LA VERGINE INDIANA

(1932)

Scheda dell'opera

Titolo originale La vergine indiana

  • Testo: rivista in due tempi e 18 quadri di Paolo Rampezzotti (Tramonti)
  • Interpreti: Totò (Serafino), Clely Fiamma (La padroncina/L'educanda/La regina), Guglielmo Inglese, Erika Berni, G. Da Vinci, G. Moroni, V. Elano, F. Fineschi, U. Meran, M. Panchetti, E. Croce, Sinaz, Maudes, 20 Girls Ballet, Fiammette Hildegard con il suo balletto di 8 girls tedesche, Wiki Meran col suo balletto di 8 girls italo-rumene, Duo Kilde
  • Musica: M.o Ferraris
  • Compagnia: Compagnia di Riviste e Fantasie Comiche Totò

Sketch, quadri e notizie

Quadri: "Serafino bambino", "Al pappagallo", "I numeri di varietà", "Fra i selvaggi", "La sacerdotessa", "Il tempio di Budda", "L'incoronazione di Serafino", "La vergine Indiana"

Farsa amabilmente trasformata in «fantasia» con l'introduzione di balletti, canzoni e attrazioni, il tutto inscenato decorosamente.


Galleria fotografica

Il fotografo Silvio Ottolenghi, autore della foto sopra, affermava: “Nulla sfugge al mio obiettivo”. È uno dei primissimi fotoreporter italiani; nel 1934 dedicherà un album all’incontro tra Hitler e Mussolini a Venezia. Nel 1938, con le leggi razziali, dovrà cedere l’attività al suo commesso. Nel 1945 sarà imprigionato a San Vittore, poi riprenderà l’attività a Torino sino alla morte, nel 1953.

Totò e Clely Fiamma nella rivista "La vergine di Buddah", impegnati nello sketch "Serafino"

Così la stampa dell'epoca

Articoli d'epoca, anno 1933

16 Gen 2014

Antonio e Diana, un amore difficile

ANTONIO E DIANA, UN AMORE DIFFICILE Dopo l’annullamento del matrimonio, i nostri rapporti continuarono ad essere tempestosi. Divenne ancora più geloso di prima, ammesso che fosse possibile. Non solo non permetteva che…
Daniele Palmesi, Federico Clemente
18670

1933 10 29 La Voce di Mantova La vergine indiana L

«La Voce di Mantova», 29 ottobre 1933


1933 11 24 La Stampa La vergine indiana intro

Al «Chiarella» debutta questa sera la Compagnia di riviste e fantasie comiche diretta da Totò con «Vergine indiana», due tempi e diciotto quadri di P. Tremonti. Il cartellone promette altre interessanti novità.


1933 11 25 La Stampa La vergine indiana L

1933 11 25 La Stampa La vergine indiana foto

Al «Chiarella» ha iniziato ieri sera la Compagnia di riviste e fantasie comiche diretta da Totò con «Vergine indiana», due tempi e numerosi quadri. Si tratta di una farsa abilmente trasformata in "fantasia" con l'introduzione di balletti, canzoni, attrazioni, il tutto inscenato decorosamente. Lo spettacolo poggia quasi totalmente su Totò, la cui comicità, sebbene molto si valga di modi buffoneschi, ha assai divertito il numeroso pubblico, che ha continuamente riso e calorosamente applaudito alle gustose macchiette del tipico attore; ma anche i suoi collaboratori hanno raccolto consensi e battimani. Il finale del primo quadro è stato replicato quattro o cinque volte. Serata lietissima, dunque, che promette una fortunata stagione. La vergine indiana si replica questa sera e due volte domani, nel pomeriggio e in serata.

«La Stampa», 24 e 25 novembre 1933


Un teatro affollatissimo ieri per l’annunziata rivista di P. Tramonti: «La vergine indiana» ed un successo caldo e pieno. Totò ha ancora una volta saputo contentare il suo fedele pubblico facendogli passare una serata lieta e gioconda.

«Il Messaggero», 28 dicembre 1933


La Compagnia di riviste e di fantasie comiche dirette da Totò ha rappresentato ieri sera La vergine indiana, di P.Tramonti, con notevole concorso di pubblico, che ha rinnovato al lavoro il caloroso successo decretatogli in occasione della sua prima comparsa sulle scene d'altro teatro cittadino.

Nelle vesti di Serafino, Totò ha profuso ancora la sua inesauribile vis comica, culminata nel lungo quadro del «Wunder Bar» suscitando le più allegre risate, che il pubblico gli ha ricambiato con molti battimani. Assai festeggiati la Pinci, pregevole cantante e Intelligente attrice, la Moroni. piena di frizzante vivacità, il Furiai, il Nandi, il Panchetti, la Giuppone, la Mandes, l'Inglese.
Applaudltissime Erika Ermi, nelle sue danze acrobatiche e nelle sue eleganti contorsioni, la Vilky-Merau, il Duo Kilde, 11 Balletto Royal e il Balletto Hildegarde.
Il maestro Ferraris ha diretto con slancio e vigore l'orchestra.

