La prima è Sandra Milo

Sandra-Milo

1958-03-06-Tempo-Sandra-Milo

Con un busto e due statuette dell’attrice ultimati in questi giorni, Francesco Messina ha iniziato una serie di ritratti femminili tipicamente italiani e destinati ad essere esposti nelle capitali d’Europa e in America.

«È stata la più disciplinata e la più diligente delle modelle » ha detto Francesco Messina di Sandra Milo. Lo scultore ha appena fìnito di modellare un busto in terracotta e due statuette in bronzo dell’attrice, che verranno esposti in una serie di mostre che Messina ha in programma in tutte le capitali del mondo; e che saranno dedicate al ritrattò femminile, o meglio alla bellezza femminile italiana. Sandra Milo è dunque la prima in una galleria di figure di donna, che comprenderà anche qualche altra attrice tra le più note, ma soprattutto tra quelle che esprimono meglio il tipo femminile del nostro Paese. « La bellezza rinascimentale, schietta, terrena », afferma Messina; che in questo caso si è rivolto soprattutto alle attrici in quanto rappresentano per lui le più belle modelle d’Italia. Un genere di grazia muliebre già consacrato, già selezionato.

1958 03 06 Tempo Sandra Milo f1
Sopra: la modella e il ritratto. Per il film di Cayatte "Lo specchio a due facce" in cui l'attrice italiana recita accanto a Michèle Morgan, Sandra Milo ha dovuto tagliarsi i capelli che nel ritratto, come si vede, sono lunghi. Sotto: FRANCESCO MESSINA con Sandra Milo accanto al busto dell’attrice. Lo scultore, che è siciliano, vive a Milano da quasi trent’anni ed è dal 1934 titolare della cattedra di scultura dell'Accademia di Brera, che ha vinto per concorso nazionali. Nel 1953 gli è stato assegnato il premio ”Ines Fila” per la scultura. Precocissimo, dall’età di vent’anni ha esposto nelle più importanti mostre italiane e straniere. E’ stato il più giovane membro dell’Accademia d’Italia.
1958 03 06 Tempo Sandra Milo f2

Sandra Milo ha posato per lo scultore nel suo studio all’Accademia di Brera, a Milano, per una ventina di giorni mattina e pomeriggio. E’ stato prima che l’attrice partisse per la Francia, dove ha ultimato in questi giorni le riprese del film ”Lo specchio a due facce” diretto da Andrè Cayatte. Partendo, Sandra aveva lasciato i suoi ritratti non ultimati: Francesco Messina, dopo un ! certo numero di sedute con la modella, preferisce finire i suoi ritratti a memoria. Ora, tornando in Italia, ha trovato le statuette in gesso già fuse nel bronzo e il busto, modellato nella creta, già fissato in terracotta

1958 03 06 Tempo Sandra Milo f31958 03 06 Tempo Sandra Milo f4
LA STATUETTA DELL'ATTRICE (che nella foto a sinistra appare ancora in gesso) è alta circa un metro. Il busto invece è in grandezza naturale. Sandra Milo è tornata in Italia in questi giorni per un breve riposo. Ripartirà presto per Parigi dove interpreterà assieme a Marina Vlady e a Folco Lulli un film di Yves Robert ambientato nella malavita parigina e intitolato: ”La naissance d’un Caid”. Subito dopo reciterà, ancora in Francia, sotto la direzione di Leo Joannon.  
1958 03 06 Tempo Sandra Milo f5
SANDRA MILO che appare qui tra le due statuette e accanto al busto, ha avuto un grande successo di simpatia in Francia e Cayatte l’ha già impegnata per il suo prossimo film che comincerà a girare in settembre. L’attrice italiana recita ormai con la massima disinvoltura direttamente in francese.
1958 03 06 Tempo Sandra Milo f6

F. V., servizio fotografico di Franco Fedeli, «Tempo», anno XX, n.10, 6 marzo 1958


Tempo
F. V., servizio fotografico di Franco Fedeli, «Tempo», anno XX, n.10, 6 marzo 1958