Articoli & Ritagli di stampa - Rassegna 1933


Rassegna Stampa 1933


Totò


1933 01 03 Il Messaggero Al pappagallo intro

Se il numero delle chiamate alla fine dello spettacolo denota ancora l’intensità del successo, si può affermare che il nuovo spettacolo allestito compagnia diretta da Totò e presentato ieri sera con impegno dai singoli attori, ha riportato il più vivo dei successi. Infatti il pubblico sì è divertito moltissimo alle sempre nuove trovate comiche dell'impareggiabile Totò riconfermandogli tutte le sue simpatie e acclamandolo ripetutamente anche a scena aperta. Hanno diviso con lui il successo della serata la spumeggiante Adriana Edelweiss, la vivacissima Dea Bella, la bravissima Steffy O’ Ville, Guido Tei,il Panchetti, la Braccony, il Furiai e le affiatatissime girls del «Klariston». Si replica da oggi alle 17 e alle 21.30.

«Il Messaggero», 3 gennaio 1933


All'Eliseo, dalle ore 15 in poi, ultime repliche del divertentissimo spettacolo La banda delle bambole bionde che nella interpretazione esilarantissima di Totò, ha ottenuto un grande successo d'ilarità. Domani, lunedi, una novità interessantissima: Messalina, un grottesco di Kokasse (Mario Mangini) e Totò (Antonio de Curtis).

«Il Messaggero», 23 aprile 1933


1933 05 15 Il Messaggero Il mondo e tuo intro

Un’altra rivista alla quale ha arriso vivo successo. Antonio de Curtis e Cliquette (*) ne sono gli autori. Ma a produrre le gaie risate, la vivace ilarità diffusasi dalla ribatta alla platea, un’ilarità a getto continuo, non è stato forse Totò, inesauribile nelle sue trovate?
A conquistare il mondo non è proprio lui, Totò, a insegnarlo? Ma da quell'arguto attore che è, egli v’insegna tante altre cose che in questa rivista assumono spesso sapore di satira.
Si ride di questa, allegramente: chè il quadro è a tono burlesco e buffonesco e caricaturale.
Con Totò concorsero al successo i bravi attori della sua compagnia, primi fra tutti, Adriana Edehweis. Gemmy Moroni. Guglielmo Inglese, applauditi a scena aperta e a fine di ogni quadro.

(*) Pseudonimo di Diana Bandini Rogliani, la moglie di Totò

«Il Messaggero», 15 maggio 1933


1933 10 25 L Arena La vile seduttrice Al pappagallo L

«L'Arena», 25 ottobre 1933


1933 10 29 La Voce di Mantova La vergine indiana L

«La Voce di Mantova», 29 ottobre 1933


1933 10 30 La Voce Di Mantova La vergine indiana L

«La Voce di Mantova», 30 ottobre 1933


Spettacoli d'oggi - Teatro Sociale - Compagnia di Riviste e Fantasie Comiche diretta da Totò il comico al 100 x 100. Alle ore 21 rappresenterà Questo non è sonoro. Fantasia in 2 tempi e 12 quadri di P. Tramonti. Domani sera: ultima della Compagnia con la Rivistissima Messalina.

«La Voce di Mantova», 31 ottobre 1933


1933 11 20 La Stampa Questo non e sonoro L

«La Stampa», 20 novembre 1933


1933 11 24 La Stampa La vergine indiana intro

Al «Chiarella» debutta questa sera la Compagnia di riviste e fantasie comiche diretta da Totò con Vergine indiana, due tempi e diciotto quadri di P. Tremonti. Il cartellone promette altre interessanti novità.


1933 11 25 La Stampa La vergine indiana L

1933 11 25 La Stampa La vergine indiana foto

Al «Chiarella» ha iniziato ieri sera la Compagnia di riviste e fantasie comiche diretta da Totò con Vergine indiana, due tempi e numerosi quadri. Si tratta di una farsa abilmente trasformata in "fantasia" con l'introduzione di balletti, canzoni, attrazioni, il tutto inscenato decorosamente. Lo spettacolo poggia quasi totalmente su Totò, la cui comicità, sebbene molto si valga di modi buffoneschi, ha assai divertito il numeroso pubblico, che ha continuamente riso e calorosamente applaudito alle gustose macchiette del tipico attore; ma anche i suoi collaboratori hanno raccolto consensi e battimani. Il finale del primo quadro è stato replicato quattro o cinque volte. Serata lietissima, dunque, che promette una fortunata stagione. La vergine indiana si replica questa sera e due volte domani, nel pomeriggio e in serata.

«La Stampa», 24 e 25 novembre 1933


1933 12 01 La Stampa Toto La banda delle gialle intro

1933 12 01 La Stampa Toto La banda delle gialle intro 2

Al « Chiarella » ieri sera Totò e la tua Compagnia hanno presentato una nuova fantasia, La banda delle gialle, in cui si vede Totò, al quale è stato rubato un bambino, andarne in cerca ed incappare in cento bislacche e ultra-comiche situazioni, fra uno sfarfallare di ballerine, fra musiche e canzoni, fra quadri coreografici, tempro accompagnato dalle risa e dagli applausi del suo numeroso ed ormai fedele pubblico. Perciò questa Banda delle gialle viene ripetuta stasera in onore di Totò. La Compagnia è infatti alle sue ultime recite, Domani verrà rappresentata un'ultra novità, Messalina, grottesco di Mancini e De Curtis. 

«La Stampa», 1 dicembre 1933


1933 12 02 La Stampa Messalina intro

Al « Chiarella » ieri sera l'esilarantissimo Totò fu molto festeggiato por la sua serata d'onore. Questa sera la Compagnia di Totò mette in scena un nuovo lavoro, il grottesco di Mancini De Curtis, Messalina che verrà, replicato nei due spettacoli festivi di domani. Il numeroso pubblico si è divertito e ha applaudito gli interpreti e specialmente Totò che, come sempre, è stato di una comicità inesauribile. Il lavoro si replica oggi nei due spettacoli, che sono gli ultimi del fortunato corso di recite della Compagnia del simpatico attore. Lunedi sera l'annunciato concerto dell’orchestra sinfonica del Reich.

«La Stampa», 2 dicembre 1933


1933 12 23 Il Messaggero La banda delle gialle L

«Il Messaggero», 23 dicembre 1933


1933 12 28 Il Messaggero La vergine indiana L

Un teatro affollatissimo ieri per l'annunciata rivista di P. Tremonti La vergine indiana ed un successo caldo e pieno. Totò ha ancora una volta saputo accontentare il suo pubblico facendogli passare una serata lieta e gioconda.

«Il Messaggero», 28 dicembre 1933


Altri artisti


Articoli d'epoca


Articoli d'epoca, anno 1933

«Fermo con le mani!» l'esordio

Un film interpretato da Totò non può essere che un film di Totò sia pieno dal primo all'ultimo fotogramma. Questo è infatti il caso di «Fermo con le mani!»...
«Cinemundus», anno V, n.7, 20 febbraio 1937