Questa sera replica. Domani sera Se quell'evaso io fossi... di Bel Ami, nuova per le nostre scene.

«Il Lavoro», 8 maggio 1934


1934 05 12 La Stampa I tre Moschettieri intro

Lunedi sera debutterà al Teatro Chiarella la Compagnia di riviste e fantasie comiche diretta da Totò, l'esilarante e simpatico comico ben noto al pubblico torinese. Il debutto avverrà con I tre moschettieri, nuovissima rivista di Tramonti e Kokasse. La Compagnia di Toò - della quale fanno parte Gioconda Da Vinci, Gemmy Moroni, Erka Erni, Fiammetta Hildegarde, Mery Mandea, Wiki Meran, Guglielmo Inglese, Nando Nandi, Armando Furlai, Mario Panchetti, altri bravi attori e uno stuolo di graziose "girls" - riprenderà i lavori del suo repertorio: La vergine indiana, Messalina, Questo non è sonoro, La banda delle gialle, e darà, oltre ai Tre moschettieri, un'altra novità: Se quell'evaso io fossi.

«La Stampa», 12 maggio 1934


1934 05 22 La Stampa La vergine indiana L

«La Stampa», 22 maggio 1934


1934 09 20 Il Lavoro La vergine indiana T L

«Il Lavoro», 21 settembre 1934


1934 09 21 Il Lavoro La vergine indiana T L

Totò ha presentato ieri sera al numeroso pubblico del « Genovese » la divertente rivista La vergine indiana, donando alla parte gli attributi della stia inesauribile vis comica e del suo frizzante umorismo, suscitando l'onda schietta della risata clamorosa.

Accanto a lui si è fatta valere ed apprezzare la spumeggiante soubrette Clely Fiamma, che in unione agli altri artisti, dal Panchetti alla Maudes, alla Slnaz e all'Inglese, si è prodigata per dar vita allo spettacolo, ricevendo feste ed applausi insieme ai suol collaboratori.

Fiammetta Hildegard, Wiki Meran, con le loro elegantissime girls, e li Duos Kilde hanno completato brillantemente il quadro, vigili alla bacchetta dei maestro Ferraris.
Sullo schermo continua a proiettarsi Spavalderia, con Wallace Beery.

«Il Lavoro», 21 settembre 1934


1934 10 01 Il Piccolo Se quell evaso fossi io La vergine Indiana intro

Da lunedì 1 ottobre 1934 al teatro Marini avremo sulla scena uno spettacolo di grande eccezione: Totò, il celebre comico, il prediletto di tutti i pubblici, si presenterà con la sua super compagnia di riviste e fantasie comiche, della quale fanno parte Clely Fiamma, passata dal varietà alla rivista, oltre ad un complesso di elementi di primissimo ordine. Il corpo di ballo, formato da sei graziose girl è capeggiato da una nota soubrette, Fiammette Hildegarde. Totò, che è ormai il comico del giorno, ci procurerà sette serate di sano umorismo (in quanto si fermerà in Alessandria una settimana), poiché ogni sera verrà presentata una nuova rivista. Il debutto è fissato con: ”Se quell’evaso io fossi...” di Bel Ami; seguirà ”La vergine indiana”, di Paolo Tramonti. Sullo schermo è presentato da Memo Benassi. Elsa De Giorgi e Mino Doro il film : ”La signora Paradiso”.

«Il Piccolo», 1 ottobre 1934


1934 12 02 Gazzetta di Parma Compagnia Toto L

1934 12 02 Gazzetta di Parma Compagnia Compagnia Toto intro

Domani sera la Compagnia di riviste Totò e Fiamma, inizierà al Reinach un breve corso di rappresentazioni. Della Compagnia fanno parte i seguenti artisti : Clely Fiamma, Bianca Mandes, Lena Bellocchio, Lery Cherubini, Dorys Borsali.

Totò, Guglielmo Inglese, Mario Panchetti, Bruno Cantalamessa, Gigi Secco, Otello Cotogni, Gennaro Proto. Trio Imas, Sisters Kinmes, Duo Hilde. — Gran ballo della Compagnia Totò — sedici Ballerine — Maestra di ballo e coreografia: Viki Meran. Maestro concertatore e Direttore di orchestra: Carlo Ferraris.

L’elenco delle recite è il seguente:

Lunedi 3 dicembre, ore 21,15, prima rappresentazione: «Se quell’evaso io fossi» rivista in due tempi divisi in 12 quadri di Paolo Tramonti e Bel Ami - Novità.

Martedì 4 dicembre: «La Vergine Indiana» fantasia comica in due tempi e 9 quadri di Paolo Tramonti.

