QUESTO NON E' SONORO

(1933)

Scheda dell'opera

Titolo originale Questo non è sonoro (1933)

  • Testo: cinerivista in due tempi di Paolo Rampezzotti (Tramonti)
  • Interpreti: Totò, Gioconda Da Vinci, Gemmy Moroni, Mario Panchetti, Fiamette Hildegard, Erni
  • Compagnia: Compagnia di Riviste e Fantasie Comiche Totò

Sketch, quadri e notizie

La rivista riprende ed amplia il primo sketch di Totò, Totò Charlot per amore, presentata al Teatro Morgana di Roma nel 1932 e con poche modifiche di copione diventa "Questo non è sonoro", firmato da Paolo Rampezzotti (Tramonti) e presentata da Totò all’Eliseo nel 1933. Il protagonista ora si chiama Ciccillo Schioppettini e il comico di cui prende il posto è Max Singer, chiamato a interpretare la parte di Tom Mix nel genere western, mentre la Diva è Greta.


Ah, signora, non facciamo scherzi! Io con le minorenni non mi ci metto... Qui c’è un equivoco. Io non amo voi. Io sono venuto qui per la Diva, per Greta del Dolores!...


La sostituzione della coppia Max Singer/Tom Mix a quella Pirolini/Charlot comporta qualche possibilità “linguistica” diversa: interpellato come Max Singer, Ciccillo chiede se per caso lo abbiano preso per una macchina da cucire. Quando Ciccillo, travestito da Singer, deve interpretare Tom Mix, il gioco linguistico si sposta nei termini inglesi più legati al genere: “cow boy” diviene «cavoli coi buoi» e “gauci” diviene «a calci». L’entrata in scena di Totò Bel Ciccillo - con mazzo di fiori - viene sottolineata dalla Caratterista: «Toh, un signore col mazzo. Quant’ è carino... E proprio il mio tipo, magro, ossuto, asciutto». Greta insegna a Ciccillo le diverse andature, col pollice sotto l’ascella, col braccio paralizzato


Così la stampa dell'epoca

Al Teatro Ferrario

Maria Melato ha dato la sua serata d’onore ieri sera rappresentando « La donna nuda » di Bataille in una magnifica interpretazione die le ha procurato applausi calorosissimi a scena aperta e alla fine di ogni atto. Questa sera la Compagnia Melato-Mari ha dato « Fedora » di Sardou e domani sera si congederà dal nostro pubblico avendo terminata la sua fortunata stagione a Salsomaggiore. A richiesta verrà nuovamente rappresentato « Canada » di Cesare Giulio Viola.

Lunedì sera si avrà il debutto della Compagnia di riviste diretta da Totò.

«Gazzetta di Parma», 22 settembre 1935


Al Teatro Ferrario

Ha felicemente debuttato l'altra sera la Compagnia di Riviste diretta da Totò e della quale fa parte Clely Fiamma. E' stata, rappresentata con successo la rivista « Se quell’evaso io fossi » alla quale hanno seguito ieri sera la super-rivista « Belle o brutte, mi piaccion tutte» e questa sera « I tre moschettieri ». Si sono fatti assai applaudire Totò, la graziosa ed elegante Clely Fiamma, Guglielmo Sinaz, Ugo Ranzato, Lena Bellocchio, Fedora Marsali, Emma Sinaz, Bianca Mandez, Giugliemo Inglese. Mario Panchesti e B. Cantalamela. Assai, ammirati i buonissimi numeri che fanno parte dello spettacolo e cioè; la ballerina solista Anny Wilson, la ballerina contorsionista acrobata Iris Wagner, il duo Hilde, il trio Saba e il duo Inmas. Ottimo ed elegante ii corpo di ballo composto da 18 ballerine italo-tedestehe dirette dalla coreografa Wiky Meran. Bene l'orchestra sotto la direzione del maestro Carlo Ferrari e con l'eccellente batterista Tresacco. Successo quindi completo con applausi calorosissimi e molti bis.

«Gazzetta di Parma», 26 settembre 1935


Al Teatro Ferrario

La simpaticissima Clely Fiamma ha data la sua serata d’onore con la rivista «Questo non è sonoro» facendosi assai ammirare per la sua vivacità, il suo brio indiavolato e la sua eleganza. Tra il primo e il secondo atto la bionda e graziosa soubrette ha eseguito alcuni numeri di canto e danze del suo repertorio raccogliendo altri applausi calorosissimi e copiosi omaggi di fiori. Questa sera ha data la propria serata d’onore, Totò il brillantissimo comico che in queste sue recide si è accattivato tutte le simpatie del nostro pubblico.

E' stata rappresentata con molto successo la rivista «La vergine indiana». Totò e Clely Fiamma vi sono applauditissimi. Martedì 1o ottobre debutterà al Ferrario la Compagnia Veneta di Gigi Micheluzzl della quale fanno parte Pina Bertoncello e Margherita Seguin. Verrà rappresentata la nota commedia «Zente refada» di Giacinto Gallina.

«Gazzetta di Parma», 29 settembre 1935



Galleria fotografica


Ricostruzione delle rappresentazioni della rivista nelle varie città italiane


TITOLO DELL'OPERATAPPE

Questo non è sonoro

Cinerivista in due tempi di Paolo Rampezzotti (Tramonti)

Compagnia di Riviste e Fantasie Comiche Totò

Mantova, Teatro Sociale, 31 ottobre 1933

Torino, Teatro Chiarella, 27-29 novembre 1933

Roma, Teatro Eliseo, 9 gennaio 1934

Roma, Teatro Excelsior, 13 febbraio 1934

Roma, Teatro Principe, 28 febbraio - 1 marzo 1934

Roma, Teatro Margherita, 12-13 maggio 1934

Milano, Teatro Excelsior, 18-21 giugno 1934

Genova, Politeama Genovese, 28-30 settembre 1934

Roma, Teatro Eliseo, 13-14 febbraio 1935

Roma, Teatro Principe, 1-2 maggio 1935

Parma, Teatro Reinach, 25 settembre - 1 ottobre 1935

Torino, Teatro Balbo, 16-17 ottobre 1935

Roma, Teatro Quattro Fontane, 22 febbraio 1936


Riferimenti e bibliografie:

  • "Quisquiglie e Pinzellacchere" (Goffredo Fofi) - Savelli Editori, 1976
  • "Tutto Totò" (Ruggero Guarini) - Gremese, 1991
  • "Totalmente Totò, vita e opere di un comico assoluto" (Alberto Anile), Cineteca di Bologna, 2017
  • "Totò partenopeo e parte napoletano", (Associazione Antonio de Curtis), Marsilio Editore 1999

Rassegna stampa dai quotidiani:

  • La Stampa
  • Corriere della Sera
  • Corriere d'Informazione
  • Il Messaggero
  • L'Impero d'Italia