La rivista si è data all'ippica

1953 Renato Rascel 5000

1953 04 04 Epoca Silvana Pampanini intro

Il più impassibile dei personaggi che per lunga sequela di sere sono apparsi sul palcoscenico del Nuovo a Milano, nella cornice fastosa della rivista di Garinei e Giovannini, è stato proprio Attanasio, cavallo vanesio; l'animale, si vuol dire, l'animale in carne ed ossa, briglie e coperta scozzese. Lui se ne stava impassibile al rumore degli applausi e al ritmo delle musiche di Kramer, ignaro che lo spettacolo, in fondo in fondo, contasse in buona parte su di lui per far presa.

1953 03 21 Epoca Renato Rascel f5
Rascel col cavallo Attanasio: colloquio muto con in mezzo un telefono. Questi colloqui sono numerosi nella rivista: Rascel li riempie a furia di girandole.

Bisogna dire, a lode della rivista, che gli spettatori non hanno attribuito, al cavallo, più che una funzione coreografica e si sono tenuti al sodo dell'umorismo contenuto nel testo e scoppiettante dalle matte girandole di Rascel. Perciò, solo in chiave scherzosa si può dire che la rivista si è data all'ippica; meglio si potrebbe affermare che sulle piste di questo cavallo indifferente e niente affatto vanitoso, essa ha cercato una nuova strada.

1953 03 21 Epoca Renato Rascel f11953 03 21 Epoca Renato Rascel f2
1953 03 21 Epoca Renato Rascel f31953 03 21 Epoca Renato Rascel f4
1953 03 21 Epoca Renato Rascel f6
La parodia dei «gangsters» è uno dei a motivi più indovinati della rivista. Ecco lo stallino Leo alle prese coi fuorilegge capitanati da Peppino De Martino.
1953 03 21 Epoca Renato Rascel f10
Anche nelle nuove riviste americanizzanti, di cui Garinei e Giovannini hanno inaugurato la moda, il quadro del «charleston» è inevitabile. Qui siamo in un «night club» di New York. Al centro Kiki Urbani.
1953 03 21 Epoca Renato Rascel f11
Kiki Urbani danza con Rascel nel sotterraneo nel quale i banditi hanno messo il loro covo. Notare la scena di Coltellacci. Più che da commedia musicale questa è una scena da opera. Magari da opera buffa.
1953 03 21 Epoca Renato Rascel f12
Nei bassifondi di New York: le « Bluebell », notturne «Gigolettes» sullo sfondo della scena, in un tipico atteggiamento che è stato suggerito dalle coreografie di Don Arden. Don Arden viene dai teatri di Broadway.
1953 03 21 Epoca Renato Rascel f13
«A solo» di Flora Medini nel quadro dell'istituto di bellezza. La scena è divisa in due, si che si abbia la sensazione di trovarsi al di sotto del piano della strada. Anche questa è una invenzione di Coltellacci.

 Nicola Orsini, «Epoca», anno IV, n.130, 4 aprile 1953


Epoca
Nicola Orsini, «Epoca», anno IV, n.130, 4 aprile 1953