Mercoledì 5 dicembre: «I tre moschettieri» fantasia comico musicale di Mancini e Tramonti.

«Gazzetta di Parma», 2 dicembre 1934


 1934 12 04 Gazzetta di Parma La vergine indiana intro

Vivissimo successo ha ottenuto iersera, nella sua recita d'esordio, la Compagnia di riviste Totò. Rappresentavasi la rivista in due tempi e 12 quadri di Paolo Tramonti e Bel Ami: «Se quell’evaso io fossi»; un lavoro dove vi è una notevole dose dì spirito, e consente all'affiatata e giovanile schiera delle ballerine, al capocomico Totò, alla soubrette Clely Fiamma, e a tutta la Compagnia di prodursi in scene e in numeri assai divertenti e piacevoli. Gran parte del successo di iersera, lo si deve principalmente a Totò, che sostenne il maggior peso dello spettacolo, e la cui comicità, se ha alcuni punti di contatto con quella di Petrolini, conserva pure caratteri indiscutibili di originalità.

Il pubblico quanto mai folto, si è divertito sinceramene, ha richiesto vari bis del finale del primo atto, in cui Totò, si è... prodotto come gustoso e parodistico direttore del suo coro, attraverso una vertiginosa, e pittoresca varietà di gesti e di espressioni, ed ha applaudito il piacevole capocomico, la «Soubrette» Fiamma, che ha cantato con buon gusto e danzato con. intonazione, e gli altri principali collaboratori dello spettacolo. Questa sera: «La vergine indiana» fantasia comica in due tempi e nove quadri di Paolo Tramonti.

«Gazzetta di Parma», 4 dicembre 1934


Al Teatro Ferrario

Maria Melato ha dato la sua serata d’onore ieri sera rappresentando « La donna nuda » di Bataille in una magnifica interpretazione die le ha procurato applausi calorosissimi a scena aperta e alla fine di ogni atto. Questa sera la Compagnia Melato-Mari ha dato « Fedora » di Sardou e domani sera si congederà dal nostro pubblico avendo terminata la sua fortunata stagione a Salsomaggiore. A richiesta verrà nuovamente rappresentato « Canada » di Cesare Giulio Viola.

Lunedì sera si avrà il debutto della Compagnia di riviste diretta da Totò.

«Gazzetta di Parma», 22 settembre 1935


Al Teatro Ferrario

La simpaticissima Clely Fiamma ha data la sua serata d’onore con la rivista «Questo non è sonoro» facendosi assai ammirare per la sua vivacità, il suo brio indiavolato e la sua eleganza. Tra il primo e il secondo atto la bionda e graziosa soubrette ha eseguito alcuni numeri di canto e danze del suo repertorio raccogliendo altri applausi calorosissimi e copiosi omaggi di fiori. Questa sera ha data la propria serata d’onore, Totò il brillantissimo comico che in queste sue recide si è accattivato tutte le simpatie del nostro pubblico.

E' stata rappresentata con molto successo la rivista «La vergine indiana». Totò e Clely Fiamma vi sono applauditissimi. Martedì 1o ottobre debutterà al Ferrario la Compagnia Veneta di Gigi Micheluzzl della quale fanno parte Pina Bertoncello e Margherita Seguin. Verrà rappresentata la nota commedia «Zente refada» di Giacinto Gallina.

«Gazzetta di Parma», 29 settembre 1935



Ricostruzione delle rappresentazioni della rivista nelle varie città italiane


TITOLO DELL'OPERATAPPE

La vergine indiana

Rivista in due tempi e 18 quadri di Paolo Rampezzotti (Tramonti)

Compagnia di Riviste e Fantasie Comiche Totò

Mantova, Teatro Sociale, 30 ottobre 1933

Torino, Teatro Chiarella, 24-25 novembre 1933

Roma, Teatro Eliseo, 28-31 dicembre 1933

Roma, Teatro Excelsior, 6-8 febbraio 1934

Genova, Teatro Margherita, 7-8 maggio 1934

Torino, Teatro Chiarella, 22-23 maggio 1934

Milano, Teatro Excelsior, 9-11 giugno 1934

Genova, Politeama Genovese, 20-22 settembre 1934

Parma, Teatro Reinach, 2-5 dicembre 1934

Roma, Teatro Eliseo, 14-17 gennaio 1935

Roma, Teatro Morgana, 2-3 giugno 1935

Parma, Teatro Reinach, 25 settembre - 1 ottobre 1935

Milano, Teatro Trianon, 8-10 novembre 1935


Riferimenti e bibliografie:

Rassegna stampa dai quotidiani:

  • La Stampa
  • Corriere della Sera
  • Corriere d'Informazione
  • Il Messaggero
  • L'Impero d'Italia
  • Gazzetta di Parma