Riferimenti e bibliografie:

  • «L'Europeo», anno IV, n.41, 10 ottobre 1948
  • «L'Europeo», anno VI, n.28, 9 luglio 1950
  • Ezio Colombo, «Settimo Giorno», anno V, n.2, 10 gennaio 1952
  • Andrea Dallapina, «Eco - Risveglio di Ossola», 20 settembre 2018